Chris Froome vince il Tour, crono a Maciej Bodnar

Chris Froome vince il Tour, possiamo dirlo

Chris Froome vince il Tour

Chris Froome sul podio

Chris Froome vince il Tour de France 2017, all’inizio della corsa in pochi credevano che il kenyano bianco potesse raggiungere quota 4 vittorie nella Gran Boucle.

Oggi però prima di tutto va dato onore a Maciej Bodnar che ha completato una cronometro perfetta sorprendendo tutti (o quasi) e conquistando la vittoria di giornata.

Bodnar, professionista dal 2007, è un cronoman puro e oggi l’ha fatto vedere al mondo intero,  il polacco della Bora-Hansgrohe ha vinto con 1″ sul connazionale Michal Kwiatkowski (Team Sky) e 6″ su Chris Froome (Team Sky), che, ovviamente, ipoteca il suo quarto Tour.

Cronometro con brividi per Rigoberto Urán arrivato a 31 secondi e che nell’ultima curva ha rischiato di vanificare questo splendido Tour arrivando al limite di una rovinosa caduta, per fortuna il colombiano è riuscito ad evitare il peggio ma sicuramente qualche goccia di sudore freddo è sceso lungo la schiena del ciclista e dello staff della Cannondale.

Brividi sono corsi anche lungo la schiena di Romain Bardet che non si può dire uno specialista della cronometro e che è riuscito a salvare il suo posto sull’ultimo gradino del podio per un solo secondo sullo scatenato Landa che domani potrebbe (ma è quasi impossibile) ribaltare ancora tutto conquistando un abbuono.

Landa ha corso davvero un Tour sopra ogni aspettativa considerando che aveva corso (senza troppa fortuna) il Giro risorgendo, dopo una brutta caduta, nella terza settimana e vincendo la tappa di Piancavallo.

Da segnalare comportamenti antisportivi dei “tifosi” francesi si cui vi diamo notizia nel link

La classifica generale con cui si approccerà la passerella parigina di domani vede Christopher Froome precedere di 54″ Urán e di 2’20” Bardet. Il transalpino è stato estremamente fortunato perché il quarto, Mikel Landa, è giunto a solo 1″ di ritardo da lui. Fabio Aru è quinto a 3’05”, quindi Daniel Martin a 4’42”, Simon Yates a 6’14”, Louis Meintjes a 8’20”, Alberto Contador a 8’49” e Warren Barguil a 9’25”.

Ralf Matzka positivo al tamoxifen

Ralf Matzka positivo

Ralf Matzka positivo

Ralf Matzka positivo ad un controllo antidoping, il tedesco della Bora dal 2013 al 2016 è risultato positivo al tamoxifen, una sostanza che aumenta la produzione di testosterone. La positività risale al marzo dello scorso anno e solo ora è stato reso noto per via di una lunga indagine che potrebbe anche portare all’assoluzione del corridore.

Arrivato alla squadra che ora è la Bora Hansgrohe nel 2013, quando la formazione correva con il main sponsor NetApp. Matzka ha coperto il un ruolo da buon di gregario fino alla prima parte della scorsa stagione, quando la squadra aveva assunto il nome di Bora Argon18.  Matzka ha fatto le sue ultime apparizioni nel ciclismo alla Tre Giorni di La Panne e al Giro delle Fiandre della scorsa stagione. Da allora del corridore tedesco si sono perse le tracce nel ciclismo professionistico non avendopiù preso parte a nessuna corsa

Ora è passato quasi un anno e mezzo e nel frattempo il ciclista si è ritrovato in un limbo: non sospeso, non squalificato e non assolto ha visto la sua carriera annebbiarsi.

“Abbiamo esaminato attentamente i rapporti degli esperti e abbiamo scelto di non divulgare nulla per proteggere la privacy l’atleta” ha dichiarato Ralph Denk manager della squadra tedesca “confidiamo in una assoluzione ma non daremo nessuna dichiarazione ufficiale finché non si sarà completato  il procedimento in corso, alcuni esperti indipendenti sono giunti alla conclusione che questa positività al tamoxifen sia stata dovuta ad una contaminazione dell’acqua”

 

TAS respinge la richiesta della Bora-Hansgrohe

TAS respinge l’istanza della Bora-Hansgrohe per riammettere Sagan

TAS Respinge

Peter Sagan

TAS respinge la richiesta della Bora di riammettere al Tour de France il Campione del Mondo Peter Sagan, era prevedibile ed inevitabilmente è arrivata la notizia.

Sagan, lo ricordiamo, è stato espulso dalla corsa francese per aver causato la caduta di Cavendish, la decisione della giuria si è rivelata controversa e ha diviso anche il pubblico sui social.

La Bora-Hansgrohe ha provato a fare appello al TAS di Losanna che in tempi rapidi ha dichiarato di aver respinto la richiesta dei legali del team e del Campione del Mondo

Il team di Bora-Hansgrohe ha puntato sul fatto che Sagan non avesse commesso alcun errore, sostenendo che a Peter era stata negata l’audizione con la giuria di gara prima di essere espulso ma non è riuscito a convincere l’organo svizzero.

Bora Hansgrohe ricorre al TAS per Sagan

Bora Hansgrohe ricorre al TAS per riammettere Sagan

Bora Hansgrohe ricorre

Bora Hansgrohe ricorre al TAS

Bora Hansgrohe ricorre al TAS di Losanna per ottenere la riammissione di Peter Sagan alla Gran Boucle.

I legali della Bora Hansgrohe e di Peter Sagan hanno sottoposto ieri un appello al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna in cui si chiede che venga sospesa in via urgente la decisione del pannel di giuria del Tour de France che ha portato alla espulsione dal Tour de France dello slovacco.

Naturalmente la richiesta del Team va interpretata come una provocazione in quanto la richiesta di ammissione ad una corsa che nel frattempo ha percorso altre due tappe è palesemente non prendibile in considerazione.

Appare pressoché impossibile reinserire Peter nel gruppo ma è altresì vero che guardando e riguardando le immagini appare sempre più evidente quanto meno un concorso di colpa se non addirittura legittimo il comportamento del Campione del Mondo. Il movimento del gomito “sospetto” può essere anche valutato come naturale se si analizzano i comportamenti della braccia dei velocisti negli sprint.

Attendiamo la pronuncia del TAS anche se forse questo ulteriore fermento in una situazione che già sta dividendo l’opinione pubblica poteva essere evitata.

 

Rafal Majka vince la seconda tappa al Tour of California

Rafal Majka

Prima vittoria in maglia Bora-Hansgrohe per Rafal Majka,  27enne polacco, che si è imposto nella  seconda frazione dell’Amgen Tour of California caratterizzata dalla durissima salita di Mount Hamilton.

Majka è andato all’attacco assieme a Lachlan Morton (Dimension Data), Ian Boswell (Sky) e George Bennett (LottoNL) e nel finale si è liberato di Boswell e Morton e ha domato Bennett in volata.

Il primo gruppo inseguitore, comprendente corridori come Robert Gesink e Andrew Talansky è arrivato staccato di 37″ il che ha permesso a Rafal Majka di diventare il nuovo leader della classifica generale con 2″ su George Bennett

La gioia di Cesare Benedetti, maglia azzurra

Cesare Benedetti ha conquistato la maglia azzurra

Uno dei protagonisti della prima tappa del Giro d’Italia è stato sicuramente Cesare Benedetti della Bora Hansgrohe, l’italiano in fuga per buona parte della corsa ha conquistato la maglia azzurra della classifica dei GPM.

 

“Oggi come team abbiamo preso tutto, vittoria di tappa e tutte le maglie disponibili. Siamo partiti senza un vero uomo di classifica quindi abbiamo il compito di prendere e dare il massimo in ogni tappa. Sono andato in fuga anche al Tour de France, sapevo che era difficile arrivare in fondo e quindi ho puntato alla maglia azzurra. Naturalmente in gruppo da dietro andava a tutta anche perchè ci sono poche occasioni per i velocisti ed è normale che tirassero a tutta per arrivare in volata”.

“Lukas non ha ancora capito che colpo ha fatto, è il primo austriaco a vincere una tappa al giro. Io mi tengo stretta la mia maglia azzurra che era il mio obiettivo di giornata, certo oggi non erano delle vere salite ma la soddisfazione è tanta”

Il “fagiano”Lukas Pöstlberger vince la prima tappa

Finale a sorpresa che più sorpresa non si può nella prima tappa del Giro d’Italia. La vittoria è arrivata con la classica “fagianata” e a giovarsene  è stato l’austriaco Lukas Pöstlberger della Bora-Hansgrohe .

Pöstlberger, che si trovata il testa al gruppone per tirare la volata al compagno di team Sam Bennett, ha beneficiato di un buco lasciato da Luka Mezgec (Orica-Scott), si è trovato al comando con alcuni metri di vantaggio e ha inziato a credere nella “beffa” ai danni dei velocisti più accreditati. Il suo margine è piano piano e quasi impercettibilmente aumentato tanto da renderlo imprendibile nell’ultimo chilometro pieno di curve e controcurve.

Alle sue spalle si sono piazzati, Caleb Ewan (Orica) davanti ad André Greipel (Lotto Soudal), Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Kristian Sbaragli (Dimension Data).

La Bora fa incetta di maglia in quanto mattatore della giornata è stato Cesare Benedetti in grado  di conquistare i tre traguardi Gpm di giornata che gli sono valsi la leadership nella maglia azzurra in questo primo giorno del Giro del Centenario.

 

Ecco la Bora-Hansgrohe per il Giro

Ecco la Bora-Hansgrohe per il Giro 2017

Ecco la Bora-Hansgrohe per il Giro 2017, la formazione tedesca torna alla corsa rosa a cui mancava dal 2012

Ecco la  Bora-Hansgrohe, squadra tedesca, che torna alla Corsa Rosa dopo il  2012.

Il team teutonico presenterà una squadra di buon livello pur non portando le proprie stelle Peter Sagan, Rafal Majka e Leopold König.

Partiranno da Alghero gli austriaci Patrick Konrad, Gregor Mühlberger e Lukas Pöstlberger, gli italiani Cesare Benedetti e Matteo Pelucchi, il ceco Jan Bárta, l’irlandese Sam Bennett, il portoghese José Mendes e il tedesco Rüdiger Selig.

Leader della quadra Patrick Konrad, corridore che sta crescendo con profitto; un posto in zona top 10 non è impossibile. Due le ruote veloci: Sam Bennett e il lombardo Pelucchi, con Selig a far da apripista.

Starting list del Giro di Romandia

Starting list del Giro di Romandia 2017

Starting List del Tour de Romandie 2017,  ultima corsa a tappe WorldTour prima del via del  Giro d’Italia

Parte oggi il Tour de Romandie 2017,  ultima corsa a tappe WorldTour prima del via del  Giro d’Italia e importante importante banco di prova per chi vuole arrivare pronto alla corsa rosa.

Sono presenti al via tutti gli UCI WorldTeams e la  Wanty-Groupe Gobert, unica Professional invitata.

LA STARTLIST DEFINITIVA

MOVISTAR
1 DOWSETT Alex
2 FERNANDEZ Ruben
3 HERRADA Jesus
4 BETANCUR Carlos
5 CARAPAZ Richard
6 ANACONA Winner
7 AMADOR Andrey
8 CASTROVIEJO Jonathan

QUICKSTEP – FLOORS
11 CAVAGNA Remi
12 SCHACHMANN Maximilian
13 DE LA CRUZ David
14 MARTINELLI Davide
15 JUNGELS Bob
16 DECLERCQ Tim
17 RICHEZE Ariel Maximiliano
18 VELITS Martin

BMC
21 ROCHE Nicolas
22 OSS Daniel
23 WYSS Danilo
24 SCHAR Michael
25 KÜNG Stefan
26 VAN GARDEREN Tejay
27 PORTE Richie
28 BOHLI Tom

ORICA – SCOTT
31 ALBASINI Michael
32 HAIG Jack
33 POWER Robert
34 HOWSON Damien
35 BEWLEY Sam
36 YATES Simon
37 KREUZIGER Roman
38 EDMONDSON Alexander

TEAM SKY
41 VIVIANI Elia
42 BOSWELL Ian
43 LOPEZ David
44 KIRYIENKA Vasil
45 MOSCON Gianni
46 KENNAUGH Peter
47 DOULL Owain
48 FROOME Christopher

TREK – SEGAFREDO
51 PANTANO Jarlinson
52 GOGL Michael
53 STETINA Peter
54 HERNANDEZ Jesus
55 DANIEL Gregory
56 FELLINE Fabio
57 CARDOSO Andre
58 BEPPU Fumiyuki

BORA – HANSGROHE
61 PÖSTLBERGER Lukas
62 POLJANSKI Pawel
63 SCHWARZMANN Michael
64 SAGAN Juraj
65 HERKLOTZ Silvio
66 BURGHARDT Marcus
67 BUCHMANN Emanuel
68 PFINGSTEN Christoph

TEAM SUNWEB
71 BARGUIL Warren
72 FRÖHLINGER Johannes
73 STAMSNIJDER Tom
74 TEN DAM Laurens
75 KÄMNA Lennard
76 HAGA Chad
77 PREIDLER Georg
78 KELDERMAN Wilco

CANNONDALE – DRAPAC
81 URAN Rigoberto
82 SKUJIŅS Toms
83 KOREN Kristijan
84 CLARKE Simon
85 CANTY Brendan
86 CLARKE William
87 WIPPERT Wouter
88 BROWN Nathan

LOTTO NL – JUMBO
91 LOBATO Juan Jose
92 TOLHOEK Antwan
93 BOUWMAN Koen
94 VERMEULEN Alexey
95 VAN DEN BROECK Jurgen
96 GESINK Robert
97 CAMPENAERTS Victor
98 ROGLIČ Primoz

KATUSHA – ALPECIN
101 TAARAMÄE Rein
102 KOCHETKOV Pavel
103 GONCALVES Jose
104 LOSADA Alberto
105 KUZNETSOV Viacheslav
106 MAMYKIN Matvey
107 ZAKARIN Ilnur
108 SPILAK Simon

LOTTO SOUDAL
111 VAN DER SANDE Tosh
112 BOECKMANS Kris
113 SHAW James Callum
114 ARMÉE Sander
115 MERTZ Remy
116 HOFLAND Moreno
117 DE GENDT Thomas
118 MONFORT Maxime

BAHRAIN – MERIDA
121 IZAGIRRE Ion
122 GRMAY Tsgabu
123 CINK Ondrej
124 BRAJKOVIC Janez
125 WANG Meiyin
126 ARASHIRO Yukiya
127 NIBALI Antonio
128 COLBRELLI Sonny

AG2R LA MONDIALE
 131 FRANK Mathias
132 RIBLON Christophe
133 PETERS Nans
134 DUMOULIN Samuel
135 HOULE Hugo
136 CHÉREL Mickaël
137 VUILLERMOZ Alexis
138 LATOUR Pierre

FDJ
141 LE BON Johan
142 GAUDU David
143 REICHENBACH Sebastien
144 VINCENT Léo
145 EIKING Odd Christian
146 COURTEILLE Arnaud
147 REZA Kevin
148 MANZIN Lorrenzo

UAE Team Emirates
151 SWIFT Ben
152 TROIA Oliviero
153 MEINTJES Louis
154 BONO Matteo
155 MORI Manuele
156 CONSONNI Simone
157 AIT EL ABDIA Anass
158 ULISSI Diego

ASTANA PRO TEAM
161 KANGERT Tanel
162 STALNOV Nikita
163 KOZHATAYEV Bakhtiyar
164 GRIVKO Andriy
165 GATTO Oscar
166 DE VREESE Laurens
167 CHERNETSKII Sergey
168 BILBAO Pello

TEAM DIMENSION DATA
171 REGUIGUI Youcef
172 VENTER Jaco
173 DEBESAY Mekseb
174 THOMSON Jay Robert
175 NIMONSHUTI Adrien
176 KUDUS Merhawi
177 BERHANE Natnael
178 TEKLEHAIMANOT Daniel

WANTY-GROUPE GOBERT
181 SMITH Dion
182 MARTIN Guillaume
183 MEURISSE Xandro
184 PASQUALON Andrea
185 VEUCHELEN Frederik
186 MINNAARD Marco
188 DEGAND Thomas
188 DOUBEY Fabien