BikeUp festival delle biciclette elettriche

Bikeup a Bergamo dal 29 al 31 marzo

BikeUp festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche in scena a Bergamo dal 29 al 31 marzo 2019

BikeUp

BikeUp

Dopo aver portato a Lecco oltre 120.000 persone in 5 edizioni, BikeUP, il primo festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche, cambia sede e nel 2019 va in scena a Bergamo, dal 29 al 31 marzo.

La valenza turistica del territorio bergamasco, luogo storicamente di cultori della bici, è un importante valore aggiunto della nuova collocazione dell’evento. La città è uno scrigno di preziosi tesori come la basilica di Santa Maria Maggiore, risalente al XII secolo, ed è il centro ideale di una rete di percorsi pedalabili per tutti i gusti e per tutte le gambe.

I numeri legati alle e-bike, nuova forma di mobilità dalla forte valenza sostenibile, che spazia dal commuting ai lunghi percorsi a tappe della rete Eurovelo, non smettono di crescere e la sesta edizione di BikeUP si farà interprete di questa tendenza con un programma ancora più ricco di attività pensate per coinvolgere i biker di tutte le età.

Il calendario è fittissimo con momenti dedicati alle escursioni alla scoperta della città e del territorio, alle iniziative riservate ai bambini e alle esibizioni, anche in chiave spettacolare, come le evoluzioni con le bici trial e le bmx.

Molte saranno le opportunità per divertirsi e imparare, osservando le bellezze del patrimonio storico-artistico di Bergamo da un punto di vista inedito, provando a muoversi in città in sella a una e-bike, mezzo perfetto anche per esplorare nuove modalità di viaggio in chiave slow. Grande spazio, infatti, sarà riservato ai test di differenti modelli di biciclette a pedalata assistita, organizzati in collaborazione con le aziende produttrici italiane e straniere.

La possibilità di poter provare in prima persona più bici e di fare un confronto sul campo tra marchi e tipologie è da sempre uno dei tratti distintivi di BikeUP ed è particolarmente apprezzata dal pubblico: i test dell’edizione 2018 sono stati oltre 5000 e a Bergamo i numeri saranno ancora maggiori anche in relazione alla maggiore varietà di modelli presenti e alle due aree test lontane dal traffico, novità introdotta proprio quest’anno.

Nell’ottica di valorizzare la mobilità e-powered, un’altra new entry del programma di BikeUP 2019 sarà la partecipazione di alcuni produttori di e-scooter, con la possibilità per i visitatori di provare anche questo tipo di veicoli adatti al trasporto urbano a impatto ambientale zero.

Com’era naturale che fosse, ampio spazio alle prove su tracciati diversi per lunghezza e durata delle differenti tipologie di e-bike (e-mtb, e-bike trekking e city): per rendere più agevole e interessante la prova ci sarà la possibilità di essere accompagnati da guide del territorio sia il sabato sia la domenica, a partire dalle 10 del mattino.

 

Tra le esperienze più suggestive che caratterizzano la nuova edizione bergamasca di BikeUP ed evidenziano la sinergia con la città e il territorio, le escursioni guidate di tre ore abbinate a una degustazione di prodotti eno-gastronomici, espressione dell’eccellenza territoriale e veri e propri tour di più giorni sia con e-bike trekking che e-mtb per un’esperienza full immersion in e-bike.

 

Molte le iniziative riservate ai biker in erba con un’area bambini dedicata, dove anche i più piccoli si avvicineranno alla bicicletta, muovendo i primi passi sulle balance bike. Numerosi i momenti focalizzati sull’educazione stradale e le occasioni di divertimento da vivere insieme ai genitori.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Commencal Meta Power 29, e-Bike full suspension

Commencal Meta Power 29 un gioiello nel mondo delle E-MTB

Commencal Meta Power 29 E-MTB full suspension in alluminio assolutamente interessante equipaggiata con motore Shimano Steps E8000 

Commencal Meta Power 29

Commencal Meta Power 29

Commencal Meta Power 29, la sorella maggiore della Meta Power 650B, è una e-Bike full suspension che differisce dalla “sorella minore” per le ruote più grandi ma soprattutto per le nuove geometrie proposte con il nuovo telaio totalmente ridisegnato e con un allestimento assolutamente particolare.

Il telaio è in alluminio basato sulla sospensione posteriore di 140 millimetri mentre davanti troviamo la forcella Rock Shox Lyrik RCT3 da 150 millimetri.

La E-bike è equipaggiata con l’interessante motore Shimano Steps E8000 e  con una Power Unit da 500 Wh che garantisce un’ottima autonomia anche durante i giri più lunghi.

La Meta Power 29 monta  cerchi Dt Swiss H1700 Spline Hybrid in alluminio con canale interno da 30 mm equipaggiati con  gomme Maxxis da 2,4” (posteriore) e da 2,5” (anteriore), entrambe rinforzate e specifiche per canale largo.

Il reggisella è KS Lev Integra mentre la bicicletta elettica monta il gruppo è uno Sram EX1 specifico per e-Bike, abbinato ad una guarnitura anteriore Shimano Xt.

La Commencal Meta Power 29 nella  configurazione descritta pesa circa 22,6 kg, ha un presso proposto di 5599€ e rappresenta una delle e-Bike da all mountain più interessanti proposte dal mercato.

 

I dati delle vendite del mercato delle biciclette: crescono le E-Bike!

Un esempio di E-bike

Sono stati diffusi da ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) i dati del mercato Bici del 2016 sia tradizionali che a pedalata assistita. Il report annuale dell’associazione evidenzia una lieve flessione del settore Bici Tradizionale ma risultano in forte crescita quelli della E-Bike.
Finalmente anche in Italia, il dato di mercato che riguarda le e-bike mostra un trend decisamente “europeo”: 124.400 e-bike pari ad +120% rispetto al 2015.

Lieve flessione, dicevamo, della bici normale (-2,6%) ma meglio che in altri paesi d’Europa (-8/9%) dove ormai si assiste ad un vero e proprio “cambio di bicicletta”.

Se da un lato aumenta la domanda di Ebike, dall’altro sono in crescita anche i numeri della produzione italiana delle stesse: si passa dai 16.600 del 2015 ai 23.600 del 2016, è quindi in espansione della filiera intera di veicoli Made in Italy sia come assemblaggio ma soprattutto come costruzione di motori e componentistica elettrica ed elettronica.

I motivi di questo successo Italiano ed Europeo delle biciclette elettriche risiedono nell’estetica di questi veicoli ormai sempre più simili a delle biciclette tradizionale grazie a dimensioni sempre più ridotte di motore e batteria e alla loro integrazione con i telai delle biciclette. La velocità di questi veicoli (25Km/h) rappresenta un buon compromesso per spostarsi nel traffico urbano, soprattutto nelle zone più congestionate dal traffico dove si riduce parecchio il differenziale di velocità con le auto e le moto rendendo più sicura la circolazione promiscua.

“I dati di mercato 2016 confermano il grande cambiamento in atto degli anni precedenti: le E-Bike stanno cambiando il modo di andare in bici – dichiara Corrado Capelli, presidente di Ancma Confindustria -. Infatti sono sempre di più gli appassionati delle 2 ruote che scelgono le biciclette a pedalata assistita per muoversi nel traffico urbano e per fare sport soprattutto in montagna. L’agilità e la riduzione della fatica negli spostamenti sono solo due fra gli indicatori positivi di questa crescita sia nella produzione che nell’export. Avremo lo stesso trend anche per il 2017”.

Fonte: Report ANCMA