Koppenbergcross ancora Van der Poel

Koppenbergcross vince ancora Van der Poel ma che fatica!

Koppenbergcross

Koppenbergcross

Koppenbergcross non è stata l’ormai consueta “passeggiata” per Mathieu Van der Poel che si è imposto a Oudenaarde, seconda tappa del DVV Trofee 2017-2018, ma che ha patito le pene dell’inferno. L’olandese della Beobank-Corendon, abituato ultimamente ad avere vita facile, ha avuto la meglio su un Toon Aerts davvero molto battagliero, che gli ha tenuto testa sino all’ultimo giro. La terza posizione è andata a  Lars Van der Haar, mentre è andato molto male  Wout Van Aert.

 

Sull’arrivo del Koppenbergcross, in cima al muro del Giro delle Fiandre (anche se affrontato da un altro versante rispetto a quello della classica su strada), Mathieu Van der Poel ha anticipato di 12″ Aerts, per poi, sfinito dallo sforzo, crollare al suolo subito dopo il traguardo. Terzo a 24″ si è piazzato Van der Haar, e solo a 1’14” è arrivato Van Aert.

 

In classifica Mathieu Van der Poel scavalca Lars Van der Haar e ora guida con 14″ sul connazionale; terzo è Aerts a 21″, quarto Van Aert a 1’30”, quinto Pauwels a 1’46”. Prossima tappa del DVV Trofee il Flandriencross ad Hamme il 26 novembre.

Van der Poel domina anche a Koksijde!

Van der Poel fa sua anche la terza tappa della Coppa del Mondo

Van der Poel

Van der Poel

Van der Poel sempre più padrone del ciclocross,  l’olandese della Beobank-Corendon ha dominato anche la terza prova di Coppa del Mondo a Koksijde, rafforzando la leadership in classifica  (il corridore è in testa  ancora a punteggio pieno). Wout Van Aert è stato l’unico a provare a tener testa a Van der Poel nella prima parte della corsa per poi cedere ed essere sorpassato da Lars Van Der Haar che è andato a conquistare la seconda posizione.

Gioele Bertolini ancora in una fase di apprendistato con la categoria e in un circuito non favorevole alle sue doti si è piazzato lontano dalle migliori posizioni.

In campo femminile ad imporsi è stata Maud Kaptheijns  che ha battuto la concorrenza di Sophie De Boer Sanne Cant che l’hanno accompagnata sul podio. La nostra Eva Lechner non è riuscita a conquistare un posto nella top ten, chiudendo all’undicesimo posto mentre l’altra azzurra, Alice Maria Arzuffi, ha chiuso in diciannovesima posizione.

Tra gli Under 23 la vittoria è andata al britannico  Thomas Pidcock che ha preceduto Toupalik e Iserbyt