Giro 2019 elenco dellee squadre al via

Giro 2019 ecco l’elenco dei team partecipanti

Giro 2019 al via, oltre alle formazioni World Tour, anche le quattro wild card con le tre italiane: Androni , Bardiani e Nippo

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019: tutti i team (fonte pagina Facebook)

Giro 2019, l’11 maggio sembra ancora lontano ma certamente non lo è per gli organizzatori che stanno lavorando per assicurare qualità anche all’edizione di quest’anno.

Naturalmente i 18 team WorldTour sono automaticamente inclusi nella lista di partenza dei grandi giri a tappe e saranno in tanti a darsi battaglia lungo lo stivale. Primo tra tutti Vincenzo Nibali che vorrebbe andare alla ricerca della vittoria finale ma dovrà vedersela anzitutto con Tom Dumoulin della Sunweb, vincitore del Giro nel 2017, ha annunciato a sorpresa che nel 2019, complice i tanti chilometri a cronometro previsti,  sarà di nuovo al via della corsa rosa (lo scorso anno prese parte a Giro e Tour).

Non ancora totalmente esclusa la presenza di Geraint Thomas ma per il momento il team Sky pare puntare forte su Egan Bernal come capitano in Italia. Il giovane colombiano è stato una delle rivelazione della scorsa stagione e nel 2019 vorrà lasciare il segno in qualche corsa a tappe.

Se i diciotto team dell’UCI WorldTour ricevono inviti automatici, gli organizzatori RCS Sport ha selezionato quattro squadre a cui assegnare la Wild Card per essere al via di Bologna.

L’ Israel Cycling Academy ha ricevuto un invito. Gli altri tre vincitori della wildcard sono i team italiani Androni Giocattoli-Sidermec, Bardiani-CSF e Nippo-Vini Fantini-Faizanè.

 

Giro 2019: i team al via

WorldTour team

Team Sunweb (GER)
Ag2r La Mondiale (FRA)
Astana (KAZ)
Bahrain-Merida (BRN)
Team CCC (POL)
Bora-Hansgrohe (GER)
Groupama-FDJ (FRA)
Lotto-Soudal (BEL)
Mitchelton-Scott (AUS)
Movistar (ESP)
Deceuninck – Quick-Step (BEL)
Dimensione dati (RSA)
EF Education First (USA)
Katusha-Alpecin (SUI)
Jumbo-Visma (NED)
Team Sky (GBR)
Trek-Segafredo (USA)
Emirati Arabi Uniti Team ( UAE)

Giro 2019: Le wild Card

Androni Giocattoli-Sidermec (ITA)
Bardiani-CSF (ITA)
Israel Cycling Academy (ISR)
Nippo-Vini Fantini-Faizanè (ITA)

Giro d’Italia 2018 inviti shock?

Giro d’Italia 2018 a breve i nomi delle squadre invitate

Giro d’Italia 2018

Giro d’Italia 2018

Giro d’Italia 2018 ci risiamo? Ricordiamo tutti le polemiche che hanno accompagnato le scelte delle wild card dell’edizione 2017 con l’esclusione della Androni di Gianni Savio e la Nippo-Fantini di Damiano Cunego. Ora, a distanza di 12 mesi, si torna a parlare dell’opportunità di alcune scelte che RCS, in qualità di Ente organizzatore della corsa rosa, sta per prendere. Secondo alcune indiscrezioni gli inviti per la prossima edizione saranno equamente divisi tra team stranieri e squadre nostrane.

Pare molto probabile, infatti, che le due compagini straniere siano totalmente esordienti al Giro d’Italia e che una delle squadre che dovranno accontentarsi di vedere il Giro dagli schermi della TV di stato sarà la Bardiani-CSF che nelle ultime edizioni si è sempre messa in luce.

Ci saranno i team stranieri al Giro d’Italia 2018?

Come dicevamo, la scelta delle wild card per il Giro d’Italia 2018 farà discutere non solo per il fatto che al Tour queste vengono assegnate con metodicità alle squadre di casa ma anche perché ci saranno delle new entry assolute. Se una delle formazioni al via sarà, per dovere di ospitalità, l’Israel Cycling Academy (dal momento che la partenza sarà a Gerusalemme) l’altra, molto probabilmente, dovrebbe essere la squadra irlandese Aqua Blue Sport, che ha corso il suo primo grande giro alla recente Vuelta Espana vincendo una tappa con Denifl.

Tra le italiane, l’Androni di Gianni Savio sarà ospitata in quanto vincitrice della Ciclismo Cup mentre l’altra formazione dovrebbe essere la Wilier Triestina-Selle Italia con la conseguente esclusione della Bardiani. Roberto Reverberi non ha gradito il rumor: “per noi l’esclusione dal Giro sarebbe una cosa tremenda, spero che non accada. Non so che ripercussioni anche di carattere economico potrebbe avere sul team”

Dominio Bardiani CSF al Tour of Utah

Dominio Bardiani nella penultima tappa del Tour of Utah

Dominio Bardiani

Giulio Ciccone festeggia al Tour of Utah

Dominio Bardiani nella tappa del Tour of Utah che prevedeva l’arrivo in salita a Snowbird Resort: addirittura una doppietta per il Green Team con Giulio Ciccone che andava a precedere Simone Sterbini (nostro ospite qualche settimana fa) dopo una grande prestazione di squadra.

Tappa breve (solo 99km) ma molto intrigante dal punto di vista del percorso, Brent Bookwalter, coadiuvato dal compagno di squadra Kilian Frankiny, ha tentato l’impresa con una fuga da lontano con più elementi tra cui il nostro Luca Wackermann.

Ripresi i fuggitivi sulla lunga salita di Snowbird Resort la Bardiani ha preso in mano la situazione con un forcing di squadra che ha portato a staccare tutti, tranne i primi 4 atleti della classifica e Senni (che ha firmato con la squadra di Reverberi).

A 6 km dal traguardo ecco che Giulio Ciccone ha fatto la sua mossa che non ha portato reazione da parte del gruppo e che gli ha consentito di incamerare una splendida vittoria. Poi è stata la volta di Sterbini che si è staccato dalla compagnia, giungendo al traguardo con 35″ di ritardo da Ciccone; Nelson Powless (Axeon), partito nel finale, si classificava terzo a 41″.

In generale Rob Britton rimane solidamente al comando, con 26″ su Mannion, 31″ su Powless e 32″ su Tvetcov; Ciccone risale dalla 23esima alla sesta posizione.

 

 

Bardiani ingaggia Michael Bresciani

Michael Bresciani

A seguito delle procedure di licenziamento di Stefano Pirazzi e Nicola Ruffoni a seguito della positività poco prima della partenza del Giro d’Italia, la Bardiani CSF si trovava con 15 corridori in rosa, ossia uno in meno del numero minimo consentito per i team Professional. La compagine emiliana è così corsa ai ripari ed ha annunciato l’ingaggio del ventiduenne lombardo Michael Bresciani.

Bresciani è un velocista capace di tenere sul passo e proviene dalla Zalf Euromobil Désirée Fior e in stagione ha vinto il Circuito di Sant’Urbano.

“Sono veramente impaziente di iniziare questa avventura, la chiamata della Bardiani mi rende davvero felicissimo. Penso che dopo l’esperienza tra i dilettanti il salto di categoria mi possa trovare pronto fin da subito. Mi sento ipermotivato a far bene, conosco molti dei miei nuovi compagni di squadra, ho avuto un colloquio con Roberto e Bruno Reverberi e attendo di incontrare Zanatta, non vedo l’ora di mettermi a disposizione del Team”.