Incontri per adulti amanti del ciclismo?

Incontri per adulti amanti del ciclismo? Ci pensa internet!

Incontri per adulti amanti del ciclismo aumentano i siti di incontri al buio, gli speed date presso locali, un Badoo su due ruote

Incontri per adulti amanti del ciclismo?

Incontri per adulti amanti del ciclismo?

Incontri per adulti amanti del ciclismo? La rete è un catino di idee e iniziative e non poteva mancare un sito o una applicazione di incontri in stile Badoo, Bakecaincontrii, Meetic o Tinder in cui mettere a contatto gli amanti delle due ruote.

Da quando internet è diventato uno strumento di massa, sono proliferati i siti di incontro tra adulti che promettono di avere il colpo di fulmine della vita o anche sono una serata piccante.

Era strano pensare che nessuno avesse ancora inventato un sito di incontri per adulti amanti del ciclismo, e prontamente, da qualche anno ecco che anche il nostro “Settore” è stato invaso di proposte di portali per favorire chi desidera chattare, conoscere e incontrare persone dell’altro sesso amanti delle due ruote.

In questo articolo non vogliamo promuovere o pubblicizzare nessun sito in particolare ma solo parlare dell’argomento che è, evidentemente, un po’ “gossipparo” ma inevitabilmente di attualità.

Incontri per adulti amanti delle biciclette? Kelli Salone ci prova

Kelli Salone, una ex ciclista professionista americana stufa di sentirsi chiedere da amici e amiche single “Non mi trovi un partner a cui piaccia pedalare?” si è inventata un sito tutto dedicato agli incontri su due ruote.

Il modello del sito è quello “classico” del portale di incontri: dopo aver selezionato alcuni parametri tipici come l’età, lo stile di vita, il tipo di bicicletta preferita, chi entra nel sito deve rispondere ad alcune domande che aiutano a fotografare meglio la sua personalità tra hobby extra ciclismo e interessi all’incontro.

Incontri per adulti amanti delle due ruote? C’è lo speed date!

Un po’ di pubblicità involontaria la facciamo al celeberrimobike café Look mum no hands (guarda mamma vado in bici senza mani) di Londra che da tempo, ormai, organizza gli speed date o, meglio, i Cycle Speed Date, lo speed date per gli appassionati di ciclismo e bicicletta.

Tutto nasce da un’idea semplice che sta trovando emulazioni anche in Italia. Niente siti di incontro tra adulti ma un posto fisico (appunto un bar) dove in tre minuti incontrare una persona del sesso opposto, sorseggiare un drink, sgranocchiare qualcosa, fare due chiacchiere con un amante del ciclismo e magari darsi appuntamento per uno “slow date” naturalmente su due ruote per le strade londinesi. Il modello è già stato sperimentato anche in Italia con discreto successo.

Insomma dopo La Cena degli Sconosciuti, La Spesa dei Single, la Cena al buio alle proposta anche più hot (di cui non entriamo nei dattagli!) ecco che tra siti internet e locali ci sono opportunità di incontro anche per i ciclisti.

Insomma che siate interessati a scambiare suggerimenti a mezzo chat o che siate interessati al “dating” non è difficile trovare proposte in rete tra siti internet di incontri e pagine sui social network.

Naturalmente questo strumento va usato con le dovute cautele e non ci sentiamo né di suggerire né di scartare questi strumenti ma vogliamo ricordare di prendere questa applicazioni come una opportunità e non sostituirla alla vita reale. Non è meglio conoscere gente sulle strade o magari lungo una pista ciclabile mentre riempiamo la nostra borraccia alla fontanella?

 

Tradimento, Tom Boonen passa alla Lotto Soudal

 

Tradimento l’ex della Quick Step Floors passa alla Lotto Soudal

Tradimento Tom Boonen, nessuna storia di sesso o di dating online solo il passaggio alla Lotto Soudal

Tradimento: Boonen alla Lotto Soudal

Tradimento: Boonen alla Lotto Soudal

Tradimento: Tom Boonen, ex ciclista della Quick Step Floors, ha firmato un contratto come PR della Lotto Soudal. Naturalmente ci permettiamo di scherzare, non stiamo parlando di un tradimento tra marito e moglie ma di un bizzarro caso del destino che ha portato uno degli uomini simbolo del recente passato della Quick Step a collaborate con un team con cui ha sempre rivaleggiato: la squadra diretta da Marc Sergeant.

Non stiamo parlando del consueto tradimento tra coppie degne di Tinder, OkCupid, Badoo e altre applicazioni di dating insomma niente scandali sessuali o incontri extraconiugali dunque ma solamente una opportunità di lavoro colta.

“Tornado Tom” diventerà ambasciatore del progetto Captains of Cycling legata alla Ridley, azienda dove lavora il padre del corridore. Paul De Geyter, direttore generale della Lotto Soudal, è entusiasta della nuova collaborazione con Tom Boonen e naturalmente non ha avuto alcun dubbio di accogliere l’ex rivale sulla propria nave.

Paul De Geyter quella quastione si palesemente esporto: “Boonen ha chiuso la carriera con la Paris-Roubaix e io poco dopo ho concluso l’attività sul campo per diventare direttore generale della Lotto Soudal. È bello tornare a lavorare insieme come ai tempi in cui ero il suo manager. Ho chiesto a Tom se voleva svolgere un ruolo di consulente per il team e se voleva diventare ambasciatore della nostra community “Captains of Cycling”.

La soddisfazione è naturalmente biunivoca con Tom Boonen che ha tantissima voglia di rimettersi in gioco in questa nuova avventura:“quando mi hanno chiamato, non ho dovuto pensare a lungo. Con Paul siamo amici da molto tempo e mi piace l’idea di mettere la mia esperienza al servizio dei più giovani. Non ho intenzione di diventare direttore sportivo, anzi il mio lavoro riguarderà i corridori quando non corrono. Mi occuperò degli aspetti tecnici e materiali del ciclismo e quando avranno bisogno di me risponderò presente. Sono desideroso di iniziare col progetto “Captains of Cycling” in cui svolgerò una funzione di PR”.