Liliana Moreno vince la Vuelta Femenina a Guatemala

Liliana Moreno vince la Vuelta Guatemala

Liliana Moreno vince la Vuelta Femenina a Guatemala La corsa a tappe centroamericana si chiude con un doppio trionfo dell’Astana

Liliana Moreno

Liliana Moreno

 

Cinque vittorie in cinque tappe più il successo nella classifica generale: è stata una Vuelta Femenina a Guatamela davvero memorabile per l’Astana Women’s Teamche in tutte le giornate di gara ha dato dimostrazione di una grande condizione fisica e soprattutto di un grande spirito di squadra, con tutte le atlete sempre pronte a sacrificarsi per le compagne di squadra. La vittoria nella classifica generale finale è andata a Liliana Moreno, campionessa nazionale di Colombia ed al secondo titolo in carriera in una gara a tappe UCI dopo aver conquistato la Vuelta Femenina a Costa Rica a novembre 2018: Moreno, che aveva messo in mostra un ottimo stato di forma vincendo la maglia di miglior scalatrice all’Amgen Tour of California, ha chiuso con 1’38” di vantaggio sulle più immediate inseguitrici.

«Sono molto contenta per la vittoria – ha dichiarato Liliana Moreno al termine della corsa – e voglio ringraziare tutta la squadra, le compagne, lo staff tecnico e gli sponsor per quello che siamo riusciti a ottenere. Sono molto soddisfatta per quello che abbiamo fatto lungo i cinque giorni di gara, perché il percorso era molto esigente con tappe dure, ma il nostro è stato un grande lavoro completamente di squadra. E questa vittoria mi rende molto motivata per affrontare al meglio i prossimi appuntamenti stagionali». In classifica generale Arlenis Sierra ha concluso in sesta posizione a 3’09” dalla compagna di squadra.

La quinta ed ultima tappa della Vuelta Femenina a Guatemala si è disputata su un circuito per le strade di Città del Guatemala lungo 5 chilometri e da ripetere 12 volte: sono state proprio le atlete dell’Astana Women’s Team a controllare la corsa per assicurarsi che non ci fossero fughe pericolose per la maglia di leader di Liliana Moreno, poi nei chilometri conclusivi l’attenzione si è spostata anche sulla vittoria di tappa, da cercare in volata con Arlenis Sierra. E la 26enne cubana ha fatto centro anche questa volta trovando la quarta vittoria personale in cinque giorni: al traguardo anche Arlenis Sierra ha elogiato il lavoro delle compagne di squadra, non solo Liliana Moreno ma anche Yareli Salazar, Jeidy Pradera (oggi quinta), Yeima Torres e Carolina Rodríguez (ritiratasi ieri).

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

Arlenis Sierra di nuovo seconda a Winston Salem

Arlenis Sierra della Astana, seconda a Winston Salem

Arlenis Sierra atleta cubana della Astana replica il piazzamento del 2018 alla Winston Salem Cycling Classic. Vittoria di Leigh Ann Ganzar

Winston Salem Cycling Classic: il podio

Winston Salem Cycling Classic: il podio

L’anno scorso l’esito venne deciso da un fotofinish millimetrico, stavolta Arlenis Sierra la sua volata l’ha vinta ma il piazzamento finale è stato lo stesso: la cubana dell’Astana Women’s Team ha di nuovo tagliato il traguardo della Winston Salem Cycling Classic in seconda posizione e salgono quindi a cinque i podi da lei conquistati in questa stagione. La gara di oggi, di categoria UCI 1.1, è arrivata a soli due giorni dalla sfortunata parentesi del criterium di Winston Salem dove ben tre atlete sulle quattro al via con la maglia dell’Astana Women’s Team sono state messe fuori gioco dalle cadute: la colombiana Liliana Moreno ha gareggiato oggi con quattro punti di sutura ad un gomito, ma non ha fatto mancare il suo supporto alle compagne di squadra.

Il percorso della Winston Salem Cycling Classic consisteva in un circuito molto ondulato da ripetere otto volte per un totale di 96.6 chilometri e la gara si è decisa proprio negli ultimi due giri dopo che Marie-Soleil Blais, Yareli Salazar e Liliana Moreno hanno fatto un generoso lavoro nelle prime posizioni per tenere il gruppo compatto. L’attacco delle atlete più forti in gara è avvenuto sul penultimo passaggio sulla salita più dura di giornata quando si è formato un drappello di dieci atleti: da qui è scattata la statunitense Leigh Ann Ganzar che poi è andata a vincere la gara, mentre Arlenis Sierra ha tentato un tutto per tutto con Chloe Dygert sull’ultima impegnativa ascesa e ha tagliato il traguardo in seconda posizione a soli 4″ di distanza dalla vincitrice.

Con questa gara, l’Astana Women’s Team ha concluso la propria trasferta negli Stati Uniti mentre il prossimo impegno agonistico sarà la Vuelta Femenina a Guatemala in programma dal 5 al 9 giugno.

FONTE COMUNICATO STAMPA

Astana Woman domani si corre la Dwars door Vlaanderen

Astana Woman impegnata al Dwars door Vlaanderen

Astana Woman impegnata al Dwars door Vlaanderen, un  antipasto del Giro delle Fiandre per Arlenis Sierra, Elena Pirrone e compagne

Astana Woman

Astana Woman

Astana Woman, la settimana che porta all’attesissimo appuntamento del Giro delle Fiandre è caratterizzata anche da un’altra gara di avvicinamento molto interessante ed impegnativa, la Dwars door Vlaanderen: la corsa femminile, di categoria UCI 1.1, avrà un percorso di 108.3 chilometri con sei muri e alcuni tratti in pavé. Negli ultimi 21 chilometri le atlete dovranno superare gli ostacoli di Vossenhol, Holstraat ed infine il ben conosciuto Nokereberg a soli 9 chilometri dalla conclusione: si prevede quindi una gara selettiva, ma difficile da pronosticare vista anche la vicinanza al più prestigioso Giro delle Fiandre.

L’Astana Women’s Team parteciperà alla Dwars door Vlaanderen per il secondo anno consecutivo. Nelle ultime gare Arlenis Sierra ha dimostrato di essere in buona condizione piazzandosi nona alla Driedaagse Brugge-De Panne e quattordicesima alla Gent-Wevelgem dove è stata molto brillante sul muro del Kemmelberg: l’atleta cubana proverà a cercare un altro buon risultato assieme alla bolzanina Elena Pirrone che alla Gent-Wevelgem è riuscita a concludere nel gruppo delle migliore e che quest’anno si è già messa in luce sul Nokereberg affrontandolo da fuggitiva solitaria nel finale della Nokere Koerse. Il resto della squadra sarà formato dalla cubana Jeidy Pradera, dalla kazaka Makhabbat Umutzhanova, dalla canadese Marie-Soleil Blais e dalla messicana Yareli Salazar.

Astana Women’s Team alla campagna delle Fiandre

Astana Women’s Team impegnata nelle Fiandre

Astana Women’s Team prossimi appuntamenti sono la Driedaagse Brugge-De Panne e la Gent-Wevelgem

Astana Women's Team (fonte comunicato stampa)

Astana Women’s Team (fonte comunicato stampa)

La campagna delle grandi classiche del nord sta per entrare nel vivo e nelle prossime settimane l’Astana Women’s Team sarà impegnata a più riprese nella gare di un giorno in Belgio ed in particolare nella regione delle Fiandre: prima della fine del mese di marzo è previsto subito un doppio appuntamento agonistico per la formazione italo-kazaka. Giovedì 28 l’Astana Women’s Team sarà infatti al via della Driedaagse Brugge-De Panne, una prova che dall’anno scorso si è aperta al ciclismo femminile e che proporrà un tracciato di 134.4 chilometri interamente pianeggiante: a rendere dura la gara ci penseranno il pavé, ma soprattutto il vento visto che si correrà lungo la costa belga. Domenica 31 si disputerà invece la Gent-Wevelgem: in programma 136.9 chilometri con Baneberg, Kemmelberg e Monteberg da affrontare ognuno per due volte.

A guidare la formazione dell’Astana Women’s Team in entrambe le corse ci sarà la cubana Arlenis Sierra che proprio alla Gent-Wevelgem l’anno scorso sfiorò il podio classificandosi in quarta posizione: il Trofeo Alfredo Binda non è andato come sperava e in Belgio andrà in cerca di riscatto. Al suo fianco Arlenis Sierra avrà la connazionale Jeidy Pradera, la messicana Yareli Salazar e l’ucraina Olga Shekel mentre per quanto riguarda gli ultimi due posti a disposizione ci sarà un po’ di rotazione tra le atlete: alla Driedaagse Brugge-De Panne correranno Amiliya Iskakova e Natalya Saifutdinova che poi alla Gent-Wevelgem lasceranno il posto a Elena Pirrone e Makhabbat Umutzhanova.

FONTE COMUNICATO STAMPA