Maxime Daniel si ritira, farà il contadino

Daniel Maxime si ritira a soli 28 anni

Daniel Maxime si ritira del ciclismo a soli 28 anni, l’atleta della Arkéa-Samsic ha deciso di porre fine alla sua carriera e farà il contadino

Daniel Maxime (fonte pagina Twitter)

Daniel Maxime (fonte pagina Twitter)

Daniel Maxime si ritira del ciclismo, a soli 28 anni il ciclista bretone della Arkéa-Samsic, professionista dal 2013, ha deciso di abbandonare il ciclismo professionistico. Il ciclista francese ha deciso di dedicarsi all’agricoltura nel piccolo comune di Saint-Maugan, in Bretagna.

In un’intervista al quotidiano Le TelegrammeDaniel ha voluto spiegare la sua decisione sottolineando come i tanti infortuni abbiano innescato un meccanismo di frustrazione che l’ha spinto alla scelta.

“Sono sempre stato infastidito dalle cadute, dalle malattie e speravo che la mia esperienza con team Arkéa-Samsic andasse diversamente. Dovevo lavorare per Andre Greipel ma le cose non sono andate al meglio. Ho avuto problemi al Challange di Maiorca e poi mi sono ammalato durante il Tour of Oman e sono finito fuori dai programmi del team” ha spiegato il transalpino.

Passato professionista nel 2013 alla Sojasun, Daniel si è trasferito al Team Arkéa-Samsic vincendo una tappa alla Volta a Portugal 2016 e chiudendo terzo alla Vuelta a la Comunidad de Madrid 2019.

I problemi fisici alla schiena e alla gamba sinistra hanno pesato sulla decisione nonostante il team Vital Concept – B&B Hotels si sia fatto avanti con una proposta di contratto.

“Devo essere sincero, non voglio mentire a me stesso e questa è la decisione giusta c’è poi l’altra mia passione che mi aspetta. Mi sono divertito con il ciclismo e ora diventerò un contadino” ha spiegato Maxime Daniel.

Quintana firma con la Arkea-Samsic

Quintana firma un accordo triennale con Arkea-Samsic

Quintana firma un accordo triennale con Arkea-Samsic, assieme a lui arriveranno al team francese anche il fratello Dayer, il nostro Diego Rosa e Winner Anacona

Nariro Quintata (fonte pagina twitter)

Nariro Quintata (fonte pagina twitter)

Quintana firma con la Arkea-Samsic, si chiude quindi il capitolo Movistar per il forte ciclista colombiano e la compagine iberica. I rapporti tra le parti erano da un po’ deteriorati e da qualche mese aveva preso forma la voce del passaggio al team francese.
Pare che le parti si fossero già sedute ad un tavolo subito dopo il termine della Parigi-Nizza in un incontro organizzato a Monaco in cui il team ha prospettato a Nairo la visione per il futuro. Naturalmente non c’è ancora nulla di ufficiale in quanto i trasferimenti possono essere ratificati solo dopo la data del primo agosto ma tutti porta a pensare che l’operazione sia ormai conclusa.
La storia d’amore tra Quintana e la Movistar vede dunque il capolinea dopo 7 anni, il colombiano aveva, infatti, fatto il suo esordio nel World Tour nel 2012 proprio con la maglia del team spagnolo. Negli ultimi anni, come detto, l’insoddisfazione per le performance altalenanti del colombiano era affiorata tanto da spingere il team a presentarsi al via delle competizioni di maggior prestigio (non ultimo il Tour 2019) con almeno due capitani designati.
Assieme a Quintana firmerà un contratto pluriennale con la Arkea-Samsic anche Winner Anacona e anche il fratello minore di Dayer passerà al team transalpino (fino al termine del 2020) dopo che quest’anno era sotto contratto con la Neri Sottoli-Selle Italia.
Anche il nostro Diego Rosa andrà a vestire i colori della squadra francese dopo gli ultimi 4 anni trascorsi con i colori del Team Sky prima e del Team Ineos poi nella speranza di invertire il trend che lo vede un po’ in calo.
Fernando Barceló, ventitreenne del team Euskadi Basque Country-Muria, entrato nel mirino di molte formaizoni WorldTour potrebbe essere il rinforzo in prospettiva.
Secondo indiscrezioni sempre più fondate anche l’altro capitano del Team Movistar, Mikel Landa, potrebbe salutare la formazione iberica per andare a sostituire Vincenzo Nibali come leader della Bahrain-Merida. Accando a Landa potrebbe arrivare Pello Bilbao mentre per rimpolpare la pattugli di leader lasciata sguarnita dalle due partenze, la Movistar dovrebbe siglare un accordo col giovane Enric Mas e con il danese Jakob Fuglsang.