Bottecchia e Androni Giocattoli Sidermec insieme

Bottecchia e Androni Giocattoli continua la collaborazione

Bottecchia e Androni Giocattoli continua la collaborazione anche per il 2019 arrivando a tre stagioni consecutive di collaborazione

Bottecchia e Androni Giocattoli

Bottecchia e Androni Giocattoli

Bottecchia e Androni Giocattoli continuano lungo la strada della collaborazione anche per la stagione 2019 portando così a 3 gli anni di partnership tra le due realtà. L’annuncio è di qualche giorno fa a seguito della vittoria di Ivan Sosa all’Adriatica Ionica Race.

Il trionfo del giovane scalatore colombiano sul Giau in sella alla Emme 4 Squadra frutto del lavoro de laboratorio Red Lab è l’immagine della positività del rapporto fra il team e uno dei marchi storici del ciclismo

Felice Marco Bellini, responsabile marketing e sponsor di Androni Giocattoli Sidermec: “Sarà il terzo anno con Bottecchia, un rapporto che si basa sulla reciproca soddisfazione grazie allo splendido lavoro svolto staff di Bottecchia Reparto Corse, coronato con un grande Giro d’Italia”.

Altrettanta soddisfazione nelle parole dell’AD di Bottecchia, Diego Turato: “La stagione ci sta regalando risultati esaltanti e grande visibilità, avremmo meritato una vittoria di tappa al Giro d’Italia 2018 che sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta. Siamo molto contenti di questa partnership”

La Emme 4 Squadra in dotazione al Team sarà il punto cardine del rapporto secondo le parole di Turato: “continueremo con ulteriori sviluppi sul telaio

Il Ceo di Bottecchia punta l’attenzione sugli aspetti tecnici legati alla bici, la Emme 4 Squadra, che dall’inizio 2018 è in dotazione al team con “l’obiettivo di fornire il miglior prodotto possibile ai corridori e andare avanti con un progetto che guarda ad un telaio sempre più performante. Un grande piacere sono i continue feedback positivi che ci stanno giungendo dagli stessi atleti che usano i nostri mezzi quotidianamente in gara e allenamento.

Non poteva mancare il pensiero del team manager dei campioni d’Italia Gianni Savio: «E’ bello che l’ufficializzazione della partnership sia arrivata in coincidenza di un successo di prestigio come quello di Ivan Sosa. Ivan, che ha trionfato usando una Emme 4 Squadra, mi ricorda molto Nelson Rodríguez Serna detto Cacaíto  che proprio su di una Bottecchia nel 1994 vinse una delle tappe regine del Tour de France precedendo Ugrumov e Pantani”.

Tour of Alpstana: vince Miguel Angel Lopez

Tour of Alpstana ancora a segno il team kazako

Tour of Alpstana: Miguel Angel Lopez conquista l’Alpe di Pampeago con una sparata finale, la maglia di leader a Ivan Sosa della Androni Giocattoli

Tour of Alpstana,

Tour of Alpstana?

Tour of Alpstana, con un gioco di parole vogliamo omaggiare la seconda vittoria in altrettante tappe da parte del Team Astana in questo Tour of Alpes 2018. Tappa interessante con l’arrivo in salita all’Alpe di Pampeago (cara al ricordo di Marco Pantani). Nella giornata di ieri è arrivata la vittoria di Pello Bilbao oggi, ad un anno esatto dall’ultima vittoria di Michele Scarponi ecco che è ancora il celeste a dominare con Miguel Angel Lopez.

Tour of Alpstana dicevamo, ed è proprio così perchè l’Astana dopo un 2o17 da dimenticare sta facendo letteralmente i numero in questo inizio 2018.

E’ stata una gara assolutamente piacevole quella di oggi, dopo 20 chilometri dal via ecco che partono  Jauregui (Ag2r La Mondiale), Mosca (Wilier Triestina Selle Italia), Rabitsch (Team Felbermayr Simplon), Rodriguez (Euskadi Basque), Frapporti (Androni Giocattoli), Goldshtein (Israel Academy). I fuggitivi prendono un vantaggio di oltre 5 minuti e, dopo aver superato il Redebus (Rabitsch primo a transitarvi davanti a Frapporti), arrivano ai piedi dell’ascesa finale con un gap ancora consistente (oltre due minuti) sul gruppo.

 

Davanti lavora forte la  UAE Team Emirates e lentamente tutti i fuggitivi vengono ripresi. Il gruppo si compatta e sgretola. Mancano 3000 metri al traguardo quando la pendenza si fa davvero durissima, sempre sopra il 10%. Ci prova Jan Hirt (Astana), ma dura poco la sua azione, dal momento che il drappello dei migliori, formato da una decina di elementi, vien su forte.

Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida) attacca e guadagna una ventina di metri, ma viene riagguantato da Miguel Angel Lopez, Thibaut Pinot e Ivan Sosa. Perde contatto Fabio Aru, mentre Froome dopo aver provato un frullata si stacca e rientra con il suo passo.
Arrivano quindi in cinque a giocarsi la vittoria finale ed è la sparata di Miguel Angel Lopez a fare la differenza, nessuno resiste al corridore dell’Astana che va a conquistare la seconda vittoria per il team kazako che fa pensare ad un Tour of Alpstana.

In maglia di leader Ivan Sosa della Androni Giocattoli è il giusto regalo per il compleanno del team manager Gianni Savio.

 

Androni Giocattoli rinnova la anche per il 2019

Androni Giocattoli rinnova la sponsorizzazione anche per il 2019

Androni Giocattoli azienda di Varallo Pombia rinnova la sponsorizzazione anche per il 2019 con il team di Gianni Savio

Androni Giocattoli

Androni Giocattoli

Androni Giocattoli e Gianni Savio continueranno a collaborare anche per la stagione 2019. E’ ormai un legame consolidato quello tra l’azienda con sede a Varallo Pombia (NO) e il sodalizio italiano di categoria Professional. Quest’anno, dopo due anni di assenza, la formazione tornerà a mettere in mostra i propri colori al Giro d’Italia.

E’ davvero un bell’esempio di longevità quello della sponsorizzazione tra l’azienda produttrice di giocattoli e la formazione di Savio che dura ormai da ben 12 stagioni. Accanto al marchio  Androni attualmente sono presenti Sidermec e Bottecchia mentre in precedenza la sponsorizzazione era condivisa come Selle Italia e Serramenti Diquigiovanni,

La licenza sportiva è attiva dal 1996, sempre sotto la direzione di Gianni Savio, tra i Grandi Giri ha preso parte solo al Giro d’Italia ottenendo l’importante numero di quattordici vittorie di tappa e di ben  tre successi nella classifica scalatori.

Soddisfazione sul proseguimento del rapporto è stata espressa da Gianni Savio: “Con le varie formazioni sponsorizzate Androni Giocattoli, abbiamo ottenuto tante vittorie a livello internazionale e scoperto giovani talenti e abbiamo anche rilanciato corridori importanti come il compianto Michele Scarponi e Franco Pellizotti, che ci ha regalato una splendida maglia tricolore. Abbiamo vinto cinque delle dieci edizioni sinora disputate del Campionato Italiano a squadre e siamo orgogliosi di portare lo scudetto sulle nostre maglie”.

Egan Bernal felice di essere al Team Sky

Egan Bernal parla della sua nuova squadra per il 2018

Egan Bernal talento colombiano veste i colori del Team Sky di Chris Froome e si prepara a prendere parte al Tour Down Under 2018

Egan Bernal

Egan Bernal

Egan Bernal, vincitore dello scorso Tour de l’Avenir è uno dei prospetti più interessanti del ciclismo mondiale ed è da poco passato dalla Androni Giocattoli di Gianni Savio al Team Sky. Un salto non da poco per l’atleta di Bogotà che potrà crescere accanto a campioni di caratura planetaria.

Il colombiano farà la sua prima apparizione con la maglia del team al Tour Down Under in Australia, programmato dal 16 al 21 gennaio anche per testare la sua condizione.

Egan Bernal, intervistato da Marca, si è detto entusiasta di questa nuova avventura nel team di David Brailsford:“Per me è davvero grandioso essere qui e spero di imparare tanto nelle prossime due/tre stagioni per migliorare soprattutto a cronometro“.

“Il Team Sky è la migliore squadra al mondo, è composta da corridori fortissimi e – ha aggiunto il colombiano – mi sembra di essere in un sogno”. Al fianco di Bernal, in Australia, ci saranno Jon Dibben, Owain Doull, Salvatore Puccio e Łukasz Wiśniowski e sicuramente il colombiano proverà a mettersi in mostra.

 

Androni Giocattoli rinnova la sponsorizzazione

Androni Giocattoli rinnova la sponsorizzazione con il team di Savio

 

Androni Giocattoli

Androni Giocattoli

Androni Giocattoli sarà ufficialmente il main sponsor della squadra diretta da Gianni Savio anche per la prossima stagione. Il mancato invito, non privo di polemiche, al Giro d’Italia aveva creato qualche frattura tra il team e l’azienda Novarese. In effetti la mancanza della visibilità offerta dalla corsa rosa aveva in qualche modo minato la volontà dello sponsor di proseguire la sua avventura nel ciclismo.

 

Va ricordato che l’Androni Giocattoli – Sidermec è in possesos della licenza come Professional Continental il che gli consente di partecipare ai Circuiti continentali della UCI ma a buona parte degli eventi World Tour solo mediante una wild-card.

La squadra fu creata per la stagione 1996 in seguito alla fusione tra il gruppo sportivo colombiano Gaseosas Glaciae e la ZG Mobili- Selle Italia nota negli anni 80 anche come Hoonved, Paini e Malvor. La figura centrale del team è stato, sin dalla fondazione, il mitico Gianni Savio già dirigente alla ZG Mobili-Selle Italia.

A fronte della esclusione dal Giro, però, ol team di Gianni Savio però  ha fatto registrare prestazioni di tutto rispetto in questi ultimi mesi tanto da indurre l’azienda con sede a Pombia a tornare sui suoi propositi di abbandono e continuare a legare il proprio marchio al team.

Ecco le parole di Gianni Savio: “Anzitutto devo ringraziare  Mario Androni e Paolo Scolé per la loro fiducia al team che continua dal lontano 2008. Nel corso degli anni abbiamo ottenuto grandi soddisfazioni e vittorie anche al Giro. Ora la filosofia del team è un parzialmente mutata ma abbiamo un gruppo di giovani, alcuni dei quali all’esordio tra i Professionisti ma già in grado di risultare vittoriosi. E’ un piacere sapere di poter programmare il futuro del team avendo al nostro fianco un marchio storico come Androni Giocatoli”