Roma Classics e Granfondo Campagnolo

Roma Classics e Granfondo Campagnolo Roma

Roma Classics, un circuito unico nella Capitale pensato per gli appassionati dello sport di tutto il mondo

Roma Classics (fonte comunicato stampa)

Roma Classics (fonte comunicato stampa)

Si è svolta presso l’Aula Giulio Cesare, all’interno di Palazzo Senatorio di Roma, la conferenza stampa di presentazione di Roma Classics, il nuovo circuito che comprende la Granfondo Campagnolo Roma, evento Infront – azienda leader nello sport marketing internazionale – e altri tre grandi eventi sportivi di massa che si svolgono nella Capitale.

Alla presenza dell’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale Daniele Frongia e di Angelo Diario, Presidente della X Commissione Sport, Benessere e Qualità della Vita, è stato presentato il progetto Roma Classics, il regolamento ufficiale e i vantaggi che includono, tra l’altro, l’iscrizione agevolata per la partecipazione a due, tre o tutti gli eventi sportivi del circuito. All’evento hanno partecipato anche 5 sportivi di massimo livello: il pilota Giancarlo Fisichella, il maratoneta Giorgio Calcaterra, lo schermidore Davide Di Veroli, la campionessa di triathlon Beatrice Mallozzi e la campionessa mondiale di Thai boxe Sveva Melillo.

Roma Classics si prospetta come una delle più avvincenti sfide sportive della città di Roma. Come ha ricordato il Sindaco Virginia Raggi“Sono felice che quest’anno partirà il progetto della Roma Classics, che porterà ancora più lustro nella nostra città”.

A chi porterà a termine due eventi sarà consegnato il diploma di “Gladiatore di Roma”, chi ne completerà tre sarà iscritto nell’esclusiva lista dei “Senatori di Roma”, chi le completerà tutte sarà nominato “Imperatore di Roma” e riceverà una medaglia esclusiva coniata per gli imperatori.

Andrea Tafi, vincitore della Parigi-Roubaix, Giro delle Fiandre e tre volte trionfatore del Giro del Lazio ha detto:

“Granfondo Campagnolo Roma e Roma Classics danno vita ad una sinergia unica. Ho avuto la fortuna di vincere per tre volte il Giro del Lazio, un evento internazionale di alto livello, che si concludeva alle Terme di Caracalla, non lontano dal Colosseo. Scenari unici che caratterizzano ancora la Granfondo Campagnolo Roma che richiama tanti ciclisti che vengono dal tutto il mondo per vedere la bellezza unica della Capitale da vivere sulle due ruote. Con Roma Classics, Roma e la Granfondo Campagnolo Roma diventano ancora di più meta per i ciclisti e gli sportivi di tutto il mondo”.

Gianluca Santilli, Presidente Osservatorio Bikeconomy e Fondatore Granfondo Campagnolo Roma ha aggiunto: “Roma, grazie a Roma Classics, diventa una meta internazionale degli appassionati dello sport di endurance ai quali offre quattro eventi di straordinario fascino, legati da una sfida unica ed appassionante. Entrare nella Hall of Fame di Roma Classics diventerà l’obiettivo di migliaia di sportivi di tutto il mondo”.

Iscrizioni a Granfondo Campagnolo Roma e Roma Classics. Tutti gli appassionati di ciclismo che vogliono partecipare alla Granfondo Campagnolo Roma 2019 possono registrarsi online sul sito www.granfondoroma.com. Per saperne di più su Roma Classics, visita il sito www.roma-classics.it

FONTE COMUNICATO STAMPA

Andrea Tafi si frattura: addio al sogno Parigi-Roubaix

Andrea Tafi si frattura la clavicola sinistra, addio sogno

Andrea Tafi si frattura la clavicola sinistra e deve dire addio al sogno di prendere parte alla Parigi-Roubaix 2019

 

Andrea Tafi (fonte pagina facebook)

Andrea Tafi (fonte pagina facebook)

Andrea Tafi si frattura la clavicola sinistra e non può dare concretezza al sogno di prendere il via alla Paris-Roubaix vinta nel 1999. L’ex corridore toscano aveva annunciato lo scorso ottobre che stava cercando un team professionistico che gli avrebbe garantito un posto per essere al via dell’inferno del nord. Nonostante la fatica per trovare una squadra non ha mai voluto rinunciare a questo sogno anche a dispetto dei 52 anni suonati.

L’opzione alternativa poteva essere quella di percorrere i 257 km della corsa partendo prima dei professionisti per poter tributare ai tifosi un saluto in memoria della vittoria del ’99.

Sabato, però, Andrea Tafi è caduto durante una corsa locale procurandosi la frattura della clavicola, ecco che il sogno è rapidamente svanito e il toscano dovrà accontentarsi del ruolo di spettatore vip:

“Forse non ero destinato a correre la Parigi-Roubaix per un’ultima volta, è incredibile pensare che è la mia prima fattura che subisco – ha raccontato Tafi  – E’ un peccato ma la vita continua e il ciclismo mi ha insegnato a non smettere mai di lottare contro le avversità. Mi sono allenato duramente per cinque mesi ed ero pronto a gareggiare, ora mi lecco le ferite ma senza rimpianti”.

La frattura di Tafi non ha richiesto alcun intervento chirurgico ma, con la Paris-Roubaix a solo un mese di distanza, è impossibile sperare in un recupero vista anche la complessità della prova:

“fosse stata una normale corsa in linea mi sarei allenato sui rulli mantenendomi competitivo ma con il pavé è impensabile affrontare la corsa dopo un mese da una frattura” ha spiegato l’ex pro.

Alcuni ex colleghi di Tafi avevano dubitando che potesse rimanere nel gruppo o raggiungere il traguardo nel velodromo di Roubaix con i ritmi dei professionisti.

“Sono stato ferito dalle critiche perché il mio obiettivo non era prendere le luci della ribalta o rubare il posto a colleghi più giovani. L’obiettivo era festeggiare un momento speciale della mia carriera e al contempo mostrare a tutti che possiamo guidare e gareggiare anche quando abbiamo più di 40 anni” ha raccontato l’ex campione della Mapei.

 

 

 

 

 

 

Andrea Tafi trova squadra, Parigi-Roubaix più concreta?

Andrea Tafi ritorno a Parigi-Roubaix?

Andrea Tafi a 52 anni vuole provare il ritorno a Parigi-Roubaix a 20 anni dalla vittoria della classica monumento pare abbia trovato un team!

Andrea Tafi

Andrea Tafi

Andrea Tafi corre verso il sogno di realizzare il ritorno a Parigi-Roubaix 20 anni dopo la vittoria nel 1999. Il 52enne ex corridore toscano ha dichiarato ai microfoni di Het Laaste Nieuws di aver firmato con una squadra che potrebbe entrare nella primavera francese Monumento ma al momento non ha ancora reso noto il nome del team.

Inizialmente c’è stato un avvicinamento con Patrick Lefevere, direttore generale del team Quick-Step Floors che si è espresso favorevolmente sul progetto ma non ha offerto all’italiano un posto nella

“Ma non posso ancora dire quale squadra sia ma c’è una proposta.  Tutti dicono che sono pazzo, ma non credo di esserlo. Nel profondo del mio cuore so quanto sia difficile questo progetto ma  mi sto allenando e vedrò cosa succederà. Sarà difficile, ma è qualcosa che voglio assolutamente fare per entrare nella storia del ciclismo. “

Andrea Tafi si è ritirato dopo la Parigi-Roubaix 2005 con un totale 30 vittorie in carriera, tra cui il Giro delle Fiandre, Il Lombardia e Parigi-Roubaix ed è ancora attivo negli eventi master in Toscana ma ora vuole celebrare il ventesimo anniversario della sua vittoria Parigi-Roubaix con una operazione da “Ritorno al Futuro”

Tafi gestisce un’azienda di abbigliamento da ciclismo e una di affitti di appartamenti per che prendono il nome dalle gare che ha vinto. Quest’anno ha preso parte a diverse gare master, gran fondo e ha anche partecipato ad una gara su strada autorizzata dall’UCI in Ungheria lo scorso mese di luglio.

Andrea Tafi ha già contattato l’UCI per essere aggiunto al pool di controllo antidoping degli atleti elite così da garantire i sei mesi di test previsti per regolamento e pare che diversi team Pro Continental con inviti per la  Parigi-Roubaix nel 2019 lo abbiano contattao.

I team wildcard di Parigi-Roubaix nel 2018 comprendono Vérandas Willems-Crelan, Direct Energie, Cofidis, Fortuneo-Samsic, Delko Marseille Provence KTM, Vital Concept e WB Aqua Protect Veranclassic.