Alexis Vuillermoz cade nella scarpata

Alexis Vuillermoz cade sul Mortirolo per una crisi d’asma

Alexis Vuillermoz ha pagato pesantemente la tappa di ieri, durante l’ascesa al Mortirolo è stato vittima di una crisi d’asma che l’ha portato a cadere

Alexis Vuillermoz

Alexis Vuillermoz

Alexis Vuillermoz, corridore della AG2R La Mondiale è stato una delle “vittime” della tappa di ieri del Giro d’Italia. Tanti corridori hanno pagato dazio nonostante dal percorso fosse stato rimosso il terribile Gavia. La tappa di ieri è stata segnata da un clima davvero terribile, la Tv ha trasmesso immagini davvero drammatiche, lo stesso vincitore della tappa, Giulio Ciccone, è apparso più volte intento a battere i denti per il freddo. Insomma più che una tappa, è stato un autentico calvario per gli atleti.

Alexis Vuillermoz, che ricopriva la diciottesima posizione in classifica alla partenza da Lovere, è stato protagonista di una bruttissima disavventura. Lungo la salita del Mortirolo, Cima Pantani, il corridore francese è stato colpito da una crisi asmatica davvero molto forte, talmente violenta da perdere il controllo della propria bicicletta e cadere in una scarpata.

Grazie all’aiuto dei compagni e dello staff del team e dell’organizzazione del Giro, Vuillermoz è stato prontamente aiutato a rimettersi in pista concludendo la frazione a 32’47” da Ciccone.

“Un grandissimo ringraziamento a tutto lo staff, ai ragazzi della squadra e all’organizzazione del Giro per avermi garantito sicurezza dopo una violenta crisi che mi ha fatto cadere in un fossato…in salita”, ha scritto sui social al termine di una giornata decisamente impegnativa ma portata ugualmente a termine con una grinta non da tutti.

 

 

 

Royal Bernard Drome Classic 2019: Giovanni Visconti quinto

Royal Bernard Drome Classic 2019: Visconti quinto

Royal Bernard Drome Classic 2019: Giovanni Visconti quinto all’arrivo mentre a trionfare è Alexis Vuillermoz

ROYAL BERNARD DROME CLASSIC: Giovanni Visconti (fonte comunicato stampa)

ROYAL BERNARD DROME CLASSIC: Giovanni Visconti (fonte comunicato stampa)

Miglior piazzamento in questo inizio di stagione per Giovanni Visconti che coglie un 5° posto importante in una corsa estremamente complessa come la Royal Bernard Drome Classic.

In generale è confortante la prestazione di squadra della Neri Sottoli – Selle Italia – KTM che, come successo già ieri, ha piazzato ben quattro atleti nei primi 30 dell’ordine d’arrivo rimanendo sempre unita e compatta attorno al proprio capitano.

Dopo il lavoro di Francesco Manuel Bongiorno e Umberto Marengo, che hanno tirato il gruppo per non lasciare eccessivo spazio alla fuga di giornata, sono entrati in azione nel finale della corsa Sebastian Schonberger, Simone Velasco ed Edoardo Zardini, sempre bravi a rispondere agli attacchi degli avversari mentre la sfortuna frenava Davide Gabburo, caduto lungo la discesa della Cote des Roberts.

Sull’ultima ascesa del durissimo muro di Allex era Zardini a fungere da stopper all’azione degli scatenati Bardet e Calmejane e a rilanciare nel successivo tratto dove assieme a lui si muoveva anche Velasco.

Ai -4 lo strappo decisivo nato sotto la spinta di Sebastian Schonberger che portava via un gruppetto di dodici corridori comprendente Giovanni Visconti. Il corridore austriaco operava il massimo sforzo fino all’imbocco della Cote du Haut Livron dove partiva all’attacco Alexis Vuillermoz che faceva la differenza nella successiva discesa per trionfare in solitario.

Visconti chiudeva al 5° posto vincendo la volata degli inseguitori con Sebastian Schonberger e Simone Velasco entrambi in top 20 e Edoardo Zardini a chiudere un’ottima prova al 27° posto.

La prossima corsa sarà la Strade Bianche che segnerà il nostro debutto 2019 nel World Tour.

Alexis Vuillermoz vince il Tour du Limousin 2017

Alexis Vuillermoz vince il Tour du Limousin 2017, doppietta Wanty nell’ultima tappa

Alexis Vuillermoz

Alexis Vuillermoz

Alexis Vuillermoz vince il Tour du Limousin 2017 mentre sul sul terzo gradino del podio finale si classifica il nostro  Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec).

L’ultima tappa è caratterizzata da tanti scatti che vedono tra i protagonisti anche atleti di primo piano come Mathieu Van Der Poel (Beobank – Corendon), ma a riuscire nell’azione buona sono due esponenti della Wanty – Groupe Gobert:  Guillaume Martin e Jérôme Baugnies, che arrivano ad avere un vantaggio fino a tre minuti, prima di entrare nel circuito finale con il gap inferiore ai due minuti.

I due mantengono un buon vantaggio mentre da dietro si muovono  il francese Roman Seigle della FDJ e i due italiani Mauro Finetto (Delko Marseille-Provence KTM) e Matteo Busato (Wilier Triestina-Selle Italia) ma ad aggiudicarsi la tappa è Guillame Martin, il ciclista filosofo (il francese vanta una Laurea, appunto, in filosofia) che taglia il traguardo davanti al compagno di fuga e di squadra Baugnies.

Con il nono posto odierno e con gli abbuoni conquistati ai traguardi intermedi, Alexis Vuillermoz sorpassa Elie Gesbert (Fortuneo-Oscaro) e conquista la classifica generale del Tour du Limousin 2017 in cui al terzo posto c’è Francesco Gavazzi.