Tadej Pogacar vittoria da campione al Tour della California

Tadej Pogacar il giovane “veterano”

Tadej Pogacar della UAE Emirates ha conquistato il Tour of California 2019 con la classe e la sicurezza di un veterano

Tadej Pogacar (fonte pagina facebook)

Tadej Pogacar (fonte pagina facebook)

Tadej Pogacar, sloveno di Komenda classe 1998 ha vinto il Tour de l’Avenir 2018, ed è passato professionista ad inizio della stagione con la UAE Emirates ma durante il recente successo al Tour of California 2019 ha dimostrato una classe e una sicurezza degna di un veterano delle corse.

Pogacar nella frazione con arrivo a South Lake Tahoe ha ottenuto un quarto posto che gli ha consentito di scalare la classifica generale e poi è riuscito a respingere gli attacchi di avversari agguerriti dome Tejay van Garderen e Richie Porte. Nella tappa con arrivo a Mount Baldy ha battagliato con Sergio Higuita (EF Education First) ottenendo la vittoria finale.

La vittoria al Tour of California 2019 come neo pro è un biglietto da visita assolutamente prestigiosa a cui si affianca la prestazione di livello alla Volta ao Algarve in Portogallo

“Questa gara era il mio obiettivo stagionale, sapevo di essere ben preparato ma non mi aspettavo di certo di ottenere la vittoria finale, sono davvero felice e non vedo l’ora di tornare l’anno prossimo” ha detto lo sloveno durante la conferenza stampa post gara di Pasadena.

Pogacar ha condotto una gara intelligente per tutta la settimana, centellinando le energie in vista della Monte Baldy dove ha scatenato tutta la sua forza oltre alla sua ormai nota capacità tattica. Nonostante i tanti attacchi, Pogacar ha mantenuto un invidiabile sangue freddo attendendo il momento migliore per la sua zampata. Atleti più esperti dello sloveno non sono riusciti a mantenere la stessa lucidità, Tadej al termine della corsa ha voluto ringraziare i suoi allenatori che lo hanno instradato, negli ultimi 10 anni, sulla miglior gestione della corsa.

“Se corri come ho fatto per 10 anni, impari tante cose ma alla mia età c’è tantissimo ancora da imparare. Ho iniziato a correre seguendo l’esempio di mio fratello, lui è stato un faro per me: quello che faceva lui volevo farlo anche io” ha detto lo sloveno.

Pogacar per il 2019 non ha in programma di prendere parte a nessuna grande corsa a tappe mentre, nel 2020, potrebbe affacciarsi sul palcoscenico del Giro o della Vuelta.

La vittoria di Pogacar fa pari con l a conquistato la maglia del leader rosa al Giro d’Italia da parte di  Valerio Conti altro atleta di belle speranze della UAE.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi