Silvia Pollicini intervista esclusiva per Ciclonews

Silvia Pollicini intervista esclusiva per la redazione di ciclonews

Silvia Pollicini intervista esclusiva con ciclonews in cui l’alteta della Valcar PBM ci racconta del suo amore per le due ruote e gli obiettivi per la stagione 2018

Silvia Pollicini

Silvia Pollicini

Silvia Pollicini intervista esclusiva con Ciclonews, la giovane atleta classe 1998 che si sta affacciando in modo importante tra le professioniste del pedale rosa alla sua seconda stagione con la maglia Valcar PBM è chiamata ad un ulteriore salto in avanti in termini di prestazioni.

Ciao Silvia, anzitutto grazie per aver accettato la nostra intervista, ci racconti come è nata la tua passione per il ciclismo?

Ciao ragazzi e grazie a voi per lo spazio che mi dedicate, ho iniziato con il ciclismo un po per caso: mi sono approcciata con il mondo dello sport praticando il triathlon. Ben presto mi sono resa conta che la parte che più apprezzavo era, appunto, quella del ciclismo. Mi sono quindi rivolta ad una società sportiva che aveva i giovanissimi ed era vicina a casa. Ho provato e lentamente ma inesorabilmente mi sono allontanata dal ciclismo perché sentivo nascere una vera passione per il ciclismo.

Il ciclismo è uno sport di fatica che richiede dedizione e impegno. Quanto ha influenzato la tua adolescenza ?

Si effettivamente il ciclismo è uno sport molto duro, per natura necessita di molto impegno, dedizione e costanza. I risultati sono dettati da un piano costante di allenamento e di miglioramento. Se non hai tenacia e costanza presto ti allontani da questo sport. Ecco queste caratteristiche rendono il ciclismo non solo uno sport ma anche una scuola di vita. Devo dire che la mia adolescenza può definirsi influenzata in modo positivo dal ciclismo e non credo che se tornassi indietro farei scelte diverse.

Perché suggeriresti il ciclismo ad una ragazza?

Spesso si sente dire che il ciclismo è uno sport non adatto alle ragazze ma penso che questo luogo comune sia assolutamente da sfatare, oltretutto in questi anno il movimento rosa del nostro paese è in grande crescita di risultati e la cosa può far avvicinare qualche ragazza in più a questo meraviglioso sport. Perché iniziare col ciclismo? Come dicevo prima, questo sport non è facile ma ti trasmette valori che tornano utili in tanti aspetti della vita quotidiana. Pur essendo spesso additato come uno sport individuale, viceversa il ciclismo ti insegna a fare gruppo, a lavorare di squadra e questo torna utile in ogni aspetto della vita. . Ho imparato che se vuoi raggiungere un obiettivo devi lavorare sodo e fare dei sacrifici, se semini bene poi i frutti arrivano.

C’è una corsa che Silvia Pollicini ricorda con particolare piacere?

L’anno scorso ho fatto il mio esordio tra le grandi ed  è stato un anno pieno di nuove esperienze: le prime corse tra le migliori, le prime gare World Tour, le prime corse a tappe. Sinceramente non saprei dirti una gara che mi ha segnata in modo particolare, diciamo che ogni gara fa storia a parte, ogni sfida ti insegna qualcosa e ogni sfida ti insegna qualcosa. Lo scorso anno posso definirlo un anno duro, di apprendistato ma le emozioni che ho incamerato ripagano di ogni sacrificio.

Cosa ti piace fare nel tempo libero? Ascolti qualche genere musicale in particolare?

Questo sport non lascia molto spazio al tempo libero tra corse e allenamenti ma credo che ognuno di noi possa ritagliarsi il proprio spazio personale. Nel tempo libero mi piace leggere, sono un’appassionata di libri gialli. Ho poi un grande obiettivo personale, quello di riuscire a laurearmi in Economia e Commercio, mi sono infatti iscritta a questa facoltà  all’università di Castellanza.

Come si trova Silvia Pollicini nel Team Valcar PBM? 

Sono alla Valcar PBM ormai da tre anni e mi sono trovata sempre molto bene. Tra il nostro presidente Valentino Villa, il nostro preparatore e ds Davide Arzeni e tutto lo staff tecnico di meccanici e massaggiatori siamo sempre state trattate bene e con professionalità. In più tra noi ragazze si instaura sempre un bel rapporto di amicizia e quindi si crea una bella atmosfera di gruppo.

Quali sono i prossimi obiettivi professionali di Silvia Pollicini per il 2018?

Il 2018 sarà sicuramente un’altra stagione piena. Sicuramente sono pronta ad aiutare al meglio possibile la mia squadra per riuscire a fare dei bei risultati durante tutta la stagione, aiutare le mie compagne mi riempie di soddisfazioni e credo che se una lavora bene poi possa uscire qualche occasione per mettersi in mostra.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi