Quanto guadagnano i ciclisti? Scopriamolo con una infografica

Quanto guadagnano i ciclisti? Analisi della Piramide dei guadagni

Quanto Guadagnano i Ciclisti?

Quanto Guadagnano i Ciclisti?

Quanto guadagnano i ciclisti? Ce lo chiediamo spesso quando li vediamo faticare su salite alpine tra il gelo del Giro d’Italia o il caldo che fa sciogliere l’asfalto al Tour de France. La fatica di cui un ciclista deve farsi carico non è, forse, pienamente ripagata dagli emolumenti che riceve.

Ad analizzare quanto guadagnano i ciclisti, tempo fa, sono stati due interessanti articoli di Les Echos (quotidiano finanziario francese) e il nostro Milano Finanza in cui si elencavano gli stipendi percepiti dall’intera piramide del ciclismo professionistico.

L’infografica spiega la piramide dei guadagni dei ciclisti professionisti per la stagione 2017.

Quanto guadagnano i ciclisti? Froome il più pagato

Il più pagato per il 2017 è naturalmente Chris Froome che nella stagione della doppietta Tour-Vuelta ha incassato 5 milioni lordi dal Team Sky per il suo ingaggio. Il kenyano è l’uomo di punta della squadra di punta dell’intero circuito World Tour e può contare su una serie di gregari che gregari non sono (tipo Geraint Thomas – che incamera ben 1,5 milioni l’anno).

Sullo stesso livello di ingaggio di Froome ecco il Campione del Mondo in carica Peter Sagan che intasca una cifra attorno ai 5 milioni di euro grazie all’abilità nelle corse in linea, i tre mondiali conquistati e il suo naturale appeal che la reso uno dei corridori più amati e con un “brand” appetibile sul mercato del Merchandising.

Appena al di sotto dei due campionissimi ecco il primo italiano, e non poteva essere che Vincenzo Nibali, che dal passaggio dall’Astana al Team Bahrain Merida ha ottenuto uno stipendio di circa 4 milioni l’anno. Alle sue spalle ecco che lo tallona l’altro scalatore italiano Fabio Aru che alla Astana percepiva circa 3 milioni di euro (da stabilire l’ingaggio alla UAE Emirates).

Alle spalle dei due alfieri del ciclismo tricolore, ecco arrivare un altro scalatore di primissimo livello come Nairo Quintana della Movistar che incassa circa 2 milioni a stagione cosi come il velocista britannico Mark Cavendish.

Quanto guadagnano i ciclisti? Ciclisti di seconda fascia

Alle spalle dei “top player” come vengono definiti nel calcio, si posizionano gli outsider delle corse a tappe: l’irlandese Daniel Martin, il già citato Geraint Thomas, l’australiano Richie Porte e il francese Romain Bardet, che viaggiano su ingaggi stimati tra il milione e il milione e mezzo.

I francesi Tony Gallopin, Pierre Rolland e Artaud Demare, abili a districarsi tra corse a tappe e classiche, viaggiano a cifre tra i 600 mila e i 900 mila euro.

Quanto guadagnano i ciclisti? I “gregari”

Secondo i report dei quotidiani citati i gregari o, in termini più nobili, i co-equipier di maggior spessore si attestano tra i 300 e i 100 mila euro in base al team di appartenenza, gli anni di esperienza maturata e i risultati ottenuti.

I gregari minori, ma di esperienza, sono invece compresi in un segmento tra 60 e 90 mila euro. In fondo alla piramide dei guadagni ci sono i neo-pro che arrivano a prendere cifre attorno ai 20 mila euro. E’ facile dunque verificare come la piramide sia molto allungata, stretta al vertice e molto larga alla base.

E’ evidente la forbice tra gli assi delle due ruote e quelli del pallone, nemmeno paragonabile lo stipendio delle punte del ciclismo (Froome) con i Top Player del Calcio (Messi e Ronaldo si attestano attorno ai 30 milioni più tutti i diritti di immagine).

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi