Presentazione GRAVEL ROAD SERIES

GRAVEL ROAD SERIES

GRAVEL ROAD SERIES

Il 10 e 11 ad Alba (CN) si disputerà la seconda tappa del circuito Gravel Road Series Specialized

Il Gravel secondo Franco Monchiero!

Ecco, in sintesi, quello che aspetta i concorrenti in questo secondo appuntamento del nuovo circuito ciclistico destinato agli amanti dei fondi misti.

Il promotore del circuito, insieme a Cristian Trippa e Davide Bonandrini, nonché ideatore dell’originale format di gara, ha tracciato personalmente, sulle strade di casa e le dolci colline delle Langhe, questa gara che si preannuncia estremamente panoramica ma anche tecnica e molto divertente, visto la presenza di numerose sezioni off road.

La nuova specialità, che si pratica a cavallo tra asfalto e sterrato, sta raccogliendo sempre più adepti, sia tra gli stradisti sia tra i bikers, tra i quali si annovera un Campione del Mondo.

Ormai è ufficiale, infatti, la presenza al via della prova di Alba anche di una delle icone della Mountainbike, ovvero Christoph Sauser, Il pluri iridato campione svizzero di Cross Country e Marathon.

Le Langhe, con le loro dolci colline, arricchite dai vigneti da cui nascono vini famosi in tutto il mondo, i borghi antichi  e gli scenari naturali che sono dei veri e proprio gioielli da scoprire, ospiteranno una manifestazione dal sapore unico ed inebriante. Così come lo è questa terra, che ha un paesaggio “scolpito” dal lavoro dell’uomo che non ha eguali (e per questo consacrato nel giugno 2014 con l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO), reso ancora più amabile da una cucina ricca di sapori, colori e profumi, capaci di esaltare i sensi.

Per gli appassionati di Gravel, ma anche per tutti i viaggiatori che amano il Belpaese, un appuntamento quindi imperdibile quello in programma in questo suggestivo angolo di Piemonte.

Franco Monchiero, questa volta impegnato nella doppia veste di supervisore del circuito Gravel Road Series e di organizzatore della prova, ha voluto dare un’impronta personale e molto off road a questa gara che si corre nella sua Alba, tra le colline e le strade che ben conosce.

E non ha dubbi: “Questo percorso è veramente Gravel. L’ho tracciato personalmente e ho cercato di disegnare un percorso di gara che rappresenti nel modo migliore quello che per me deve essere questa specialità…lo adoro”.

Il che, tradotto, significa che in questa seconda prova del circuito, il cui format di gara si ispira alle competizioni enduro, quindi con prove speciali cronometrate e trasferimenti ad andatura libera vincolati solo dal controllo orario, avrà molti settori off road, dove non conterà solo pedalare ma anche guidare la bici con la giusta tecnica e padronanza sui fondi sconnessi e sterrati.

Quella di Alba, seppure con diversi nomi, del resto è una manifestazione che ha già una propria storia. La prima gara Gravel in Italia si è organizzata  proprio a La Morra (CN) e nel corso delle due passate edizioni ad Alba il percorso di gara è stato affinato. Perché gli appassionati veri sono sì attratti dai paesaggi spettacolari, come quello delle Langhe, ma vogliono anche qualcosa di diverso rispetto le classifiche granfondo su strada.

“Ci hanno chiesto a gran voce più Gravel – spiega Franco – e ho voluto accontentarli! Nei circa 79 Km previsti, quindi, ci sarà, quindi molto sterrato e l’aspetto tecnico sarà predominante. Insomma, ci sarà da divertirsi anche nella guida ,e non solo da pedalare e godersi il panorama bellissimo, che sarà comunque l’altro aspetto di rilievo”.

Il percorso, infatti, si snoda su e giù per le colline, caratterizzato da strappi brevi e mai veramente “cattivi”, anche se a tratti impegnativi, e attraverserà diverse tenute all’interno di vigneti con importanti cantine, dove nascono vini preziosi, come il Barolo o il Barbaresco e altre perle della enograstronomia piemontese.

Ma prima di dedicarsi alle mille delizie della tavola, magari sfruttando l’occasione per scoprire le Piole, le antiche osterie delle Langhe, oppure le rinomate trattorie paesane, così come i ristoranti, spesso stellati,  che hanno reso questa terra così amata dai buongustai, è auspicabile guadagnarsele in sella alla propria bici.

Non sarà facilissimo, ma nemmeno impossibile e di sicuro alla portata dei molti appassionati che già praticano o vogliono avvicinarsi al mondo Gravel.

Sono in programma tre Prove Speciali (tratti cronometrati che determinano la classifica finale) varie e differenti tra loro, ma tutte da guidare con un coefficiente tecnico all’altezza delle aspettative degli specialisti più incalliti e, siamo sicuri, non mancheranno nemmeno i bikers che non disdegnano di alternare le gomme grasse con quelle più strette usate di consueto in questo tipo gare, comunque da regolamento praticabili con qualsiasi tipo di bici.

Del resto la prima prova di di Castellania è stata vinta da un certo Martino Fruet, che gli appassionati di mountainbike ben conoscono e dalla altrettanto famosa  Rebecca Garibaldi testimonial Specialized Italia.

Nella gara di Alba la griglia di partenza sarà arricchita da una delle icone assolute della Mountainbike, ovvero  Christoph Sauser.

Il pluri iridato campione svizzero di Cross Country e Marathon, di recente secondo classificato alla Cape Epic insieme a Jaroslav Kulhavy, ora nella nuova veste di Specialized Brand Ambassador, ha accettato una nuova sfida ed ora, in sella alla sua Diverge, parteciperà alla gara di Domenica, mentre Sabato 10 sarà a disposizione per incontrare i propri fan ed autografare le tabelle porta numero.

La zona di partenza e arrivo e relativa area paddock è previsto in località San Casciano, in una bella area verde alle porte di Alba, dove il villaggio espositivo degli sponsor sarà allestito già da sabato 10, giorno previsto per la ricognizione del percorso e delle Prove Speciali.

Oltre alle tracce del percorso di gara, l’organizzazione ha preparato anche delle tracce gps con i percorsi alternativi, comprensive dei ristori, che potranno seguire gli accompagnatori, anche in bici, per andare  sui punti salienti gara.

Un’occasione in più, per tutti gli appassionati di ciclismo e non solo, per venire ad Alba e scoprire un territorio unico e, perché no, per avvicinarsi ad una specialità delle due ruote altrettanto affascinate.

L’iscrizione si può effettuare sul sito Gravel Road Series

 

FONTE: COMUNICATO STAMPA

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *