Passage du Gois: salta l’appuntamento col Tour 2018

Passage du Gois: niente Tour de France 2018

Passage du Gois

Passage du Gois

Passage du Gois: è una delle strade più pericolose al mondo ed era stato annunciato come uno dei momenti più temuti e spettacolari del prossimo Tour de France ma l’organizzazione ha dovuto rinunciare a proporlo. La “colpa” è legata ai Campionati Mondiali di Calcio in Russia che costringeranno la Gran Boucle ad essere posticipata di una settimana ( al 7 luglio). In quella  data parrebbe impossibile l’attraversamento del celebre tratto di strada della Vandea a causa dell’alta marea che verosimilmente andrà a coprire la strada.

Passage du Gois informazioni:

Il Passage du Gois  è una lingua di terra pavimentata che viene ciclicamente inghiottita dalle maree che collega l’Isola di Noirmoutier con la Francia nella regione della Loira.

La lingua è lunga 4,125 metri ed è spesso, appunto, sommersa il che la rende davvero difficile da praticare in auto, figuriamoci in bicicletta. L’attraversamento trai origine dal XVIII secolo e il suo nome significa letteralmente “Bagnare gli Zoccoli”. L’attuale pavimentazione venne creata solo tra il 1935 e il 1939. Dal 1942 è Monumento Nazionale Francese.

La strada è nota per la gara Strides Gois, una corsa che inizia con l’alta marea e si completa con la maggior parte dei concorrenti che nuotano a mezz’acqua.

Passage du Gois al Tour 1999:

Il Tour de France affrontò il Passage du Gois nell’edizione 1999, l’anno della prima vittoria (poi revocata) di Lance Armstrong. Era la seconda tappa della corsa francese, il giorno prima il texano aveva vinto il prologo e indossava la maglia di leader. Al passaggio caddero molti atleti tra cui alcuni dei favoriti per la vittoria di quel Tour (che era orfano per svariati motivi di (Jan Ullrich, Marco Pantani, Laurent Jalabert e Bjarne Riis). Alex Zulle e Ivan Gotti (vincitore del Giro 1999 a causa della squalifica di Pantani) persero quasi sei minuti dallo statunitense dicendo subito addio alle speranze di vittoria (Il Passaggio du Gois venne poi affrontato nel 2011, precisamente nella prima tappa, che vide imporsi Philippe Gilbert).

 

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *