Nicola Gaffurini trionfa al Beograd-Banja Luka II

La vittoria di Nicola Gaffurini a Banja Luka © Sangemini-MG.KVisAl Beograd-Banja Luka II dominio della  Sangemini-MG.KVis con Nicola Gaffurini, corridore bresciano, che se ne è andato via nel finale ed ha conquistato un preziosissimo successo.

Seconda piazza per il compagno di team Paolo Totò, capace di avere la meglio sul serbo Dusan Rajovic (Adria Mobil).

Serge Pauwels conquista la tappa al Tour de Yorkshire

La Dimension Data è la mattatrice dell’ultima tappa del Tour de Yorkshire 2017. La squadra sudafricana fa il bis sul traguardo di Sheffield grazie a Serge Pauwels che trinfa davanti al compagno di squadra Omar Fraile.

Ordine d’arrivo

1 Serge Pauwels (Dimension Data)
2 Omar Fraile (Dimension Data)
3 Jonathan Hivert (Direct Energie)
4 Brent Bookwalter (BMC Racing Team)
5 Tao Geoghegan Hart (Team Sky)

Classifica generale

1 Serge Pauwels (Dimension Data)
2 Omar Fraile (Dimension Data)
3 Jonathan Hivert (Direct Energie)
4 Brent Bookwalter (BMC Racing Team)
5 Matthew Holmes (Madison Genesis)

GP Francoforte: i dettagli

Risultati immagini per gp francoforteIl 1 maggio in Germania è sinonimo di  GP Francoforte. La corsa tedesca entrata a far parte del WorldTour è giunta alla 55ª edizione e si è sempre disputata fin dal 1962, ad eccezione dell’edizione del 2015 quando si decise di cancellarla per la minaccia di un possibile attentato terroristico.

 

 

 

I FAVORITI

Alexander Kristoff 

John Degenkolb

Peter Sagan

Michael Matthews

André Greipel

Fernando Gaviria

Marcel Kittel 

 

ALBO D’ORO RECENTE

2016 KRISTOFF Alexander

2014 KRISTOFF Alexander

2013 SPILAK Simon

2012 MOSER Moreno

2011 DEGENKOLB John

2010 WEGMANN Fabian

2009 WEGMANN Fabian

2008 KROON Karsten

2007 SINKEWITZ Patrik

 

Paura per Bouhanni

Attimi di paura per Nacer Bouhanni o al Tour de Yorkshire 2017, il francese è caduto rovinosamente a circa 20 chilometri dalla conclusione della tappa di oggi, rimanendo immobile a terra privo di sensi. Tempestivi i soccorsi, il corridore della Cofidis che è stato trasportato all’ospedale più vicino. Fortunatamente durante il trasporto in ambulanza il corridore ha ripreso conoscenza.

 

Richie Porte conquista il Romandia

Tante emozioni alla crono del Giro di Romandia 2017 rimasta incerta fino all’ultimo secondo. A risultare il più veloce è stato Roglic della LottoNL-Jumbo, con Richie Porte (BMC) che mantiene limitato il ritardo all’arrivo, riuscendo a conquistare la classifica generale davanti a Simon Yates della Orica-Scott. Grazie al successo di giornata, lo sloveno chiude il podio finale a discapito del nostro  Fabio Felline (Trek-Segafredo) che fofarse avrebbe meritato maggior fortuna visto l’impegno profuso nella corsa elvetiva.

 

Guai per Moscon?

La notzia degli insulti di  Gianni Moscon rivolti a Kevin Réza hanno fatto il giro del web. Sia la Sky, che gli organizzatori del Giro di Romandia e la stessa UCI  al momento non hanno preso una situazione.Pare però che il massimo organismo del ciclismo mondiale abbia deciso di aprire un’inchiesta per valutare la situazione e capire eventuali sanzioni.

Il corridore trentino rischia una squalifica massima fino a  sei mesi così come riporta l’articolo 12.1.005, che regolamenta le sanzioni per i corridori che usano un linguaggio diffamatorio e danneggiano l’immagine del ciclismo.

Adam Yates è pronto per il Giro

Risultati immagini per adam yatesAdam Yates, lo scorso anno ottimo protagonista alla Grand Boucle, quest’anno vuole cimentarsi al Giro d’Italia, con l’obiettivo dichiarato del podio e, perchè no, anche di qualcosa di più.

“Il Giro ha un fascino particolare e il fatto che questa si la centesima edizione gli conferisce un tocco extra di prestigio che si riflette nel livello dei corridori che saranno al via quest’anno. Ci sarà grande concorrenza ma  mio obiettivo è lottare almeno per il podio. Le due tappe a cronometro sono due incognite per me ma con il team abbiamo lavorando duramente per questo obiettivo, sono certo che daremo tutti i massimo e poi vedremo come sempre la strada cosa dirà”.

Bernard Eisel e il suo magnifico gesto

Risultati immagini per tour of yorkshire eisellNe abbiamo parlato in questo articolo del bel gesto di Bernard Eisel che ha “portato” al traguardo la bicicletta di Marco Haller, caduto durante il Tour de Yorkshire.

Ma vediamo meglio chi è Eisel. Nato a Voirsberg in Austria, comune di  9 474 abitanti, è passato professionista nel 2001. E’ giunto 64esimo al Giro d’Italia del 2003, nel 2005 ha vinto la  1ª tappa del Tour de Suisse (Weinfelden), nel 2006 la 2ª tappa Tre Giorni di La Panne e nel 2009 ha bissato la vittoria al Tour de Suisse sempre nella prima (Davos) ha poi conquistato molte altre vittorie in corse di minor importanza.

Dal 2016 è in forza alla Dimension Data

 

I team per cui ha corso:

2001-2002 Mapei
2003-2004 fdjeux.com
2005-2006 Française des Jeux
2007 T-Mobile
2008 Team High Road
2008-2009 Team Columbia
2010-2011 Team HTC
2012-2015 Sky
2016- Dimension Data

 

Figurine “Rosa”

ImagePanini celebra la 100a edizione del Giro d’Italia con una novità assoluta. L’azienda modenese ha infatti realizzato, su licenza di RCS Sport e in collaborazione con “La Gazzetta dello Sport”, la collezione ufficiale di figurine sui team e i protagonisti della Corsa Rosa, che prenderà il via venerdì 5 maggio da Alghero per concludersi a Milano il 28 maggio.

Allora tutti pronti con il “celo, celo, mi manca..” in salsa rosa

Intervista ad Edward Ravasi

L'immagine può contenere: 1 persona

Intervistiamo oggi Edward Ravasi (corridore classe 94, della provincia di Varese in forza alla UAE Team Emirates.

Ciao Edward, sei uno dei talenti emergenti del ciclismo italiano, come ti sei approcciato a questo sport e in quele momento hai capito di poter diventare un pro?

Ciao, devo dire che fin da piccolo mi sono approcciato a questo sport poi  nelle categorie giovanili l’ho vissuto come attività fisica  e svago. Ho iniziato a capire  che  poteva concretizzarsi l’idea di diventare un professionista  nel mio secondo anno al  Team Colpack dopo il Valle d’Aosta e con la vittoria di tappa al Valli Cuneesi.
Il ciclismo è uno sport individuale a squadre ma il legame tra compagni di squadra è qualcosa di indissolubile, hai qualche amico speciale nel mondo del ciclismo?

Ho avuto sempre buonissimi rapporti con tutti i compagni con cui ho corso anno dopo anno, devo dire che un’amicizia un po’ più stretta l’ho instaurata con quelli con cui pedalo sulle strade di casa con cui l’amicizia resiste anche se magari abbiamo impegni agonistici diversi.

 


Risultati immagini per edward ravasiSei di Besnate in provincia di Varese, hai qualche percorso nel varesotto che adori come terreno di allenamento?

Mi piace un po’ tutta la provincia siamo davvero fortunati tra percorsi e paesaggi,in particolare d’estate mi piace restare verso nord provincia in Valcuvia e in Valganna, li c’è davvero poco traffico e i percorsi possono essere davvero duri e allenanti.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

A inizio anno non me ne sono prefissati ed ho fatto bene! Purtroppo la mia programmazione è un po saltata a causa di un infortunio. Ripresi gli allenamenti sono ripartito dal Giro di Croazia e ora mi confronterò con il Giro d’Italia.

Ho la possibilità di correre un grande Giro, un sogno per ogni corridore professionista, è una bella occasione per fare esperienza per i prossimi anno ma, prometto, appena si presenterà l’occasione,  sicuramente proverò ad approfittarne!
Il ciclismo è uno sport di sacrificio e per emergere sicuramente hai dovuto rinunciare a molto ma questo sport ti ha dato altrettanto, perché lo suggeriresti a un ragazzino?

Si, è vero, spesso bisogna rinunciare a diverse cose. Ad esempio il riposare dopo un allenamento quando potresti uscire con gli amici la sera o lo stare sempre molto  attento a tavola possono pesare ma la gioia che provi quando raggiungi un obbiettivo non la scambierei con nulla al mondo, ti lascia  una sensazione che ripaga moltissimo e,  in quei momenti, apprezzi ancora di più le semplici cose della vita.
Hai qualche hobby particolare per il tuo tempo libero?

Non ho un hobby in particolare, come dicevo prima la bici ti lascia poco tempo e cosi devi godere delle cose importanti della vita come state con la mia ragazza e vedermi con gli amici
Segui qualche altra disciplina sportiva?

Sinceramente io adoro quasi tutto lo sport, ma se proprio vuoi che scelga, ti dico lo sci e l’altetica

Risultati immagini per edward ravasiIl tuo campione preferito del ciclismo e perché?

Non ne ho uno in particolare ma forse Alberto Contador è quello, grazie  alla sua imprevedibilità, mi ha affascinato di più. E poi devo dire che Ivan Basso è un esempio di professionalità per noi ragazzi giovani.

Il tuo sportivo preferito (oltre il ciclismo) e perché ?

Beh visto che adoro l’atletica non posso non dire Usain Bolt. Perché? Beh, facile,  è il più forte di tutti