Problemi per la Lotto Soudal

Risultati immagini per lotto soudalPotrebbero esserci alcuni problemi in vista per la Lotto – Soudal per via del verdetto di una causa legale portata avanti dall’ex corridore del team belga Jurgen Van de Walle e conclusasi a favore dell’atleta.

La Lotto potrebbe essere costretta a pagare cifre importanti come indennizzo ai suoi ex corridori. Van de Walle, che ha militato tra il 2011 e il 2013 fra le fila del team prima griffato Omega Pharma – Lotto e poi come Lotto – Belisol, è stato risarcito di 56.000 euro di per se non  un grande danno per la Lotto – Soudal, ma la situazione potrebbe peggiorare nel caso in cui altri atleti impugnassero la medesima sentenza.

Chad Young in gravi condizioni

Risultati immagini per Chad Young Axeon Hagen BermanGiorni assurdi per il ciclismo. Le strade di tutto il mondo continuano a rivelarsi sempre molto pericolose e dagli Stati Uniti arrivano notizie che ci lasciano nuovamente senza respiro.

A causa di una caduta durante l’ultima tappa del Tour of The Gila, il giovane Chad Young si trova in condizioni critiche in un ospedale di Tucson, in Arizona.

In un primo momento, nonostante i tanti traumi subiti dal ragazzo, le condizioni sembravano discrete ma ora un comunicato della squadra (Axeon Hagen Berman) definisce  la situazione “aggravata”.

 

Intervista a Kristian Sbaragli

L'immagine può contenere: 1 personaIntervistiamo Kristian Sbaragli unico italiano in forza al Team Dimension Data

D: Ciao Kristian, ricordi il momento, o la corsa in cui hai capito che il ciclismo poteva diventare qualcosa di più dello sport con cui divertiti?

R:Ho iniziato a correre a 7 anni  ed i primi anni ho praticato molti sport  tra cui anche  il calcio ed il nuoto . Ho poi continuato solo con la bici ma fino alla categoria juniores l’ho vissuta solo come divertimento. Nel 2007 quando ho visto che ero veramente competitivo ho iniziato a sperare di poter arrivare al professionismo .

D: Hai disputato molte corse nelle tua carriera, quale ricordi con maggior piacere?

R: Ricordo sempre con piacere quando ho vinto il campionato italiano allievi nel 2006 a Massa Lombarda . Poi la mia prima corsa da Professionista nel 2013 il Trofeo Laigueglia : una grande emozione .

D: il ciclismo è uno degli sport di maggior fatica, come riesci a superare i momenti di difficoltà in corsa?

R: Il ciclismo è sicuramente uno sport molto impegnativo. A livello professionistico non si può lasciare niente al caso. Le difficoltà in corsa le superi grazie al sacrificio che fai quotidianamente in allenamento con l’obbiettivo sempre rivolto alle corse per cui ti stai preparando .

D: Il ciclismo viene descritto come uno sport individuale a squadre ma credo che tra compagni di squadra si instauri un rapporto incredibile. Hai un momento o una persona a cui sei più legato nel mondo del ciclismo?

R: Il ciclismo , soprattutto al giorno di oggi, è sempre più uno sport di squadra anche se i risultati sono individuali . Sono già 5 anni che corro nella stessa squadra , Team Dimension Data , e sicuramente con tanti dei miei compagni si è instaurato un rapporto di amicizia e fiducia. Ogni risultato , piccolo o grande è sempre frutto del lavoro della squadra .

D: Quali sono i tuoi obiettivi professionali per quest’anno?

R: Adesso sto ultimando la preparazione in vista del Giro d’Italia : è un mio grande obbiettivo! Dopo la corsa rosa  mi impegnerò per poter far parte della selezione italiana per i prossimi mondiali in Norvegia .

D: Qual è la corsa che vorresti vincere assolutamente in carriera?

R: La mia corsa dei sogni è sicuramente la Milano Sanremo : una corsa unica e particolare . Sarebbe bello riuscire a vincerla un giorno.

D: hai in campione preferito nel mondo del ciclismo?

R: Nel ciclismo di oggi il mio ciclista preferito è sicuramente  Philippe Gilbert  ma sono cresciuto naturalmente  guardando in televisione Marco Pantani !

D: Segui altri sport? il tuo atleta preferito italiano o straniero?

R: A livello sportivo in generale il mio campione preferito è sicuramente Valentino Rossi .

D: Kristian, come ti vedi tra vent’anni?

Molto difficile da dire! non so a dire la verità. Sai nel nostro sport bisogna sempre guardare di giorno in giorno, puntare al prossimo appuntamento e fare il massimo possibile. Una cosa è certa non correrò più in bicicletta tra vent’anni 🙂

 

Grazie mille Kristian, in bocca al lupo per l’imminente Giro d’Italia.

 

La Lotto Soudal per il Giro

Indovina chi viene al Giro per la Lotto Soudal?La Lotto Soudal ha annunciato la formazione per l’edizione numero 100 del Giro d’Italia.

Il leader sarà il tedesco André Greipel che proverà a ripetersi dopo le tre vittorie di tappa dell’anno scorso: a guidarlo ci saranno Jasper De Buyst e Moreno Hofland.

Peer la classifica ci sarà il 34enne Maxime Monfort con poche possibilità di entrare nei 10; rosa per il Giro della Lotto Soudal è  completata da Lars Bak, Sean De Bie, Bart De Clercq, Tomasz Marczynski e Adam Hansen: quest’ultimo, che compirà 36 anni il prossimo 11 maggio, cercherà di portare a termine il suo 17esimo grande giro consecutivo.

Acuto di Felline al Romandia

Risultati immagini per fabio fellineFabio Felline  è il primo leader del Giro di Romandia 2017. Il corridore della Trek – Segafredo conquistando così il prologo della rassegna elvetica superando di due secondi il quotato Alex Dowsett (Movistar) e Alexander Edmonson (Orica-Scott).

Dowsett, ultimo a lanciarsi, all’intermedio aveva fatto registrare il suo stesso tempo ma al traguardo ha dovuto arrendersi al nostro Fabio.

GP Liberazione alla Bastianelli

L'immagine può contenere: una o più persone, bicicletta e spazio all'apertoLa seconda edizione del GP Liberazione Pink sullo storico circuito romano delle Terme di Caracalla ha visto trionfare nuovamente Marta Bastianelli che ha conquistato la  sua prima vittoria stagionale.

Se lo scorso anno Marta aveva atteso la voltata finale, oggi ha attaccato poco prima dell’inizio dell’ultimo giro.

Con lei c’erano la compagna di squadra della Alé Cipollini Soraya Paladin, la lituana Rasa Leleivyte dell’Aromitalia-Vaiano e per un tatto anche Elena Franchi.

 

Nel finale la Bastianelli ha fatto valere il proprio spunto andando a conquistare il successo di questo GP Liberazione Pink bissando quello del 2016: Rasa Leleivyte e Soraya Paladin si sono piazzate rispettivamente in seconda e terza posizione.

“Questa vittoria è per Michele Scarponi” ha dichiarato subito dopo l’arrivo.

Valverde in lacrime: “La vittoria è per Michele”

Commozione per Alejandro Valverde che a stento trattiene  le lacrime al termine della Liegi – Bastogne – Liegi 2017.  “Prima di tutto voglio dire che questa vittoria è dedicata a Michele. Era un mio grande amico ed è stata una vera disgrazia. Voglio ribadire che il premio per la vittoria va alla sua famiglia. Quando ho saputo di questa disgrazia sono stato malissimo. Mancherà a tutti noi del gruppo e a tutti gli  appassionati di ciclismo. Michele aveva sempre un sorriso per tutti e cercherò di stare vicino alla famiglia di Michele a cui faccio le mie condoglianze”.

Yoann Offredo vittima di una aggressione

Terribile episodio accaduto oggi a  Yoann Offredo, portacolori della Wanty – Groupe Gobert, che  è stato aggredito da alcuni uomini armati di taglierini mazze da baseball mentre si stava allenando. La dinamica non è stata ancora del tutto chiarita di sicuro Offredo stava pedalando con alcuni compagni e amici quando si è verificato l’inspiegabile gesto.

“Non sono tanto le ferite fisiche che mi stanno facendo soffrire quanto lo spavento e il terrore che un simile atto mi ha lasciato. Non pensavo potesse mai accadermi un fatto similare”.

 

 

Rachele Barbieri intervista esclusiva

Rachele Barbieri intervista esclusiva per www.ciclonews.biz

Rachele Barbieri

Rachele Barbieri

La nostra redazione ha intervistato Rachele Barbieri neo campionessa del mondo su pista. Alcune veloci domande sul ciclismo e sulla vita:

Come mai hai scelto il ciclismo come tuo sport?

Ho iniziato da piccolina ispirata da mia sorella Rebecca (più grande di me si 5 anni!)

Quanto l’impegno sportivo ha influenzato la tua adolescenza, quali valori ti ha trasmesso il ciclismo che applichi anche nella vita e perché lo suggeriresti a una ragazza?


R: Il ciclismo per me è stato un vero e proprio insegnamento di vita! Per questo dico che lo sport per un bambino è fondamentale. Grazie al ciclismo sono cresciuta con meno paura e più sicurezza. Mi hanno sempre considera tutti più “matura” dei miei coetanei e credo che sia solo perché gli insegnamenti avuti in questo bellissimo ambiente mi hanno permesso di crescere con la giusta “testa”!

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi professionali

Prossimamente mi dedicherò alla strada, per il mio team Cylance Pro Cycling senza, però, tralasciare troppo la pista!

Se dovessi immaginarti tra 20 anni come ti vedi?

Spero soddisfatta e felice di quello fatto fino a quel momento!!

Grazie Rachele per la tua cordialità, che la vita possa esaudire ogni tuo sogno!

Intervista a Anna Trevisi del Alé Cipollini Team

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'apertoIntervista esclusiva di Ciclonews ad Anna Trevisi del Alé Cipollini Team del 1992.

D: Ciao Anna, come mai hai scelto il ciclismo come tuo sport?
R: Ho scelto il ciclismo perché regala tante emozioni, per me le due ruote sono adrenalina pura!

D: Quanto l’impegno sportivo ha influenzato la tua adolescenza ?
R. Devo dire che l’impegno nel ciclismo ha condizionato molto
la mi adolescenza …. non è stato facile conciliare lo studio con lo sport e le tante ore di allenamento. Ho naturalmente dovuto fare delle scelte ma devo confidare che il ciclismo mi hanno fatta “maturare” come persona. Non mi sono mai pentita di dover sacrificare un po del mio tempo libero per trascorrerlo sulle due ruote.

D: Quali valori ti ha trasmesso il ciclismo che applichi anche nella vitae perché lo suggeriresti a una ragazza?
R: Come ho detto, a fronte di alcune pesanti rinunce, il ciclismo mi ha trasmesso il piacere del senso del sacrifico e mi ha fatto diventare una persona molto determinata, credo sia uno sport che suggerirei ad occhi chiusi ad una ragazza.

D: Quali sono i tuoi prossimi obiettivi professionali?
R: I miei prossimi obbiettivi sono la “Freccia Vallone ” e la “Liegi poi il 25 aprile correrò il Trofeo Liberazione a Roma per poi concentrarmi su due eventi all’estero: il Tour of Yorkshire 2017 e poi ilTour of Chongming Island.

D: Se dovessi immaginarti tra 20 anni come ti vedi?
R: Tra 20’anni mi vedo madre di famiglia e magari con un lavoro nel settore ciclistico

In bocca al lupo, possa la vita esaudire ogni tuo sogno!