Merckx chiama Nibali: complimenti

Merckx chiama Nibali, il cannibale si complimenta col siciliano

Merckx chiama Nibali dopo l’entusiasmante azione con cui il messinese ha conquistato la Milano-Sanremo

Merckx chiama Nibali,

Merckx chiama Nibali,

Merckx chiama Nibali, l’azione da fenomeno con cui il messinese è andato prendersi la Milano-Sanremo 2018 ha scatenato l’entusiasmo di un mito del ciclismo: il cannibale ha alzato la cornetta per complimentarsi con lo Squalo dello Stretto.

Non è stata un’azione qualunque quella di Vincenzo che sul Poggio ha piazzato uno scatto impressionante che gli ha permesso di prendere un discreto margine che ha difeso con il cuore (e le palle come ha detto Peter Sagan) fino a planare sull’arrivo di Via Roma per una monumentale doppietta con Il Lombardia conquistato lo scorso autunno.

Come dicevamo dopo il podio e la festa ecco arrivare la chiamata che non ti aspetti: il telefono squilla e dall’altra parte della cornetta ecco lui, Eddy Merckx che di Milano-Sanremo ne ha vinte ben 7.

Merckx chiama Nibali: la reazione di Vincenzo

“E’ stata una vera sorpresa per me quella telefonata e anche motivo di orgoglio – le parole del siciliano dalle colonne de Il Messaggero – Si è complimentato con me per quel mio attacco sul Poggio. Merckx ha un occhio diverso dagli altri di guardare la gara e questo vuol dire che ha apprezzato il modo speciale con cui ho vinto”.

“Sono uscito dalla Tirreno-Adriatico con una condizione in crescita, nelle ultime frazioni della corsa dei due mari ho capito che alla Sanremo avrei potuto tentare qualcosa – ha continuato lo Squalo – non potevo arrivare con Kwiatkowski, Peter Sagan o Alaphilippe perché avrei certamente perso”. Insomma non solo condizione di forma eccellente ma anche strategia e cuore: “Ero molto concentrato e sapevo che dovevo andare da solo e quella era la cosa giusta da fare. E’ stata una scelta fatta con la testa e con il cuore, maturata quando ho capito che sul Poggio nessuno attaccava. Poi quegli ultimi interminabili 2 chilometri con il vento in faccia dove avevo paura di essere ripreso. Non guardavo dietro e pensavo ad andare a tutta”, ha spiegato il siciliano.

Cosa prevede il futuro di Nibali per questo 2018?  “La mia specialità sono le corse a tappe e il mio obiettivo sarà fare classifica al Tour de France. Mi concentrerò poi sulla Vuelta Espana ma prima voglio cimentarmi Giro dei Paesi Baschi, Fiandre e la settimana delle Ardenne, con Amstel, Freccia Vallone e Liegi”

In tutto questo c’è un appuntamento imperdibile e raro ossia il Mondiale di Innsbruck dedicato agli scalatori: “Farò delle ricognizioni nei prossimi giorni”. Avversari avvisati!

Condividilo sui tuoi socialShare on Facebook
Facebook
178Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi