Luca De Angeli condannato a 10 anni

Luca De Angeli ex professionista condannato a 10 anni!

Luca De Angeli, ex professionista nel team di Marco Pantani, condannato a 10 anni di reclusione con l’accusa di tentato omicidio

Luca De Angeli

Luca De Angeli (fonte http://www.ciclismoblog.it)

Luca De Angeli, molti lo ricorderanno come ex professionista tra il 2001 e il 2005, ora 42enne è stato condannato a 10 anni di reclusione con l’accusa di tentato omicidio nei confronti di Adil El Gazi, 36enne marocchino con cui era in rotta da tempo a causa di alcuni diverbi per cause di cattivo vicinato.

Il fatto risale allo scorso 18 ottobre quando in una palazzina di via Puliche a Massa è avvenuta una accesa discussione tra Luca De Angeli e un vicino di casa per questioni legate ad un posto auto condominiale.

L’ex ciclista si è avvicinato al rivale sparandogli alcuni colpi con una pistola poi risultata rubata. De Angeli è stato arrestato di lì a poco dai carabinieri, da quel giorno è in carcere in attesa del processo che si è svolto ieri con il rito abbreviato davanti al giudice Alessandro Trinci. Enzo Frediani
Nella sua arringa il pubblico ministero Alberto Dello Iacono ha ribadito come l’ex ciclista abbia sparato contro il vicino con l’intenzione di ucciderlo chiedendo 11 anni e 4 mesi di reclusione. La difesa, curata dall’avvocato , ha chiesto di derubricare l’accusa di tentato omicidio in lesioni, sottolineando come De Angeli abbia sparato da distanza ravvicinata, massimo 60-70 centimetri.

De Angeli era in possesso di una regolare licenzia di tiro e secondo la difesa l’obiettivo del corridore era solo quello di spaventare il vicino di casa.

A favorire la  ricostruzione dei fatti erano a disposizione le immagini della telecamere di sorveglianza di un appartamento vicino, in cui è stata immortalata tutta la scena.

Il giudice ha ritenuto valide le accuse formulate dalla procura condannando l’ex ciclista a 10 anni di reclusione per tentato omicidio. Prevedibile il ricorso in appello da parte della difesa.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi