Le parole di Nizzolo all’arrivo

Per Giacomo Nizzolo un buon quarto posto

Un quarto posto abbastanza positivo  per il nostro Giacomo Nizzolo nella prima tappa di questo Giro d’Italia del centenario. Il velocista milanese e campione Italiano è arrivato alla corsa rosa senza troppi chilometri nelle gambe, anzi addirittura a pochi giorni dal suo debutto stagionale ma la classe di Giacomo è indiscussa e già oggi ha dato segno delle sue capacità.

Nonostante la condizione di forma ancora approssimativa, Nizzolo ha tenuto testa alle migliori ruote veloci del gruppo e, se si considera la vittoria “beffa” di  Lukas Pöstlberger (Bora-hansgrohe), è giunto al terzo posto tra i velocisti “veri” e la sua condizione non può far altro che crescere.

“La vittoria di Pöstlberger  è stata una sorpresa per tutti, come team abbiamo tenuto una tattica di gara perfetta, sapevo di non essere in forma e dovevo necessariamente partire da dietro, cosi ho fatto e non posso lamentarmi. Oggi speravo di fare meno fatica anche se si sapeva che sarebbe stata una tappa complicata, il gruppo si è fatto sorprendere dall’austriaco, a volte accade. Io correvo su Greipel e Gaviria, e la mia tattica è stata giusta; certo  avrebbe fatto piacere a tutti indossare la rosa oggi ma sento di aver dato il massimo e non posso recriminare per nulla. Quando arriverà la condizione spero di togliermi qualche soddisfazione”

 

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *