La felicità in bicicletta tra ciclismo e mindfulness

La felicità in bicicletta. Mindfulness dinamica 

La felicità in bicicletta. Mindfulness dinamica per ciclisti consapevoli è un libro di Walter Ballarini e Daniela Angelozzi pubblicato da Il Punto d’Incontro.

La felicità in bicicletta

La felicità in bicicletta

La felicità in bicicletta di Walter Ballarini e Daniela Angelozzi è arrivato sulla nostra scrivania e lo abbiamo letteralmente sbranato in poche ore. Il libro propone la visione della Mindfulness dinamica applicata, appunto, all’uso della bicicletta. Pedalare fa bene, non solo per il corpo ma anche per la mente, lo dicono molti studi e lo ribadisce questo bellissimo libro.

Mindfulness significa maggior consapevolezza e rappresenta una tecnica meditativa, riconosciuta come strumento terapeutico funzionale al ritrovamento dell’equilibrio e della felicità. Cos’è la felicità? Per molti è salire in sella e pedalare e, in questo, i cicloamatori hanno un’opportunità maggiore rispetto ai professionisti del pedale.

Andare in bicicletta aiuta l’essere umano a ritrovare il proprio spazio, aumentandone la consapevolezza del proprio potenziale, riducendo ansia e stress. Andare in bicicletta è una sfida per affrontare non solo la fatica ma anche i propri limiti e le difficoltà.

La felicità in bicicletta presenta una via per acquisire una consapevolezza di se stessi e del mondo che ci circonda. La bici, per chi non è abituato a spostarsi con questo mezzo rappresenta una nuova sensazione di viaggio fisico ed interiore.

Il libro fornisce, quindi, alcuni suggerimenti basilari per praticare la Mindfulness dinamica pedalando all’aria aperta, un modo diverso per meditare e vivere il rapporto con il ciclismo. Non più con l’esasperazione della performance fisica ma per trovare equilibrio modulando diversamente la cadenza della pedalata, della respirazione e del fluire del vostro pensiero.

La Mindfulness contribuire ad uscire dalla “trappola dei pensieri negativi” e il contributo del ciclismo è assolutamente funzionale a questa pratica. Insomma uniamo il piacere del pedalare con la ricerca della felicità attraverso la percezione dell’attimo libero dai condizionamenti esterni della quotidianità.

La felicità in bicicletta ci aiuta nel percorso di crescita per conoscere meglio noi stessi accrescendo la capacità di comprensione di noi stessi e degli altri.

Se avete pedalato almeno una volta nella vostra vita sapete che dopo un’uscita vi sentite “pieni”, rilassati, rinvigoriti pur nella sensazione di stanchezza. Pensate ora a questa sensazione moltiplicata dalla nuova consapevolezza offerta dalla Mindfulness. Ecco allora correte in libreria e sperimentate…

La felicità in bicicletta: indice del libro

Premessa

  1. La felicità
  2. La mindfulness
  3. L’equilibrio
  4. L’arte di “essere” in bicicletta
  5. Metterci la testa, ma anche le mani
  6. La tua prima bici
  7. La bici dei tuoi figli ha ruote e non rotelle
  8. La prima bici non si scorda mai
  9. Adesso pedala
  10. Cambiare spesso per non fermarsi mai
  11. Una pedalata al giorno
  12. Bici in tutti i sensi – l’olfatto
  13. La notte porta consiglio
  14. Biking in thè rain
  15. La bicicletta è femmina
  16. La donna è mobile
  17. Pedoni si nasce, ciclisti si diventa
  18. Sesso e bici
  19. Allenarsi deve essere un piacere
  20. Gli uomini in sella
  21. Le donne in sella
  22. La bici a pedalata assistita
  23. Le strade dei cicloturisti
  24. La bici per percorrere tutti i terreni
  25. Ciclisti, ma anche automobilisti
  26. Il ciclismo eroico o audace
  27. Pedalando con i microbi
  28. Il silenzio è d’oro
  29. Vampiri sulla strada
  30. Un lungo viaggio in bici
  31. Il cibo come nutrimento del corpo e dell’anima
  32. Il bagaglio e l’arte di alleggerire
  33. Il bagagliaio e l’arte di bilanciare
  34. L’abito non fa il monaco, ma fa il ciclista
  35. Il diario del viaggio lento
  36. I miei passi prima di imparare a pedalare
  37. Conclusioni… per iniziare il viaggio
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.