Kettlebell allenamento, la guida completa per ciclisti

Kettlebell allenamento: la guida completa per ciclisti

Kettlebell allenamento di origine russa che sta spopolando anche tra i ciclisti, guida completa a pesi, esercizi: tutto quello che serve sapere

Kettlebell allenamento
Kettlebell allenamento

Che cos’è il kettlebell?

Il Kettlebell è un attrezzo ginnico che ha avuto un grande sviluppo negli ultimi anni. La sua forma ricorca un campanaccio per vacche con una maniglia per la presa e una forma sferica (la parte inferiore). il peso è misurato in PUD (circa 16 kg). Il più famoso allenatore è il russo Pavel Tsatsouline. Proprio in Russia i Girya erano l’unico strumento di allenamento sia nelle scuole che nelle palestre.

Nel nostro paese sono arrivati da relativamente poco ma hanno subito trovato riscontri favorevoli in preparatori atletici e bodybuilder. I kettlebell risultano essere un attrezzo ideale per chi vuole lavorare sulla forza, sull’esplosività o anche solamente perdere peso.

Questi attrezzi presentano come delle palle di cannone, nere o colorate con una maniglia

 

Kettlebell quanto pesa?

Attualmente in commercio si possono trovare diverse pezzature di Kettlebell, da 4 kg sino ad un massimo di 54 kg ma non è raro trovare anche di più pesanti. Se volete allenarvi con questi attrezzi suggerimento:

  • 12kg per soggetti fuori forma,
  • 16kg per soggetti in forma
  • 24kg per soggetti molto allenati.

ATTENZIONE: Per chi si avvicina a questo attrezzo è meglio che  il peso non superi il 10% del vostro peso corporeo.

Kettlebell e Girevoy

Il “campanaccio” non è solo un attrezzo generico da palestra ma esiste anche un vero e proprio sport di sollevamento delle kettlebell: la sfida è sollevare, con due movimenti (slancio e strappo) il peso sopra la testa dell’atleta nel maggior numero possibile di ripetizioni.

Kettlebell workout

Questi strumenti favoriscono i lavori con i muscoli del core garantendo stabilità e compensando i movimenti delle altre parti del corpo garantendo anche un effetto di post-combustione.

Pur trattandosi di esercizi semplici suggeriamo, soprattutto all’inizio, di utilizzare un peso ridotto e di passare gradualmente a attrezzi più pesanti: è importante eseguire gli esercizi in sicurezza e in modo corretto, senza esagerare con i pesi, per evitare infortuni.

Esercizi classici

  • Around the body
  • Hand switch
  • Russian twist
  • Deadlift
  • Otto
  • Russian swing
  • Goblet squat
  • Single arm military press

I principali benefici

Con questa tipologia di allenamento si potranno avere importante  benefici che interesseranno:

  • sistema endocrino e metabolismo
  • sistema endocrino
  • capacità coordinative
  • capacità condizionali
  • sistema tendineo e articolare

Un attrezzo per tutti? No!

No se soffrite di dolori articolari e alla schiena meglio chiedere parere al vostro medico curante prima di iniziare allenamenti con questo strumento. Per ottenere risultati con questo attrezzo bisogna avere una base di partenza e procedere, come per ogni sport, per gradi ricordando che i movimenti pliometrici e repentini tipici dell’attrezzo non sono l’ideale per utenti inesperti.

Kettlebell i vantaggi per i ciclisti:

Questo attrezzo presenta importanti vantaggi per chi pratica il ciclismo. Anzitutto permette di svolgere esercizi dinamici consentendo di lavorare sia sulla muscolatura che sulla parte cardio. Gli esercizi sono essenziali e di facile apprendimento ma nonostante ciò consentono di lavorare su diverse articolazioni stimolando anche il movimento della pedalata. 

Trattandosi di allenamenti dinamici evitano la noia tipica della ripetitività dell’uso dei macchinari da palestra. Questri attrezzi richiedono molta stabilità del “core” e degli arti inferiori offrendo un modo per migliorare la stabilità pelvica utile nel ciclismo.

Questi attrezzi sono attimi nelle fasi centrali e finali della stagione, nella  fase preagonistica e agonistica quando il nostro corpo è adeguatamente allenato e sono suggeriti per i lavori sulla forza esplosiva.