Ivano Maffei ciclista toscano

Ivano Maffei

Ivano Maffei

Ivano Maffei, la sua carriera

Ivano Maffei ciclista toscano abile su strada e su pista dove conquista il titolo mondiale a Liegi 1976

Ivano Maffei nasce a San Miniato Basso, in provincia di Pisa, il 24 settembre 1958. Si avvicina al ciclismo praticando la pista e la strada e nel 1976 ottiene nove vittorie tra cui la classifica Generale del Giro della Lunigiana e, soprattutto il titolo di Campione Mondiale Juniores a squadre conquistato a Liegi assieme a Corrado Donadio, Gianni Giacomini e Alessandro Primavera.

Nel 1977 conquista il successo al G.P. La Torre e ottiene ben dodici vittorie nelle prove su pista. Convocato per i Campionati del Mondo di San Cristobal, è nono nell’inseguimento a squadre.

Nel 1978 Maffei corre per la  G.S. Essebi – Colnago e conquista ben sette vittorie nelle corse su strada, tra cui il  GP Sportivi Poggio alla Cavalla e altre dieci nella pista. E’ ottavo al GP della Liberazione e prende parte ai Campionati del Mondo di Colonia ottenendo il settimo posto nella 100 km. Inoltre, a Bassano del Grappa, fa suo il titolo di Campione Italiano a punti. Sempre nel Nel ’78 è medaglia di bronzo nella corsa in linea ai campionati mondiali militari.

Nel ’79 è secondo al prologo del Giro delle Regioni corsa in cui ottiene anche un quarto posto sul traguardo di Alessandria. Ai Mondiali di Valkenburg  è sesto nella 100 km ed ai Giochi del Mediterraneo di Spalato conquista la medaglia d’oro nella cronometro a squadre assieme a Mauro De Pellegrini, Gianni Giacomini ed Alberto Minetti.

Ivano Maffei passa al G.S. Del Tongo e continua a mietere successi anche la stagione seguente: vince dodici gare su strada tra cui il Giro del Casentino, il GP Comune di Cerreto, la Coppa Cicogna e la Coppa Mobilio Ponsacco a cronometro ed al GP del cuoio e delle pelli è secondo solo a Gianni Giacomini.
Ivano ottiene il tutolo italiano nell’inseguimento a squadre con la formazione della Toscana ed è convocato per i Giochi Olimpici di Mosca 1980. Alla rassegna iridata Ivano è quinto nella cento chilometri a squadre con Giacomini, De Pellegrin e Minetti ed è quarto nell’inseguimento con Milani, Bontempi e Bincoletto stabilendo anche il nuovo record mondiale.

Nel 1981 il toscano vince il il G.P. Città di Vinci ed è secondo alla Coppa Bologna e l’anno seguente passa professionista con la Del Tongo di Beppe Saronni.

L’anno successivo passa alla Dromedario ed al termone della stagione 1983, a soli 25 anni, decide di ritirarsi dal ciclismo professionistico.