Giro d’Italia 2020: quanti giovani talenti

Giro d’Italia 2020 al via tanti campioncini!

Giro d’Italia 2020 saranno in tanti i giovani pronti a stupire: dal nostro Ciccone al “fenomeno” Evenepoel senza dimenticare Oomen

Giro d'Italia

Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2020, come tutta questa stagione, sarà assolutamente particolare ed inedito; poco la pandemia globale la voglia di tornare alla normalità è tanta per tutti e soprattutto per gli sportivi che hanno perso tante opportunità di competere.

La corsa rosa 2020 sarà sicuramente ricordata per il posizionamento in calendario in autunno e potrebbe certamente essere influenzata da condizioni climatiche del tutto nuove. Quello che è certo è che al via della corsa a tappe tricolore ci saranno tanti giovani di grandi prospettive.

Non ha bisogno di particolari introduzioni il nostro Giulio Ciccone che dopo aver fatto il diavolo a quattro nell’edizione 2019 conquistando l’ambitissima maglia Azzurra e aver indossato la maglia gialla al Tour,potrebbe, pur lavorando come gregario di Vincenzo Nibali, cullare il sogno (nemmeno troppo esagerato) di ottenere un posto nella top10 finale.

Chi arriverà in Italia per vincere è il predestinato Remco Evenepoel, ventenne della Deceuninck Quick-Step, che è già un fenomeno del ciclismo mondiale e che, a dispetto dei soli 20 anni, sarà il capitano della sua formazione contro i vari Carapaz e Nibali. Sulle doti di Remco non vi sono dubbi ma andrà testato sulle tre settimane.

Altro nome interessante è quello dell’olandese Sam Oomen che nel Giro d’Italia del 2018 è esploso con le sue doti che, seppur messe a disposizione di Tom Dumoulin, gli sono valse il nono posto finale. Sam è ai saluti con la Sunweb (andrà alla Jumbo-Visma) ma vorrà sfruttare al meglio il ruolo di capitano designato del team.

Brandon McNulty è un nome caldo: buono a cronometro, egregio in salita sono in tanti a chiedersi cosa potrà fare questo talento americano classe ’98.

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.