Giovanni Grauso: nel ciclismo c’è ancora doping!

Giovanni Grauso ex  procuratore della Federciclismo  parla di doping nel ciclismo

Giovanni Grauso

Giovanni Grauso

Giovanni Grauso, ex procuratore della Federciclismo ha dichiarato ad ANSA: “Nel ciclismo ancora c’è il problema del doping. Un Giro d’Italia, con tappe di oltre 100 chilometri al giorno, è umanamente impossibile da affrontare per un atleta”.
A pochi giorni di distanza dalla presentazione della corsa rosa arriva un accorato allarme sulla situazione e i rischi che il ciclismo sta ancora correndo. Le parole arriva, appunto, dall’ex procuratore della Federciclismo nel biennio che vide sotto la sua gestione ben 57 medici sociali (36 dei quali condannati), messi alla sbarra per mancato aggiornamento delle cartelle cliniche degli atleti.

“Sono uscite sostanze che consentono di non essere ‘pizzicati’ dal sorteggio – ha precisato Grauso al Consiglio nazionale dell’Us Acli a Roma – l’effetto si vede due mesi dopo, quando il ciclista riposa. E’ tutto scientificamente calcolato”.

 

 

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi