Geraint Thomas: chi è il corridore del Team Sky

Geraint Thomas corridore del Team Sky

Geraint Thomas corridore classe 1986 di Cardiff dagli esordi con un terribile incidente al periodo alla Saunier Douval per approdare al Team Sky

Geraint Thomas

Geraint Thomas

Geraint Thomas nasce il 25 maggio 1986 a Cardiff in Galles in particolare nel quartiere Whitchurch nel nord della città. Inizia a praticare il ciclismo attorno ai dieci anni nel Maindy Flyers Cycling Club.

Nella categoria Juniores, nel luglio 2004, riesce ad aggiudicarsi la medaglia d’argento nella corsa a punti dei Campionati Europei di Valencia e il titolo mondiale Juniores nello scratch a Los Angeles. Queste prove valgono a un Thomas, neanche diciottenne, la selezione  alla British Cycling Olympic Academy.

Nel 2005 un brutto incidente rischia di compromettere la sua carriera:  durante un allenamento a Sidney  un pezzo di metallo si stacca dalla ruota del corridore che lo precede e si infila nel suo addome causandogli l’asportazione della milza.

Nel 2006 firma con la Saunier Douval per poi passare alla Barloworld e le sue prove gli valgono la chiamata del Team Sky. Nel 2014 si mette in evidenza alla Parigi-Nizza quando, al termine della quarta tappa, indossa la maglia di capoclassifica.

Nel 2007 Thomas prende parte per la prima volta al Tour de France 2007 (è il ciclista più giovane in corsa oltre che il primo gallese al via) con la maglia della Barloworld. Chiude la corsa al 140 posto (su 141 arrivati a Parigi). La partecipazione alla Grande Boucle gli vale la nomination per il premio “Personalità dell’anno dell’anno della BBC Wales 2007”.

 

Nel 2008 niente Tour per Geraint che compete al Giro d’Italia ma il vero obiettivo stagionale sono i Giochi Olimpici di Pechino.

Il 18 agosto Thomas con la squadra di inseguimento batte il record mondiale (stabilito dal Team UK il giorno prima) con il tempo di 3:53.314 che vale l’oro olimpico di specialità (sconfiggendo la squadra danese). A quei giochi Geraint non prende parte alle prove individuali preferendo la squadra e i risultati gli danno ragione.

A dicembre, viene nominato membro dell’Ordine dell’Impero Britannico (MBE) nel 2009 New Year Honors.

 

Nel 2009 Geraint Thomas è vittima di una brutta caduta alla Tirreno-Adriatico nella tappa di Macerata andandosi a schiantare contro una barriera di sicurezza in cui ha riportato la rottura del bacino e si è fratturato il naso.

Il 30 ottobre, Thomas stabilisce il tempo di inseguimento più veloce secondo le regole attuali, quando ha completato i 4 chilometri in 4:15.105 al primo turno della Coppa del Mondo di ciclismo su pista UCI al Velodromo di Manchester.  A fine anno arriva l’annuncio della firma con il Team Sky.

 

Nel 2010 Thomas chiude al ventunesimo posto nella classifica generale del Critérium du Dauphiné e al Tour indossa la maglia bianca del miglior giovane per qualche giorno (nono posto nella classifica finale dei giovani). La soddisfazione principale è il titolo di campione del Regno Unito.

 

Il 2011 si apre con buone prestazioni nelle classiche (decimo nel Giro delle Fiandre) e con la vittoria al Bayern-Rundfahrt (prima vittoria tra i pro)

 

Al Tour de France, Thomas chiude sesto nella tappa di apertura e indossa la magli bianca per qualche giorno. In generale chiuderà al 31 ° posto. Maggiori soddisfazioni arrivano al Tour of Britain in cui conquista la classifica a punti, dopo essere stato ben posizionato nella classifica generale prima di un brutto incidente. A settembre fa parte del team della Gran Bretagna ai Campionati del Mondo UCI su strada aiutando Mark Cavendish a conquistare la maglia iridata.

 

Il 2012 è anno di Olimpiadi Estive e di Olimpiadi di Londra, quindi Geraint si dedica alla pista non prima di aver preso parte alla Parigi-Nizza, dove ha aiutato Bradley Wiggins a vincere la classifica generale. Al Giro d’Italia lavora con il team per aiutare Mark Cavendish nella conquista di ben tre tappe.

Ai Campionati Mondiali su Pista di Melbourne vince l’oro nell’inseguimento a squadre facendo segnare il nuovo record mondiale.
Alle Olimpiadi di Londra ecco arrivare il bis con l’oro nell’inseguimento a squadre battendo gli australiani con quasi 3 secondi di margine e stabilendo un altro record mondiale (3: 51.659).

 

Thomas ha iniziato la stagione 2013 al Tour Down Under conquistando la seconda tappa e battagliando perla generale (chiusa al quinto posto). Al Tour è vittima di una brutta caduta in cui riporta una frattura ma non demorde e aiutata il suo capitano Chris Froome alla conquista della maglia gialla.

A fine stagione, ai campionati del mondo di Firenze, fa parte del sestetto Sky che si aggiudica la medaglia di bronzo nella cronometro a squadre iridata.

Thomas ha gareggiato nella cronometro su strada ai Giochi del Commonwealth del 2014 conquistando la medaglia di bronzo mentre al Tour de France, complice l’assenza di Chris Froome ha fatto da spalla a Richie Porte, piazzandosi 22 ° in classifica, il suo miglior risultato di sempre al Tour de France. A dicembre, Thomas è stato votato Personaggio dell’anno della BBC Wales.

Nel  2016 si aggiudica  la classifica finale della Volta ao Algarve (sua anche nel 2015) e poche settimane dopo vince anche la prestigiosa Parigi-Nizza. Al Tour fa da fidato gregario di Froome che va a vincere la sua terza Grand Boucle mentre Thomas chiude al 15esimo posto.

Nel 2017 alla Tirreno-Adriatico vince la seconda tappa con arrivo in salita a Pomarance e al Tour of Alpes si aggiudica la terza tappa vincendo la classifica generale.

 

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *