Federico Echave ciclista spagnolo

Federico Echave

Federico Echave

Federico Echave: la sua carriera

Federico Echave ciclista basco ottimo scalatore, primo spagnolo a vincere all’Alpe d’Huez, in grado di entrare nella top ten al Giro e più volte alla Vuelta

Federico Echave Musatadi (o Federico Etxabe) nasce a Kortezubi, nei paesi baschi, il 20 luglio 1960. Inizia presto col ciclismo e, nella categoria Junior, vince il titolo di campione di Spagna a cronometro a squadre (insieme a Jon Koldo Urien , Julián Gorospe e Jon “Tati” Egiarte. Passato dilettante brilla ancora tanto da essere chiamato dai professionisti della Teka per la stagione 1981.

Dopo un anno di apprendistato, Echave nel 1982 vince la prima tappa alla  Vuelta a Cantabria ed il Gran Premio Caboalles de Abajo e fa il suo esordio alla Vuelta Espana chiudendo 39esimo mentre l’anno seguente conquista la prima tappa alla Vuelta a Asturias ed  il Gran Premio Santander.

Nel 1984 il basco vince la quarta frazione alla Ruota d’Oro e alla Vuelta a Burgos conquista la vittoria a Miranda de Ebro e a Villarcayo ottenendo anche la vittoria della classifica generale davanti a Faustino Rupérez. Alla Vuelta a Espana 1984, vinta dal francese Éric Caritoux, lavora per il tedesco Reimund Dietzen e chiude  17º mentre al Tour de France fa un buon esordio terminando la corsa 39esimo.

Federico Echave ottiene sette vittorie nel 1985 tra cui la Klasika Primavera davanti a José Recio e la quinta tappa alla Vuelta a Espana con arrivo a Oviedo. L’anno seguente il basco bissa la vittoria alla Klasika Primavera, questa volta davanti a Marino Lejarreta e conquista una tappa alla Volta a Catalunya  e una alla Vuelta a Cantabria.

Nel 1987 Echave veste i colori della BH e conquista una tappa al Giro delle Asturie, una alla Subida a Arrate, conquista il Circuito de Getxo davanti ad Antonio Balboa e, soprattutto, al Tour de France ottiene una meravigliosa vittoria sull’Alpe d’Huez diventando il primo spagnolo a vincere la mitica scalata. Il basco chiude la Grande Boucle dodicesimo. Nell’88 arriva la vittoria nella classifica generale della Vuelta a los Valles Mineros davanti al portoghese Manuel Cunha e alla Vuelta a La Rioja davanti a Marino Alonso.

Il 1989 è un anno eccezionale per Echave che conquista la generale alla  Vuelta a Castilla y León davanti al tedesco Peter Hilse e nella Subida a Arrate-Bicicleta Eibarresa superando il francese Thierry Claveyrolat. Alla Vuelta a Espana Federico sfiora il podio finale chiudendo quarto a 3’24” da Pedro Delgado. In quella stagione Echave prende parte anche al Campionato del Mondo di ciclocross a Pontchâteau 1989 chiudendo 25º.

Nel 1990 lo spagnolo passa alla Class e vive un’altra annata da ricordare con la vittoria della classifica generale Vuelta a Galicia davanti a Laudelino Cubino e ottime prove nelle grandi corse a tappe. Al Giro d’Italia 1990 ottiene il quinto posto in generale a 12’25” da Gianni Bugno mentre alla Vuelta conquista la tappa con arrivo a Jaca ed è sesto a Madrid a 3’52” da Marco Giovannetti precedendo Miguel Indurain. A fine stagione chiude quindi al Giro di Lombardia vinto da Gilles Delion.

Nel 1991 Echave sfiora nuovamente il podio alla Vuelta chiudendo quarto a 3’54” da Melchor Mauri mentre nel ’92 è quinto a 5’34” da Tony Rominger e conquista per la terza volta la  Klasika Primavera davanti a Mikel Zarrabeitia ed il Grand Prix Teleglobe Montréal davanti a Davide Cassani e a Luc Leblanc.

Nel 1994 passa alla Mapei chiudendo la sua avventura da professionista nel ’96 dopo aver corso quindici volte alla Vuelta a España, nove volte al Tour de France, due volte al Giro d’Italia, a nove campionati del mondo su strada e ad uno di ciclocross.