Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile, la recensione

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile, scritto da Paolo Ghiggio ed edito da Hever: la recensione

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile scritto da Paolo Ghiggio, medico specializzato in ortopedia e grande amante della bicicletta, è un racconto del Campionissimo scritto sotto una veste ed una angolatura assolutamente originale ed inedita. E’ un lavoro attento e meticoloso quello svolto da Ghiggio che, forte della sua professionalità ha analizzato il Campione del pedale sotto l’aspetto della fragilità ossea del suo apparato scheletrico.

Fausto, quasi tutte le occasioni in cui cadde a terra, riportò danni e fratture; ok il tributo pagato alla sfortuna ma, forse, questa propensione alla fragilità del corpo dell’Airone nasconde qualche disturbo o carenza alimentare o da una qualche patologia congenita.

Il Dottor Ghiggio è riuscito ad analizzare scrupolosamente gli accadimenti traumatici della carriera di Coppi confrontandosi con gli ortopedici che lo seguirono durante la carriera per produrre un elaborato in grado di esprimere, con parole adatte anche a persone non esperte  di ortopedia, lo stato dello scheletro di Fausto.

E’ un libro piacevole e decisamente originale quello scritto da Paolo Ghiggio ed edito da Hever, accopagnato da una suggestiva raccolta documentale e fotografica che si adatta non solo ai fans più accaniti del ciclista piemontese ma anche agli amanti della storia. Piacevolissime le immagini di Fausto Coppi in visita alla mitica azienda Olivetti accompagnato dall’ingegner Adriano Olivetti in persona o del campionissimo intento in uno dei suoi hobby preferiti: la caccia.

Una carriera unica quella di Coppi divenuta leggendaria nonostante una fragilità ossea degna di un prezioso cristallo di Boemia ma nascosta grazie ad una incredibile tenacia che lo ha fatto sempre risorgere dagli infortuni come un’Araba Fenice. Proprio la forza di volontà (oltre a capacità cardiache e respiratorie fenomenali) sono alla base del successo mitologico di Fausto.

Fausto Coppi. Storia ortopedica di uno scheletro fragile risulta essere un libro di facile lettura nonostante la complessità del tema trattato, un ritratto inedito che vale la pena di conoscere per comprendere la realtà ed elevata immensità del campionissimo.

Illustratore: Gianni Minelle
Editore: Hever
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 22 maggio 2020
Pagine: 96 p., ill. , Brossura
EAN:9788896308806

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.