Enrico Cassani vincitore di una tappa al Giro

Enrico Cassani

Enrico Cassani

Enrico Cassani: la sua carriera

Enrico Cassani ottimo passista. gregario fidato in grado di conquistare la tappa di Feltre al Giro d’Italia 2000 e diversi piazzamenti di prestigio

Enrico Cassani nasce a Melzo in provincia di Milano il 15 febbraio 1972. Enrico inizia a correre giovane prima a Cassano d’Adda e poi approdando alla Ciclistica Trevigliese con cui, nel 1990, ottiene il titolo di campione  regionale ed italiano a cronometro.

Nel 1993 conquista la vittoria della Coppa Caduti Nervianesi, l’anno seguente vince il Gran Premio Papà Cioli ed il Gran Premio Delfo, nel ’95 è secondo nella classifica degli sprint al giro delle Regioni e nel 1996 vive una stagione davvero importante conquistando la vittoria di una frazione della Coppa Mobilio Ponsacco in cui chiude anche secondo in classifica.

Le buone prove offerte tra i dilettanti gli valgono la chiamata con i professionisti del Team Polti di Gianluigi Stanga per la stagione 1997. Cassani ricopre prevalentemente un ruolo di gregario ma già al primo anno ben figura alla’Etoile de Bessege dove ottiene il terzo posto nella quinta frazione e riesce a completare il Giro d’Italia.

Nel 1999 ottiene il secondo posto finale alla Quatre Jours de Dunkerque a 9″ dal danese  Michael Sandstød. Nel 2000, sempre con i colori del Team Polti Enrico Cassani  vive un’ottima stagione impreziosita dalla vittoria, prima ed unica in carriera,  della dodicesima tappa del Giro d’Italia 2000 quanto taglia il traguardo di Feltre regolando la fuga in cui si era inserito e precedendo sulla linea d’arrivo Davide Bramati. In quell’anno il milanese fa la sua prima apparizione al Tour de France, chiude tredicesimo alla Milano-Sanremo e trentaseiesimo al Giro delle Fiandre.

Nel 2001 Cassani approda alla formazione belga Domo-Farm Frites lavorando prevalentemente per il capitano  Johan Museeuw nelle classiche del Nord riuscendo, però, ad ottenere qualche buon piazzamento. Nel 2001 è ventesimo alla Parigi-Roubaix e nel 2002 ottiene una serie di ottimi piazzamenti: Enrico Cassani è terzo alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne e alla Classic Haribo vinte entrambe da Jaan Kirsipuu, al Giro delle Fiandre 2002 è settimo a 1’12” da Andrea Tafi e chiude decimo alla Parigi-Roubaix vinta dal capitano Johan Museeuw.

Nel novembre 2002 Enrico Cassani firma per il team Alessio ma a marzo 2003 viene trovato positivo a due controlli antidoping venendo sospeso dal team cosa che pone fine alla sua carriera.