Ciclisti presi a pugni: Daniel Felipe Martinez in ospedale

Ciclisti presi a pugni: Daniel Felipe Martinez ha la peggio

Ciclisti presi a pugni: coinvolto anche  il professionista Daniel Felipe Martinez della Ef Education First che è finito in ospedale senza sensi

Ciclisti presi a pugni: Daniel Felipe Martinez

Ciclisti presi a pugni: Daniel Felipe Martinez

Ciclisti presi a pugni, ogni giorno è un bollettino di guerra tra ragazzi falciati da auto pirate, automobilisti distratti che travolgono ciclisti mentre usano il cellulare alla guida. La notizia del giorno, la tristi notizia del giorno arriva dalla Toscana, più precisamente da Quarrata.

Un diverbio stradale culminato in un’aggressione che ha visto coinvolti alcuni ciclisti, è questa la notizia che arriva dalla provincia di Pistoia e che ha visto come sfortunati protagonisti alcuni professionisti che erano impegnati in un allenamento collettivo. Gli atleti coinvolti sono i colombiani Daniel Felipe Martinez e Julian Cardona (della Ef Education First), Miguel Eduardo Florez (Wilier Triestina-Selle Italia) e Kristian Yustre (Amore & Vita) erano in allenamento quando, stando a una prima ricostruzione dei fatti, un autista a bordo di una vettura, forse una Alfa Romeo, infastidito dalla presenza dei ciclisti li ha stretti verso il ciglio della strada.

I corridori, probabilmente preoccupati dalla manovra azzardata,  hanno gridato qualcosa (forse degli insulti) all’automobilista che, di contro, avrebbe cercato di investirli o, comunque, di intimorirli con una successiva manovra ancor più pericolosa. Altre urla e imprecazioni dei corridori, uno scambio di insulti, l’automobilista (secondo le testimonianze sarebbe un giovane italiano di circa 25 anni) decide di fermarsi per “regolare i conti”. Il pirata scende dall’auto e affronta i ciclisti, aggredendoli.

A farne le spese sono stati Martinez, 22 anni il prossimo 25 aprile, e Yustre, 24 anni, colpiti da due pugni. Il primo, a seguito delle percosse, ha perso i sensi ed è stato ricoverato in ospedale a Pistoia dove è in osservazione. Martinez non ricorda nulla dell’accaduto e quasi nulla dell’ultima settimana della sua vita. Più lievi le conseguenze per Yustre.

 

 

Condividilo sui tuoi socialShare on Facebook
Facebook
36Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi