Ciclisti Dopati? Meno dei giocatori di Bridge

Ciclisti Dopati? Qualcuno dice che il ciclismo è lo sport più “sporco” ma ci sono categorie più toccate

Ciclisti Dopati

Ciclisti Dopati?

Quante volte abbiamo visto additare i protagonisti del nostro sport come i più dopati sportivi al mondo? Certo le vicende degli anni 90 e 2000 non hanno aiutato il ciclismo nel farsi un’immagine pulita. È innegabile che la vicenda di Lance Armstrong, prima autoproclamata divinità intoccabile dei pedali e poi travolto dagli scandali e dalle cause legali, nonché dalla cancellazione delle sue clamorose vittorie, non ha contribuito a creare una buona immagine al ciclismo. Il problema del doping, non nascondiamoci, probabilmente è ancora assolutamente vivo in tanti settori del nostro sport. Tanti sono casi di corridori, spesso “pesci piccoli”, che vengono presi nelle maglie dei controlli anti-doping. Ma siamo sicuri che i ciclisti, come spesso si sente dire, siano i più dopati? Scorrendo la poco onorevole classifica dei fedelissimi dei farmaci proibiti relativa al 2016, però, si ha una strana sorpresa.

Chi sono i più dopati?

La sorpresa è che a trionfare a sono gli insospettabili giocatori di bridge! Si avete capito bene i giocatori dello sport con le carte con ben 22 positivi ogni 100 testati contro i 19 del bodybuilding, i 5 del football americano, i 2 della lotta libera e il solo uno virgola qualcosa del ciclismo.

Il ciclismo è indubbiamente uno degli sport più controllati e che, conscio dei tanti fantasmi che vi hanno aleggiato e vi aleggiano, ha creato una maglia più fitta di verificazioni.

Il dato va analizzato anche in virtù, come dicevamo, del numero di controlli: c’è una bella differenza tra gli appena 100 controlli (in poche nazioni e pochi eventi) nel gioco delle carte e i 21 mila del sorvegliatissimo ciclismo.

Quali sono i prodotti dopanti usati?

Per restare concentrati durante le lunghe sfide di bridge, i campioni non sempre giovanissimi delle carte abusano di diuretici inconsapevoli del fatto che siano proibiti. Se si analizzano i dati del 2016, si possono trovare ben 220 tipologie si sostanze dopanti riscontrate nei test: i più gettonati restano anabolizzanti (43%) davanti ad ormoni (17%) e stimolanti (13%). Tra i principi attivi fa la parte del leone il Meldonium (515 casi nel mondo) che però risente del periodo transitorio tra liberalizzazione e divieto.

I più utilizzati da professionisti e amatori nel ciclismo sarebbero stati l’Effortil e l’Efedrina, farmaci che aiutano la resistenza alla fatica.

 

 

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *