Ciclisti DOCG alla Lacustre

Ciclisti DOCG amanti delle ciclostoriche viviamo un’esperienza con loro grazie al racconto di Matteo e Irene

Ciclisti DOCG

Ciclisti DOCG: Matteo e Irene

Domenica  15 ottobre ore 5.00 la sveglia suona e… pronti via io e  Matteo siamo in furgone diretti a Marone, piccolo paese sulla sponda bresciana del lago di Iseo dove è in programma La Lacustre – Cicloraduno d’epoca del lago di Iseo. La Lacustre chiude la stagione delle ciclostoriche 2017 e i Ciclisti DOCG non potevano mancare all’evento.

Noi  Ciclisti DOCG siamo un gruppo di amici appassionati di biciclette, ma non le classiche bici da corsa che si vedono tutti i giorni sulle strade, a noi piacciono le bici d’epoca, o vintage come si usa dire oggi, e tutto il mondo che le circonda.

Sì perché esiste un vero e proprio mondo intorno alle bici d’epoca, mondo che ho conosciuto qualche anno fa a Gaiole in Chianti dove da ben 21 edizioni ogni anno la prima domenica di ottobre si svolge L’Erioca, la prima di queste manifestazioni, la più importante, la più partecipata dove si incontrano persone che arrivano da tutto il mondo.

L’atmosfera che si respira è quella di una grande festa alla quale si partecipa come i ciclisti di una volta: divisa in lana, caschetto in cuoio, guantini in pelle, ma soprattutto in sella ad una bici rigorosamente ante 1987. Sull’onda del successo de L’Eroica sono nate tantissime ciclostoriche un po’ in tutta Italia che ogni domenica radunano gli appassionati pronti a cimentarsi dalle passeggiate fino ai percorsi più impegnativi.

La Lacustre prevede un unico percorso ad anello intorno al lago di Iseo con tre ristori intermedi lungo il tragitto e pranzo finale tutti insieme all’arrivo.

A Marone ci incontriamo con Serafino, Roxana e Mauro, Savino e Mirco tutti con la maglia d’ordinanza: una macchia di colore arancione e bianco che ci distingue tra gli altri.

L’idea dei  Ciclisti DOCG è nata a La Vinaria – Ciclostorica di Montecarlo di Lucca dove, quasi per scherzo, abbiamo lanciato la proposta di una maglia in lana per il nostro gruppo di amici da indossare quando si partecipa insieme alle ciclostoriche.

La scelta del nome non è stata casuale: si va in bici per il piacere della compagnia e di condividere poi tutti insieme un ricco ristoro accompagnato dal buon vino ed ecco la scelta Ciclisti DOCG

Ciclisti DOCG

Ciclisti DOCG in parata

La proposta ha avuto successo e presto il gruppo si è allargato; oggi in circolazione ci sono quasi quaranta maglie, un paio sono andate anche all’estero; purtroppo difficilmente riusciamo ad essere tutti presenti, ma spesso alle ciclostoriche si vede pedalare un gruppetto di Ciclisti DOCG. Al porticciolo di Marone ci sono circa 400 ciclisti, discorso di rito delle autorità e poi si parte.

La strada scorre veloce offrendoci scorci di lago a tratti emozionanti; ai ristori si mangia, si beve, si chiacchera e può capitare, come è successo a Mauro, di fare una foto con Gilberto Simoni. Il tempo ci regala una stupenda domenica di ottobre che fa da cornice ad una pedalata davvero bella; si incontrano bici di ogni tipo dalle pieghevoli Graziella alla bici dei pompieri, dai vecchi tandem alle bici anni ’20 senza dimenticare le immancabili bici da corsa.

La stagione delle ciclostoriche 2017 è chiusa, prossimo appuntamento gennaio 2018 a L’Artica – La classica d’inverno.

 

Matteo è un noto restauratore di biciclette della Provincia di Varese per chi volesse contattarlo: ECCO LA PAGINA FACEBOOK dove potere ammirare i suoi lavori oppure la mail centauro.v10@alice.it 

Condividilo sui tuoi socialShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *