Ciclismo sotto la neve: alla faccia del calcio

Ciclismo sotto la neve, Michal Kwiatkowski in allenamento

Ciclismo sotto la neve: mentre nel calcio si discute sul rinvio di Juventus-Atalanta ecco Michal Kwiatkowski in allenamento

Ciclismo sotto la neve

Ciclismo sotto la neve

Ciclismo sotto la neve ecco come il corridore polacco del Team Sky, Michal Kwiatkowski, sta preparando la classica monumento Milano-Sanremo. Nel mondo del calcio si discute sull’opportunità di sospendere la partita tra Juventus e Atalanta all’Allianz Stadium, mentre nel ciclismo ci si allena duramente anche col maltempo.

Nonostante sia abituato a correre al freddo, sembra che Kwiatkowski non fosse del tutto pronto per i venti gelidi  e la neve che ha dovuto fronteggiare mentre si stava allenando per preparare la classica per eccellenza. Il freddo pungente e la neve evidente non ha fermato il piano di avvicinamento di Kwiatkowski che ha proseguito nonostante il “generale inverno” non desse tregua.

Avendo vinto La classica di Primavera l’anno scorso, l’ex campione del mondo spera di ripetersi anche nel 2018 che è in programma il prossimo 17 marzo. Ci si augura che quel giorno il clima possa essere diverso. Se non è raro trovare condizioni rigide alla partenza di Milano è più raro trovare il freddo in riviera. Nel 2013 però l’edizione venne addirittura accorciata con i corridori costretti a salire di corsa su autobus e ammiraglie per evitare l’assideramento.

Ciclismo sotto la neve dunque non è una novità, abbiamo, nel corso degli anni, assistito a corse da tregenda, su tutte la mitica tappa del Gavia al Giro d’Italia del 5 giugno 1988 in cui i corridori arrivarono per miracolo al traguardo.

Kwiatkowski, prima di difendere il suo titolo alla Milano-Sanremo, cercherà di  trovare il bis anche alle Strade Bianche dove lo scorso anno arrivò in solitaria davanti a Greg Van Avermaet. Insomma in attesa della Sanremo e delle Strade Bianche, il buon Michal ha “scelto” di allenarsi sulle strade bianche per la neve!

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi