Chris Froome sottoposto a un intervento chirurgico

Chris Froome operato, tutte le novità

Chris Froome sottoposto a un intervento chirurgico per rimuovere le placche metalliche all’anca e al gomito, l’obiettivo è tornare al Tour 

Chris Froome operato (fonte pagina Instagram)

Chris Froome operato (fonte pagina Instagram)

Chris Froome sottoposto a un intervento chirurgico presso l’Ospedale universitario di Saint-Etienne (paese di adozione di Froome) questo venerdì per rimuovere una placca di metallo nell’anca e le viti del gomito. Secondo le prime indiscrezioni l’intervento è perfettamente riuscito e il britannico potrà presto riprendere il programma di allenamento. Chris è stato operato a seguito del terribile incidente accaduto nella fase di riscaldamento di una tappa del Critérium du Dauphiné lo scorso mese di giugno.

“Meno hardware dall’anca e dal gomito. Sensazione di intontimento ma tutto è andato alla perfezione.” ha scritto sui social direttamente dal proprio letto d’ospedale.

Dopo l’apparizione in sella alla bici nell’esibizione al recente Criterium di Saitama, Froome era stato criptico sulle possibilità di tornare al top ma aveva mostrato un livello di ottimismo assolutamente alto.

Se durante la prova nipponica la sua pedalata è apparsa imballata ma naturale, sceso di bicicletta, il kenyano bianco ha mostrato una marcata zoppia probabilmente dovuta proprio alla presenza della placca in metallo che in qualche modo andava a interferire sui tendini causando dolore e fastidio ma che ha contribuito a saldare la frattura al femore il “modi e tempi sorprendenti”.

Naturalmente ora sarà necessario un periodo di riposo con la speranza che il lavoro previsto possa portare Froome ad arrivare pronto per i due eventi principali della prossima stagione: il Tour de France dove spera di ottenere in quinto successo personale e, naturalmente, i Giochi Olimpici a Toyko a luglio.

L’obiettivo di Chris è quello di rientrare ufficialmente alle competizioni nel mese di febbraio trovando la condizione nei successivi quattro mesi sino ai succitati appuntamenti. La fiducia c’è ma anche qualche dubbio ma, chiaramente, sarà la strada a sancire le reali percentuali di recupero del kenyano bianco.

E’ proprio la speranza di riuscire ad entrare nel prestigioso club dei cinque (Tour vinti) a motivare Froome che non è certamente più un ragazzino e che però ha sempre dimostrato una volontà e una abnegazione assolutamente unica.

Quale potrà essere il valore e l’impatto che Froome avrà sul ciclismo e sugli equilibri del Team Ineos è tutto da definire. Certamente nel club britannico la figura di Chris è ancora dominante e lo stesso vincitore del Tour 2019, Egan Bernal, si è detto pronto a considerare obiettivi per la prossima stagione che possono non contemplare la corsa francese.

Sarà, come sempre, la strada a determinare obiettivi e strategie.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi