Chris Froome alla BBC: mai superato i limiti!

Chris Froome alla BBC lancia la sua difesa

Chris Froome alla BBC ha raccontato la sua versione dei fatti sull’affaire Salbutamolo e positività all’antidoping

Chris Froome alla BBC

Chris Froome alla BBC

Il giorno dopo la bufera ecco che Chris Froome alla BBC racconta la sua versione sulla notizia della positività al salbutamolo a seguito del test eseguito alla Vuelta Espana.

In una intervista concessa alla emittente britannica il corridore della Team Sky si è opposto alla gogna mediatica e agli attacchi di qualche collega: “capisco lo shock della gente ma sono tranquillo perché non ho infranto nessuna regola” ha dichiarato il quattro volte vincitore del Tour de France.

Posso capire molte delle reazioni che ho sentito e penso siano legate alla storia del nostro sport. Il passato oscuro del ciclismo pesa ma la mia carriera è stata incentrata sul dimostrare che le cose sono cambiate” ha raccontato Froome dal ritiro di Maiorca.

Chris Froome alla BBC: corro con l’asma da 10 anni!

Sono un corridore professionista, curo i sintomi e vado in bici con l’asma da dieci anni. Conosco le regole, conosco i limiti e non sono mai andato oltre. Uso il mio inalatore con regole stabilite in base ai quantitativi da assumere. Non ci sono problemi, spiegherò tutto all’UCI” ha spiegato un Froome apparentemente sereno.

Sul caso di positività al farmaco Froome cita un accadimento della Vuelta: “I giornalisti mi hanno chiesto spesso se stavo male perché era evidente che i sintomi dell’asma erano quantitativamente e qualitativamente molto elevati. Ciò significa che si erano accorti della mia malattia e lo stesso è stato per i miei rivali in corsa. Tutti hanno visto che avevo l’asma”.

Froome è apparso sereno e tranquillo circa la sua posizione ma sicuramente questa storia sta facendo discutere (e sospettare) una grande fetta di appassionati delle due ruote. Sicuramente il ciclismo non ha bisogno di un nuovo scandalo doping dopo che con fatica sta cercando di ripulire la propria immagine.

 

Condividilo sui tuoi socialShare on Facebook
Facebook
5Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi