Lizzie Deignan operata, stagione finita?

Lizzie Deignan operata di appendicite

Lizzie Deignan operata

Lizzie Deignan in ospedale

Lizzie Deignan operata di appendicite dopo che ieri pomeriggio aveva regolarmente terminato in gruppo la tappa di Arnhem del Boels Rental Ladies Tour. All’arrivo sono aumentati i disturbi e la campionessa del mondo di Richmond 2015 ha dovuto essere operata d’urgenza per una appendicectomia che ora rende molto incerto il suo finale di stagione dal punto di vista agonistico.

La 28enne della Boels-Dolmans, era reduce dall’aver conquistato il GP de Plouay sabato scorso, purtroppo questo intoppo renderà più difficile la sua strada verso il Campionato del Mondo di Bergen. E’ la stessa Lizzie Deignan a temere per la sua partecipazione alla rassegna iridata: “affronterò il resto della stagione giorno per giorno” è stato il laconico messaggio su twitter.

 

Madison femminile: oro ai Mondiali Juniores

Madison femminile un’altra medaglia per l’Italia

madison femminile

Chiara Consonni e Letizia Paternoster

Il Madison femminile regala un’altra grandissima soddisfazione all’Italia ai Campionati del mondo juniores su pista, nella prima volta della Madison valida come prova iridata, Chiara Consonni e Letizia Paternoster hanno conquistato la medaglia d’oro.

Al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari le nostre due ragazze hanno letteralmente  dominato la gara, conquistando addirittura due giri di vantaggio (così come la Russia), e conquistando punti in tutti gli otto sprint. Sono 70 i punti conquistati dal duo azzurro contro i 55 delle russe e i 39 delle francesi.

Si chiude così la rassegna Mondiale Juniores, con la Russia al primo posto del medagliere con 5 ori, 5 argenti e 2 bronzi. Al secondo posto proprio l’Italia con 4 ori, 1 argento e 2 bronzi mentre terza la Francia con 4 ori e 2 bronzi.

Chiara Consonni nella squadra élite

Chiara Consonni nella squadra élite della Valcar-PBM

Chiara Consonni

Chiara Consonni

Chiara Consonni ottiene una importantissima promozione sul campo da parte del Team Valcar-PBM, la giovanissima atleta classe 1999 farà  il grande salto nella squadra élite dove ritroverà Elisa Balsamo.

Chiara Consonni è stata una delle atlete che si sono messe in maggior evidenza ai recentissimi Campionati del Mondo su Pista al Velodromo di Montichiari dove ha conquistate ben due medaglie d’oro nell’Inseguimento a Squadre e nella Madison oltre ad  un bronzo nella Corsa a Punti:

Nelle prove su strada Chiara è stata capace di conquistare un podio in una gara internazionale élite lo scorso mese di giugno quando finì terza al Flanders Diamond Tour, prova di categoria 1.1.

Mondiali juniores altre tre medaglie azzurre

Mondiali juniores su pista arrivano altre 3 medaglie

Mondiali juniores

Belle e brave le nostre ragazze (argento e bronzo)

Ai Campionati mondiali juniores su pista in corso di svolgimento a Montichiari proseguono le soddisfazioni per i colori azzurri.

E’ una pista azzurra ma sopratutto Rosa quealla del Velodromo Fassa Bortolo da cui sono arrivate altre  tre le medaglie conquistate dai nostri portacolori e tutte provenienti dal settore femminile. Nella Corsa a punti Chiara Consonni ha conquistato una importante  medaglia di bronzo in quanto non era tra le favorite assolute per un posto sul podio, la giovane bergamasca ha corso una gara attenta mettendoci la giusta dose di spregiudicatezza in cui a trionfare è stata a canadese Maggie Coles-Lyster (la grande favorita) davanti alla ussa Marii Novolodskaya con 29 punti. Un peccato che i punti della russa siano stati i medesimi di Chiara Consonni ma l’azzurra si è dovuta accontentare del terzo posto in quanto ha tagliato il traguardo in quinta posizione, contro il terzo dell’avversaria che quindi le andata davanti nell’ordine d’arrivo.

te conquistate nell’Inseguimento individuale. La finale fra Letizia Paternoster e la neozelandese Ellessee Andrews è stata tesissima con quest’ultima, capace di far siglare in mattinata il record del mondo della categoria, che ha vinto con il tempo di 2’19″038. Letizia, già vincitrice di due ori in questa rassegna, ha concluso con 2’19″641, conquistando una bella medaglia d’argento. Bronzo per Elena Pirrone che nella finalina per il terzo posto ha avuto a meglio su Nicole Shields.

 

Lizzie Deignan vince il GP de Plouay

Lizzie Deignan vince il GP de Plouay

Lizzie Deignan

Lizzie Deignan

Lizzie Deignan vince il GP de Plouay prova femminile valida per il calendario Women’s World Tour. A conquistare questa edizione del GP de Plouay è stata l’ex iridata  che ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale nel massimo circuito dell’UCI. La britannica della Boels-Dolmans ha avuto la meglio su di un’altra ex campionessa del mondo, la francese Pauline Ferrand-Prévot anche lei in grandissimo spolvero.

L’azione decisiva ha visto le due atlete avvantaggiarsi sull’ultimo passaggio sulla salite di Ty Marrec a poco meno di cinque chilometri dall’arrivo ed ha visto la britannica imprimere un maggior sforzo per conquistare la vittoria finale. La volata  per la terza posizione è stata vinta dall’australiana Sarah Roy davanti alla campionessa uscente Eugenia Bujak, quinta la nostra bravissima Elena Cecchini.

 

La nuova vita di Claudia Cretti

Parla, ride, ricorda è come una nuova vita!

Claudia Cretti

Claudia Cretti

Claudia c’è, cammina, parla, mangia, ride, ricorda” con queste parole la madre di Claudia Cretti, che tutti ricordiamo essere stata vittima di una bruttissima caduta al Giro Rosa, ha, tramite un quotidiano locale, voluto tranquillizzare tantissimi fans del ciclismo che hanno nel cuore le vicende della giovane ragazza.

Claudia è stata ricoverata d’urgenza all’Ospedale Rummo di Benevento dove è stata letteralmente salvate e riportata alla vita per poi iniziare un lungo ma fruttuoso programma di riabilitazione in un clinica in Lombardia.

«Il risveglio di Claudia è arrivato dopo una serie innumerevoli di paure, dopo tanti se e tanti ma. Quando ha riaperto gli occhi per la prima volta è stata come una seconda nascita, non riesco nemmeno a descrivere la mia, la nostra emozione” queste le parole di Laura Bianchi la madre che ha sempre fatto da messaggero delle condizioni di salute della figlia. “Non finirò di ringraziare i medici dell’Ospedale di Benevento li c’è stato il primo miracolo nel trovarla viva, il secondo è stato vederla aprire gli occhi e ora ha cominciato a muoversi e parlare”.

 

Naturalmente il percorso è ancora lungo ma la strada è stata definita, attendiamo con ansia il suo ritorno a casa.

Paternoster oro al Mondiale juniores

Paternoster oro ai Campionati del mondo juniores su pista

Paternoster oro

Letizia Paternoster

Paternoster oro al Mondiale juniores al Velodromo Fassa Bortolo,  è il secondo di fila per la fortissima atleta italiana dopo il titolo e il record del mondo  nell’Inseguimento a squadre, l’atleta trentina si è laureata nuova campionessa del mondo dell’Omnium.

Letizia Paternoster parte subito forte e al termine delle prime due prove si trova in seconda posizione. Il successo nell’eliminazione porta l’azzurra in testa, ma è nell’ultima prova (la corsa a punti) che esce tutta la classe di questa atleta. Paternoster gestisce in modo perfetto la gara e riesce a conquistare così una splendida vittoria grazie ai 125 punti che le sono valsi la medaglia d’oro. Argento per la canadese Maggie Coles-Lyster con 115 punti e bronzo per l’olandese Mylene De Zoete con 112 punti. Per Paternoster è il quarto oro mondiale, il secondo in questa edizione. E non è detto che il conteggio debba fermarsi qui.

Letizia Paternoster so conferma ancora una volta la vera regina della pista se si considera che ai recenti campionati Europei è tornata a casa con qualcosa come cinque ori!

Mondiali pista juniores oro nell’inseguimento

Mondiali pista juniores, oro per le 4 azzurre

Mondiali pista juniores oro

Il podio

Mondiali pista juniores oro nell’inseguimento per  Chiara ConsonniMartina FidanzaVittoria Guazzini e Letizia Paternoster. Dopo l’oro conquistato ieri da Martina Fidanza nello Scratch, è stata la volta dell’Inseguimento a squadre.

Dopo aver cancellato in batteria il record del mondo precedente, abbassando il tempo precedente di 6″, le nostre fantastiche ragazze hanno dominato la finale con tanto di nuovo record del mondo juniores4’21″554 il nuovo limite fatto segnare dalle ragazze dirette da Dino Salvoldi.

Le azzurre hanno battuto in finale le neozelandesi Emily ShearmanKate SmithNicole ShieldsEllesse Andrews. Nel primo round le azzurre se l’erano vista con la Francia: finale in cassaforte con un altro tempo di tutto rispetto come il 4’26’’720 poi hanno letteralmente dominato la finalissima contro la Nuova Zelanda ritoccando ancora il record del mondo: 4’21’’554. Bronzo alla Francia, mentre l’Australia resta giù da podio.

Martina Fidanza campionessa del mondo Scratch

Martina Fidanza campionessa del mondo juniores nello scratch

Martina Fidanza campionessa

Martina Fidanza

Martina Fidanza campionessa del mondo subito dopo il record con le colleghe dell’inseguimento,  è una grande Italia quella che ha iniziato i Mondiali al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari. Martina Fidanza non ha risentito della precedente prova sui 4000 metri e si è lasciata tutte alle spalle nello Scratch conquistando il titolo mondiale.

Martina pochi mesi fa si era laureata anche campionessa Europei di specialità;  sul podio anche l’olandese Mylene De Zoete e l’australiana Alexandra Martin-Wallace in una prova che vedeva al via ben 24 atlete di cui 21 hanno concluso la prova a pieni giri.

Record del Mondo per le ragazze dell’Inseguimento

Record del Mondo per le nostre ragazze a Montichiari

record del mondo

Il nostro quartetto

Record del Mondo al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari per le azzurre Chiara ConsonniMartina FidanzaVittoria Guazzini e Letizia Paternoster che hanno letteralmente demolito il precedente primato di categoria sulla distanza dei 4000 metri.

Nel turno di qualificazione le azzurre hanno stoppato il cronometro a 4’23″229 abbattendo di addirittura 6″ il precedente primato che era stato siglato sempre dall’Italia (Balsamo, Consonni, Paternoster e Stefani) e sempre a Montichiari l’anno scorso.