Dalia Muccioli vince al Giro di Campania

Dalia Muccioli leader al Giro di Campania

Dalia Muccioli, passista-scalatrice nata a Cesenatico (non una città qualsiasi per un ciclista) nel 1993, torna al successo nella seconda frazione del Giro della Campania in rosa 2017.

Si correva ieri la frazione più dura della corsa campana e la giovane atleta del  Team Valcar – BPM non ha perso l’occasione di mettere in mostra le sue arcinote caratteristiche. Fin dalle prime battute della tappa con partenza e arrivo a San Nicola la Strada, la corsa è stata segnata da un’azione di un drappello di atlete.

La Muccioli ha battuto in una volata a due  Asja Paladin del GS Top Girls – Fassa Bortolo, anche lei una delle atlete all’attacco fin da subito, il terzo posto è andato a Marta Cavalli (Team Valcar – PBM) giunta al traguardo con  19 secondi di ritardo dalla compagna di squadra.

Dalia, grazie a questo importante successo è ora anche leader della classifica generale.

Christine Majerus vince al Festival Luxembourgeois

Risultati immagini per Christine MajerusSuccesso della lussemburghese Christine Majerus nell’edizione 2017 del “Festival Luxembourgeois du Cyclisme Féminin Elsy Jacobs”, breve gara a tappe internazionale U.C.I. 2.1.

La portacolori del Boels – Dolmans Cycling Team ha preceduto di 5 secondi la polacca Eugenia Bujak (BTC City Ljubljana) e di 7 secondi l’ex campionessa nazionale sudafricana Ashleigh Moolman-Pasio (Cervélo – Bigla Pro Cycling Team),

 

 

 

CLASSIFICA GENERALE FINALE “FESTIVAL ELSY JACOBS 2.1”:
1) Christine MAJERUS Luxembourg DLT 30 in 5h28’21”
2) Eugenia BUJAK Poland BTC 28 +5
3) Ashleigh MOOLMAN-PASIO South Africa CBT 32 +7

Elizabeth Deignan conquista il Tour de Yorkshire

Il podio del Tour de Yorkshire femminileElizabeth Deignan conquista la sua prima vittoria del 2017: la britannica della Boels Dolmans si è aggiudicata il Tour de Yorkshire femminile grazie ad una favolosa azione solitaria negli ultimi 15 chilometri della corsa che le ha permesso di staccare le compagne di fuga.

La nostra Giorgia Bronzini si è classificata terza

La Cavalcata di Janneke Ensing

jannekeLa sua corsa a piedi non farà la storia come la ben più famosa ed incredibile “maratona” di Chris Froome nella 12ª tappa del Tour de France dello scorso anno in cui il britannico del Team Sky all’attacco con Richie Porte e Bauke Mollema  finì contro un mezzo delle riprese e prosegue a piedi.

Ci piace però raccontare la corsa a piedi di Janneke Ensin, una lunga corsa non più in sella ma a piedi trasportando la propria bicicletta a mano fino alla linea di arrivo a causa di un incidente meccanico.

Per l’atleta della Alè Cipollini Galassia un undicesimo posto che però non racconta la grande forza d’animo che Janneke ha messo per completare la corsa, la beffa è che il guai meccanico è avvenuto proprio nei metri finali di una corsa e che avrebbe concesso la fortissima ciclista olandese a un piazzamento sicuramente migliore.

“Janneke è stata ancora una volta superlativa, così come lo è stato il lavoro svolto dalle compagne di squadra. Senza questo problema sarebbe potuta arrivare anche nella Top 5″ le parole del DS Fortunato Lacquaniti

GP Liberazione alla Bastianelli

L'immagine può contenere: una o più persone, bicicletta e spazio all'apertoLa seconda edizione del GP Liberazione Pink sullo storico circuito romano delle Terme di Caracalla ha visto trionfare nuovamente Marta Bastianelli che ha conquistato la  sua prima vittoria stagionale.

Se lo scorso anno Marta aveva atteso la voltata finale, oggi ha attaccato poco prima dell’inizio dell’ultimo giro.

Con lei c’erano la compagna di squadra della Alé Cipollini Soraya Paladin, la lituana Rasa Leleivyte dell’Aromitalia-Vaiano e per un tatto anche Elena Franchi.

 

Nel finale la Bastianelli ha fatto valere il proprio spunto andando a conquistare il successo di questo GP Liberazione Pink bissando quello del 2016: Rasa Leleivyte e Soraya Paladin si sono piazzate rispettivamente in seconda e terza posizione.

“Questa vittoria è per Michele Scarponi” ha dichiarato subito dopo l’arrivo.