BikeUp festival delle biciclette elettriche

Bikeup a Bergamo dal 29 al 31 marzo

BikeUp festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche in scena a Bergamo dal 29 al 31 marzo 2019

BikeUp

BikeUp

Dopo aver portato a Lecco oltre 120.000 persone in 5 edizioni, BikeUP, il primo festival europeo interamente dedicato alle biciclette elettriche, cambia sede e nel 2019 va in scena a Bergamo, dal 29 al 31 marzo.

La valenza turistica del territorio bergamasco, luogo storicamente di cultori della bici, è un importante valore aggiunto della nuova collocazione dell’evento. La città è uno scrigno di preziosi tesori come la basilica di Santa Maria Maggiore, risalente al XII secolo, ed è il centro ideale di una rete di percorsi pedalabili per tutti i gusti e per tutte le gambe.

I numeri legati alle e-bike, nuova forma di mobilità dalla forte valenza sostenibile, che spazia dal commuting ai lunghi percorsi a tappe della rete Eurovelo, non smettono di crescere e la sesta edizione di BikeUP si farà interprete di questa tendenza con un programma ancora più ricco di attività pensate per coinvolgere i biker di tutte le età.

Il calendario è fittissimo con momenti dedicati alle escursioni alla scoperta della città e del territorio, alle iniziative riservate ai bambini e alle esibizioni, anche in chiave spettacolare, come le evoluzioni con le bici trial e le bmx.

Molte saranno le opportunità per divertirsi e imparare, osservando le bellezze del patrimonio storico-artistico di Bergamo da un punto di vista inedito, provando a muoversi in città in sella a una e-bike, mezzo perfetto anche per esplorare nuove modalità di viaggio in chiave slow. Grande spazio, infatti, sarà riservato ai test di differenti modelli di biciclette a pedalata assistita, organizzati in collaborazione con le aziende produttrici italiane e straniere.

La possibilità di poter provare in prima persona più bici e di fare un confronto sul campo tra marchi e tipologie è da sempre uno dei tratti distintivi di BikeUP ed è particolarmente apprezzata dal pubblico: i test dell’edizione 2018 sono stati oltre 5000 e a Bergamo i numeri saranno ancora maggiori anche in relazione alla maggiore varietà di modelli presenti e alle due aree test lontane dal traffico, novità introdotta proprio quest’anno.

Nell’ottica di valorizzare la mobilità e-powered, un’altra new entry del programma di BikeUP 2019 sarà la partecipazione di alcuni produttori di e-scooter, con la possibilità per i visitatori di provare anche questo tipo di veicoli adatti al trasporto urbano a impatto ambientale zero.

Com’era naturale che fosse, ampio spazio alle prove su tracciati diversi per lunghezza e durata delle differenti tipologie di e-bike (e-mtb, e-bike trekking e city): per rendere più agevole e interessante la prova ci sarà la possibilità di essere accompagnati da guide del territorio sia il sabato sia la domenica, a partire dalle 10 del mattino.

 

Tra le esperienze più suggestive che caratterizzano la nuova edizione bergamasca di BikeUP ed evidenziano la sinergia con la città e il territorio, le escursioni guidate di tre ore abbinate a una degustazione di prodotti eno-gastronomici, espressione dell’eccellenza territoriale e veri e propri tour di più giorni sia con e-bike trekking che e-mtb per un’esperienza full immersion in e-bike.

 

Molte le iniziative riservate ai biker in erba con un’area bambini dedicata, dove anche i più piccoli si avvicineranno alla bicicletta, muovendo i primi passi sulle balance bike. Numerosi i momenti focalizzati sull’educazione stradale e le occasioni di divertimento da vivere insieme ai genitori.

 

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Cape Epic, terza frazione e podio per la Trek Selle San Marco

Cape Epic, terza frazione e primo podio per la Trek

Cape Epic, terza spettacolare frazione e primo podio per i rider del Team Trek Selle San Marco. 

Cape Epic Podio terza tappa (comiunicato stampa)

Cape Epic Podio terza tappa (comiunicato stampa)

La terza tappa della Cape Epic è stata finora quella più spettacolare. Tanti i colpi di scena nel gruppo di testa, ma soprattutto il primo podio conquistato dai rider del Team Trek Selle San Marco. 

La Cape Epic è considerata una delle gara più dure al mondo per tanti motivi, ma anche perché tutto può succedere. Oggi, nella terza tappa, i ragazzi del Team Trek Selle San Marco hanno gareggiato davvero bene, con testa ed intelligenza e grazie a questo hanno conquistato il primo podio nella gara di quest’anno. Problemi meccanici per i leader in carica e quindi tutto il gruppo che alza vertiginosamente il ritmo per andare a guadagnare posizioni. Il Team1 di Damiano Ferraro e Samuele Porro ha chiuso la tappa al terzo posto con una condotta di gara eccellente nonostante una piccola caduta di Porro nel finale che li ha costretti a rincorrere. Si festeggia il podio, ma purtroppo si retrocede di una posizione in classifica generale. Samuele e Damiano, nonostante la grande prova di oggi, hanno dovuto cedere 11 secondi al team Bulls che ora li precede al terzo posto nella generale.

Oggi l’angelo custode Damiano Ferraro mi ha portato all’arrivo…” ha detto Samuele Porro al termine. “Terzo posto sofferto per me, ma visto la giornataccia sono super contento per il podio e per i distacchi che sono minimi per un tappone da 4h30”. “Siamo stati astuti a fare gara regolare dall’inizio, purtroppo una piccola caduta ci ha fatto perdere un po’ il treno, ma sappiamo che da qui alla fine è lunga”, ha aggiunto Damiano.

Una buona tappa anche per il Team2 di Fabian Rabensteiner e Michele Casagrande che hanno chiuso al 12º posto.

Oggi è andata meglio delle altre tappe perché abbiamo tenuto un ritmo regolare senza fare fuori giri, la tappa era lunga e in alcuni tratti pericolosa, ma non abbiamo preso rischi. Ora recuperiamo e domani speriamo in una bella cronometro”, questo il commento di Michele Casagrande.

Tappa 3
3. Trek Selle San Marco1  4:33.44
12. Trek-Selle San Marco 2 4:43.10

Classifica Generale
1.Cannondale Factory Racing 13:19:31.9
2.Scott-SRAM MTB-Racing 13:22:13.4 +2.41,5
3. BULLS Heroes 13:27:17.0 +7.45,1
4. Trek Selle San Marco 13:27:28.0 +7.56,1
5. Centurion Vaude 13:36:45.4 +17.13,5
12. Trek-Selle San Marco 2 13:55:15.8 +35.43,9

Tappa di domani: cronometro di 43km per 1000 metri di dislivello

Sarà possibile seguire in live streaming tutte le tappe sulla pagina facebook del teamdove riposteremo la diretta web della Cape Epic e alla fine di ogni giornata potrete trovare alcuni scatti in questa cartella dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

Ciclopedia – Icone e design della bicicletta recensione

Ciclopedia di Michael Embacher

Ciclopedia – Icone e design della bicicletta recensione del libro di Michael Embacher edito da L’ippocampo 

Ciclopedia - Icone e design della bicicletta

Ciclopedia – Icone e design della bicicletta

Ciclopedia di Michael Embacher è qualcosa più di un libro sul ciclismo, è un libro sulla bellezza del design delle biciclette. Strumento nato per il lavoro e gli spostamenti divenuto, nel corso degli anni, un simbolo di un modo diverso di vivere la strada e oggetto spesso di design.

Micheal Embacher con l’aiuto delle splendide fotografie di Bernhard Angerer, passa in rassegna modelli d’epoca, storici e moderni accomunati da scelte illuminate dei rispettivi progettisti.

L’Ippocampo ha prodotto un libro ricco nei contenuti e nella forma, impreziosito dalla copertina rigida che lo rende a sua volta un elemento di stile, da libreria di prestigio.

Ciclopedia – Icone e design della bicicletta è un viaggio nel design applicato al ciclismo tra scelte avveniristiche, eccentriche, o assolutamente tecniche e funzionali alla performance sportiva. Sfogliando le pagine del libro ripercorrerete il ‘900 visto da chi ama le due ruote attraverso immagini spettacolari accompagnate da schede tecniche delle biciclette.

Tra telai avveniristici alle biciclette pieghevoli, dalle linee essenziali a quelle complesse tra biciclette in carbonio a quelle in alluminio le pagine di Ciclopedia – Icone e design della bicicletta vi guideranno allo scoperta di modelli noti e meno noti.

Biciclette fantastiche, speciali, curiose e bizzarre non mancano in questo volume di Micheal Embacher ed edito da L’Ippocampo. Un pezzo che non può mancare nella libreria degli amanti del ciclismo, dell’estetica e del design.

Il libro è acquistabile direttamente sul sito dell’editore cliccando qui

 

ISBN 978-88-6722-392-3
Pagine 304
Rilegatura cartonato
Dimensioni 20,6 x 15,8 cm

 

 

Roma Classics e Granfondo Campagnolo

Roma Classics e Granfondo Campagnolo Roma

Roma Classics, un circuito unico nella Capitale pensato per gli appassionati dello sport di tutto il mondo

Roma Classics (fonte comunicato stampa)

Roma Classics (fonte comunicato stampa)

Si è svolta presso l’Aula Giulio Cesare, all’interno di Palazzo Senatorio di Roma, la conferenza stampa di presentazione di Roma Classics, il nuovo circuito che comprende la Granfondo Campagnolo Roma, evento Infront – azienda leader nello sport marketing internazionale – e altri tre grandi eventi sportivi di massa che si svolgono nella Capitale.

Alla presenza dell’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale Daniele Frongia e di Angelo Diario, Presidente della X Commissione Sport, Benessere e Qualità della Vita, è stato presentato il progetto Roma Classics, il regolamento ufficiale e i vantaggi che includono, tra l’altro, l’iscrizione agevolata per la partecipazione a due, tre o tutti gli eventi sportivi del circuito. All’evento hanno partecipato anche 5 sportivi di massimo livello: il pilota Giancarlo Fisichella, il maratoneta Giorgio Calcaterra, lo schermidore Davide Di Veroli, la campionessa di triathlon Beatrice Mallozzi e la campionessa mondiale di Thai boxe Sveva Melillo.

Roma Classics si prospetta come una delle più avvincenti sfide sportive della città di Roma. Come ha ricordato il Sindaco Virginia Raggi“Sono felice che quest’anno partirà il progetto della Roma Classics, che porterà ancora più lustro nella nostra città”.

A chi porterà a termine due eventi sarà consegnato il diploma di “Gladiatore di Roma”, chi ne completerà tre sarà iscritto nell’esclusiva lista dei “Senatori di Roma”, chi le completerà tutte sarà nominato “Imperatore di Roma” e riceverà una medaglia esclusiva coniata per gli imperatori.

Andrea Tafi, vincitore della Parigi-Roubaix, Giro delle Fiandre e tre volte trionfatore del Giro del Lazio ha detto:

“Granfondo Campagnolo Roma e Roma Classics danno vita ad una sinergia unica. Ho avuto la fortuna di vincere per tre volte il Giro del Lazio, un evento internazionale di alto livello, che si concludeva alle Terme di Caracalla, non lontano dal Colosseo. Scenari unici che caratterizzano ancora la Granfondo Campagnolo Roma che richiama tanti ciclisti che vengono dal tutto il mondo per vedere la bellezza unica della Capitale da vivere sulle due ruote. Con Roma Classics, Roma e la Granfondo Campagnolo Roma diventano ancora di più meta per i ciclisti e gli sportivi di tutto il mondo”.

Gianluca Santilli, Presidente Osservatorio Bikeconomy e Fondatore Granfondo Campagnolo Roma ha aggiunto: “Roma, grazie a Roma Classics, diventa una meta internazionale degli appassionati dello sport di endurance ai quali offre quattro eventi di straordinario fascino, legati da una sfida unica ed appassionante. Entrare nella Hall of Fame di Roma Classics diventerà l’obiettivo di migliaia di sportivi di tutto il mondo”.

Iscrizioni a Granfondo Campagnolo Roma e Roma Classics. Tutti gli appassionati di ciclismo che vogliono partecipare alla Granfondo Campagnolo Roma 2019 possono registrarsi online sul sito www.granfondoroma.com. Per saperne di più su Roma Classics, visita il sito www.roma-classics.it

FONTE COMUNICATO STAMPA

Centurion Numinis Carbon XC alla Cape Epic

Centurion Numinis Carbon alla Cape Epic

Centurion Numinis Carbon XC Team  alla Cape Epic mitica marathon a tappe sudafricana in scena dal 17 al 24 marzo a Cape Town

Centurion Numinis (fonte comunicato stampa)

Centurion Numinis (fonte comunicato stampa)

È iniziata l’affascinante marathon a tappe sudafricana, in scena dal 17 al 24 marzo a Cape Town, con 624 chilometri di lunghezza e 16.650 metri di dislivello. Il Team Centurion Vaude è posizionato tra i primi 10 e punta al podio con la nuova Numinis Carbon.

Sono Daniel Geismayr (Austria) e Jochen Kaess (Germania) a condurre in apertura tra le prime 10 squadre, con un settimo posto alla fine della prima tappa dell’Absa Cape Epic 2019. Supportati dalle aziende tedesche di Stoccarda e Tettnang, gli atleti del team continuano a collezionare titoli da alcuni anni, avendo calcato il podio della Cape Epic in diverse occasioni. Il secondo team, Centurion Vaude 2, segue i campioni tenendo la posizione tra i primi 30, grazie a Tristan de Lange (Namibia) e Vinzent Dorn (Germania), che dalla 28esima posizione del Prologo hanno già scalato 6 posti nel corso della prima tappa. Info e aggiornamenti in tempo reale su: team-centurion-vaude.de

A sostenere il grande impegno degli atleti del team tedesco è un equipaggiamento di alto livello: oltre alle performance dell’abbigliamento VAUDE a bassissimo impatto ambientale, fa da protagonista la nuova Centurion Numinis Carbon XC Team, un modello che da tempo lavora sulla combinazione tra leggerezza e resistenza alle continue sollecitazioni.

 

Numinis Carbon XC Team

È proprio grazie alla ricerca e sviluppo compiuta insieme agli atleti del Team Centurion Vaude che, anno dopo anno, si ricerca quel grado di perfezione che possa dare il reale contributo alle vittorie dei marathon biker. La Numinis Carbon XC Team è leggera, efficiente e veloce: il suo elaborato schema di sospensione posteriore dispone del “flex link”, che consente di risparmiare peso grazie ai suoi foderi verticali flessibili. Questo sistema si è già rivelato un successo in diverse competizioni internazionali, perché capace di ridurre sensibilmente l’effetto di pedal feedback ed è in grado di ottimizzare l’energia impressa al piede in fase di pedalata, grazie alla rigidità incrementata nella zona del movimento centrale e del tubo di sterzo.

La nuova Numinis risponde a uno stile di guida sportivo, grazie ai valori di rigidità ottimali del telaio in carbonio, alle ruote da 29” e il sistema di cuscinetti di alto livello che regolano lo sterzo e i movimenti inferiori. L’agilità di guida è stata aumentata grazie all’introduzione di foderi orizzontali accorciati. La forcella FOX 32 Float SC Factory FIT4 Remote ha escursione di 100 mm e, insieme all’ammortizzatore FOX Float DPS Factory Evol Remote 165×38, completa egregiamente il sistema di ammortizzazione. Il montaggio SRAM, con cassetta 1299 Eagle-12 10-50T e guarnitura FC XX1 Eagle DUB Gold (34T), è perfettamente in linea con la filosofia di velocità della Numinis Carbon XC Team.

Il costo al pubblico della Centurion Numinis Carbon XC Team.29 è di € 9.200; per la Numinis Carbon XC 4000.29 è di € 8.270. Il distributore di Centurion Bikes per l’Italia è Panorama Sports Diffusion: www.panoramadiffusion.it/it/Bike/Centurion/Highlights

FONTE COMUNICATO STAMPA

Crankworx Rotorua: su Red Bull TV inizia lo show della MTB

Crankworx Rotorua: MTB su Red Bull TV

Crankworx Rotorua: su Red Bull TV inizia lo show della mtb mondiale, in Nuova Zelanda la sfida tra i migliori Biker mondiali

Crankworx Rotorua (fonte comunicato stampa)

Crankworx Rotorua (fonte comunicato stampa)

Finalmente è tempo di grande mtb su Red Bull TvQuesta settimana i migliori biker del pianeta tornano a sfidarsi e a regalarci uno show mozzafiato, a partire dal Crankworx Rotorua. Il Crankworx World Tour, circuito globale di festival dedicati alla mountain bike, scatta da Rotorua, in Nuova Zelanda, a giugno farà tappa a Innsbruck, in Austria, per poi finire a Whistler, in Canada, alla fine dell’estate.
Il programma dal 19 al 24 marzo è fitto e accontenta tutti i gusti degli appassionati di fuoristrada. Martedì si inizia con il 100% Dual Slalom, format che vede scontrarsi testa a testa due rider lungo un paio di piste da slalom appositamente preparate. Il giorno successivo andrà in scena il Rotorua Air DH presented by Bosch e lo show per il pubblico è garantito dalla presenza al via dell’idolo di casa Sam Blenkinsop. Giovedì 21 marzo la schedule prevede il Mons Royale Speed & Style Rotorua, nel quale i freerider in gara non dovranno solo andare più forte dell’avversario, ma superarlo nel modo giusto. Martin Söderström farà del proprio meglio per difendere il titolo conquistato un anno fa, ma dovrà vedersela con Kaos Seagrave e altri talenti emergenti provenienti dal mondo Downhill.
Venerdì da non perdere il Crankworx Rotorua Downhill presented by The Professionals, prima sfida dell’anno tra i migliori professionisti della DH mondiale, tra cui spiccano l’iridato Loïc Bruni, Tracey e Mick Hannah, in vista della Mercedes-Benz UCI World Cup. A seguire il RockShox Rotorua Pump Track Challenge, che offrirà un’ultima possibilità di riscatto ai grandi nomi in gara. Tra i favoriti dobbiamo inserire un esperto di questo tipo di piste come Adrien Loron, che in carriera vanta ben 13 podi Crankworx.
Il primo grande evento slopestyle di MTB dell’anno si svolge sul percorso costruito dalla leggenda del freeride, Kelly ‘McGazza’ McGarry, che ci ha lasciato nel 2016. Ormai è tradizione all’inizio dell’anno fare un tributo al talento neozelandese scomparso a soli 33 anni con una competizione incandescente, come quelle che piacevano a lui. Il favorito della Maxxis Slopestyle in Memory of McGazza di sabato non può che essere Nicholi Rogatkin, ma siamo all’inizio dell’anno e qualche new entry sorprendente di certo non mancherà.
Domenica la gran chiusura è rappresentata dalla prima tappa della Enduro World Series 2019, ribattezzata Giant Toa Enduro presented by Camelbak. All’appello non mancherà il campione in carica Sam Hill, mentre tra le donne ha dovuto dare forfait Cecile Ravanel, dopo una brutta caduta in allenamento. La sua grande rivale Isabeau Courdurier sarà la donna da battere.
Il conto alla rovescia per le prime sfide dell’anno è iniziato. Non perderti neanche un secondo, da martedì sintonizzati su www.redbull.tv.

Giant e Shimano accanto ad Alessandro Fabian

Giant e Shimano a supporto di Alessandro Fabian

Giant e Shimano annunciano la collaborazione con il  triatleta Alessandro Fabian

Giant e Shimano accanto ad Alessandro Fabian (FONTE COMUNICATO STAMPA)

Giant e Shimano accanto ad Alessandro Fabian (FONTE COMUNICATO STAMPA)

Giant, colosso taiwanese nella produzione di biciclette di alta gamma e accessori per le due ruote, e Shimano, il produttore giapponese leader nella realizzazione di componenti per biciclette, hanno annunciato la sponsorizzazione dell’atleta Alessandro Fabian, protagonista italiano della scena internazionale del triathlon con i Giochi olimpici di Tokyo 2020 nel mirino.

All’interno del Tech Lab di Shimano Italia a Legnano (Milano) è stata presentata in mattinata la collaborazione con il miglior triatleta italiano di sempre, Alessandro Fabian, che affronterà gli impegni agonistici in sella alle bici Giant TCR Advanced SL e Propel Advanced Disc allestite con trasmissione completa Dura Ace Di2 e ruote Dura Ace, assemblate in diretta sotto gli occhi degli ospiti intervenuti.

Nato a Padova nel 1988, fin da piccolo Alessandro si è distinto nel nuoto, passando successivamente ad aquathlon, duathlon e infine al triathlon, dove ha vinto svariati titoli italiani. Incluso nell’élite internazionale, Fabian ha chiuso il 2018 piazzandosi 4° e 5° nelle tappe di Coppa del Mondo rispettivamente a Miyazaki (Giappone) e Tongyeong (Corea del Sud).

Appena rientrato da Abu Dhabi per la prima tappa dell’ITU World Triathlon Series, Fabian ha dichiarato:

«Questo evento segna l’inizio di un nuovo percorso dopo il quadriennio scorso. Non solo si tratta di una partnership prestigiosa, ma apre le porte ad un futuro insieme a due brand leader nel settore che mi accompagneranno nell’avventura verso Tokyo 2020”. Sui brand che lo supporteranno inoltre il padovano ha aggiunto: «Giant è uno dei principali produttori di bici al mondo e ha un’importante esperienza alle spalle, ma ciò che aggiungerà valore al mio staff sarà soprattutto l’assistenza che Shimano e Giant forniranno da un punto di vista tecnico. Saprò di poter contare su prodotti di qualità e questo mi fa sentire sereno nel cammino verso le prossime Olimpiadi».

“Con questa collaborazione Giant ha l’obiettivo di rafforzare la propria presenza nel panorama del triathlon internazionale.» ha spiegato Andrea Leo, National Sales & Marketing Manager Giant Italia, «I materiali all’avanguardia e il design performante dei nostri telai saranno un importante supporto alle prestazioni di Fabian, insieme ai componenti di un partner strategico e di lunga data come Shimano”.

Ilaria Deidda, Marketing Manager Shimano Italia, dichiara:

Shimano Italia è entusiasta di poter collaborare con un atleta di questa caratura e si impegnerà a supportarne le ambizioni di successo in ottica Olimpica. Ci auguriamo che questo sodalizio possa aiutare Alessandro a raggiungere tutti i suoi obiettivi”.

FONTE COMUNICATO STAMPA

#SiamoSullaStessaStrada tra Camera e Parlamento Europeo

#SiamoSullaStessaStrada della ACCPI

#SiamoSullaStessaStrada è la campagna lanciata dall’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani insieme a Fondazione Michele Scarponi e Marina Romoli Onlus

#SiamoSullaStessaStrada  (fonte comunicato stampa)

#SiamoSullaStessaStrada (fonte comunicato stampa)

La settimana scorsa la petizione per la sicurezza stradale #SiamoSullaStessaStrada: rendiamola sicura lanciata dall’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani insieme a Fondazione Michele Scarponi e Marina Romoli Onlus è stata presa in esame dal ministro dei trasporti Danilo Toninelli.

Martedì 12 marzo la vicepresidente ACCPI Alessandra Cappellotto Marco Cavorso, responsabile per la sicurezza del sindacato dei corridori, sono intervenuti a Roma in Commissione Trasporti all’audizione che ha riunito rappresentanti di Confartigianato, FAI trasporto persone, Federtrasporto, Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri (UNRAE) e Dekra Italia srl, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge recanti modifiche al codice della strada (il video dell’audizione integrale è disponibile sul sito webtv.camera.it).

Mentre l’Assocorridori continua a impegnarsi in ambito nazionale per la sicurezza stradale, la sua “battaglia” è arrivata fino al Parlamento Europeo. Ieri il Comitato Regionale Lombardo della Federazione Ciclistica Italiana, guidato da Cordiano Dagnoni, in visita a Strasburgo ha fatto firmare il cartello giallo recante il simbolo del “metro e mezzo” per il sorpasso sicuro ad alcuni parlamentari italiani appartenenti trasversalmente ai vari gruppi dell’emiciclo.

Patrizia ToiaAngelo CioccaStefano MaulluBrando Benifei e Alessandra Mussolini hanno aderito alla campagna per un ciclismo più sicuro, che potete continuare a sottoscrivere anche voi su change.org/SiamoSullaStessaStrada, rispondendo presente al videomessaggio del campione europeo Matteo Trentin, rivolto alle autorità nazionali e internazionali che possono concretamente cambiare lo status quo.

«Vi chiedo di darvi da fare perché le strade italiane diventino più sicure, per i miei figli, i vostri e quelli di chiunque. Dobbiamo vincere questa sfida non solo per chi usa la bici per lavoro come me e i miei colleghi, ma soprattutto per i giovani, gli anziani e chiunque ha il diritto di pedalare sicuro e felice» è l’appello del vicepresidente ACCPI in attività, che potete vedere per intero sul sito www.accpi.it.

Alé Cycling annuncia la partnership con l’Etna Marathon

Alé Cycling  partner dell’Etna Marathon

Alé Cycling,  prestigioso maglificio di Bonferraro di Sorgà (VR), sarà partner dell’Etna Marathon.

Alé Cycling

Alé Cycling

Alé Cycling  maglificio di Bonferraro di Sorgà (VR) sarà partner di una delle più affascinanti gare del calendario internazionale UCI Marathon Series: l’Etna Marathon.

Alé, marchio italiano di proprietà di APG S.r.l, che produce abbigliamento da ciclismo da oltre 30 anni, sarà partner dell’Etna Marathon e fornirà le maglie dell’edizione 2019.
Azienda che non ha paura di uscire dagli schemi, Alé punta da sempre su soluzioni d’impatto visivo, con grafiche vivaci, colori forti e tagli unici. Le sue collezioni, sia quelle a catalogo, sia quelle custom, realizzate per i tanti team professionistici o amatoriali che a lei si affidano, sono esclusive e si distinguono immediatamente dal gruppo.
L’Etna Marathon, che avrà luogo il prossimo 14 settembre in Sicilia è forse una delle gare più particolari e affascinanti di tutto il calendario UCI XCM-MS. Con i suoi 78km e 2900m di dislivello, il percorso di questa granfondo MTB è incredibile ed unico al mondo: alterna ai paesaggi lunari, tipici delle zone vulcaniche, le pinete millenarie, i boschi, le pietraie della bella terra siciliana. 17 km di single-track mozzafiato, duro, divertente, emozionante, aspettano gli atleti del circuito Marathon Series.

“E’ con vero piacere che annunciamo la partnership con quest’evento unico e particolare. Unico e particolare proprio come Alé – ha commentato Alessia Piccolo, Amministratore Delegato di Alé Cycling – Per l’Etna Marathon ho in mente una maglia che sarà l’espressione di questa bella gara e di questa terra sorprendente; ci ispireremo ai suoi colori! Sarà un simbolo di forza e di passione. Proprio come la marathon a cui sarà dedicata.”
“E’ un grande onore essere affiancati da un marchio di tale prestigio”, ha spiegato Maurizio Scalia, presidente dell’ASD Mongibello MTB Team che organizza l’evento “La nostra manifestazione offre una vetrina internazionale importante e ci fa piacere che un brand importante come Alé abbia creduto in noi. Un marchio come Alé, dalla grande storia e diffusione, non può che essere visto come un alleato meraviglioso, un partner per la nostra strategia di crescita.”

Per informazioni ed iscrizioni: https://www.etnamarathonmtb.it/

FONTE COMUNICATO STAMPA

 

Granfondo Colnago 2019, i consigli del Falco

Granfondo Colnago 2019 i consigli di Savoldelli

Granfondo Colnago 2019 main event del Colnago Cycling Festival in programma dal 5 al 7 aprile, i suggerimenti di Savoldelli

Granfondo Colnago 2019 (fonte comunicato stampa)

Granfondo Colnago 2019 (fonte comunicato stampa)

La primavera si avvicina e questo primo sole marzolino ci ricorda che il weekend più frizzante della stagione è alle porte: ormai manca davvero poco al grande evento firmato Colnago Cycling Festival!

Come già annunciato, lo scorso mese c’è stata la prova ufficiale del percorso lungo della Granfondo Colnago, main event di questa tre giorni delle due ruote che animerà le sponde del lago di Garda dal 5 al 7 aprile 2019: a salire sulle pedivelle per noi in questa occasione è stato un tester davvero d’eccezione, il Falco Paolo Savoldelli.

Oggi arriva il VIDEO ufficiale della prova, uno sguardo in anteprima sul tracciato che percorrerete in prima persona domenica 7 aprile, che potrete vedere cliccando sull’immagine qui sopra o seguendo il canale You Tube del Colnago Cycling Festival.

Una pedalata, quella del Falco, alla scoperta delle novità di questo percorso inedito,con partenza e arrivo a Desenzano del Garda.

Il campione due volte maglia rosa dopo aver seguito il tracciato in sella alla sua Colnago si è detto molto soddisfatto del nuovo percorso: «I panorami sono bellissimi e i cambiamenti fatti dall’organizzazione sono stati ottimi per questa manifestazione, che ha come obiettivo sempre quello di essere alla portata di tutti, sia dei più allenati sia dei meno allenati».
E dopo l’approvazione da parte di un campione come Paolo, agli organizzatori non manca che  sistemare gli ultimi dettagli prima dell’evento, tre giorni di grande sport ricchi di iniziative per tutti i gusti e per tutte le età ⇒ Programma Colnago CF