Camel bag un intelligente sostituto della borraccia

Camel bag metodo alternativa alla borraccia per idratarsi

Camel bag sistema di idratazione alternativo alla tradizionale borraccia diffusissimo tra gli escursionisti e gli amanti della Mountain Bike

Camel bag

Camel bag

La Camel Bag è un sistema alternativo per idratarsi, una soluzione studiata per venire in contro alle esigenze di chi non ama staccare le mani dal manubrio per prendere la borraccia.

La “borsa di cammello” nasce per assecondare le esigenze dei ciclisti ma è stata poi permutata, ottenendo un incredibile successo, tra gli escursionisti.

Il come corretto, come da titolo, è camel bag ma viene spesso chiamata camel back (“dorso di cammello”), prendendo il nome della famosa azienda produttrice, la CamelBak.

camel bag: uso e manutenzione

Che usiate la Camel Bag (Camelbak) per le vostre uscite in MTB o per passeggiate in montagna è importante che una volta riempita di acqua facciate un controllo su eventuali perdite in quanto potreste inutilmente bagnarsi o, se la tenete in uno zaino, prestare attenzione che non vi siano oggetti appuntiti che possano tagliare la sacca.

E’ importante considerare che la qualità della sacca (e di conseguenza un prezzo più elevato) assicura su una maggior resistenza agli urti.

Dopo la pedalata o l’escursione è importante che l’attrezzatura venga sciacquata e svuotata completamente, se è il caso comprimendola con le mani. Non vanno adoperati prodotti di pulizia eccessivamente aggressivi in quanto potrebbero compromettere i sistemi antibatterici propri della Camel Bag. Allo stesso modo è bene non usare acqua bollente che potrebbe compromettere la plastica.

Se la sacca non viene usata per lunghi periodi va svuotata e smontata tenendola in un luogo asciutto, alcuni suggeriscono, se possibile, di riporla nel congelatore per non consentire ai batteri di proliferare.

Camel bag: in estate e inverno

In estate può essere utile inserire nella vostra Camelbak dei cubetti di ghiaccio ma va ricordato che la condensa che si genera potrebbe bagnarvi. E’ quindi meglio inserire non troppo ghiaccio.

Se effettuate uscire con temperature molto basse è fondamentale soffiare nella cannuccia dopo ogni bevuta per evitare che il residuo di acqua si congeli. Ricordate di mantenere la Camel Bag ben pulita anche nelle stagioni fredde.

Camel bag: capacità

L’offerta di CamelBack è in continua espansione per assecondare le esigenze di tutti gli sportivi, da tagli che inizialmente erano standard e limitati oggi il mercato offre prodotti che vanno dai 20, 18, 14, 12, 10, 8 litri e così via.

Camel bag: come sceglierla

  • Il prezzo non è tutto, badate alla solidità del prodotto
  • Capienza: capite bene quanta acqua vi serve, non ha senso avere sulle spalle uno zaino grosso ma mezzo pieno
  • Non guardate all’estetica ma alla funzionalità: ci sono camelbag colorate ma scomode
  • La pulizia è fondamentale, controllate l’accessibilità alla sacca idrica

Brand consigliati: Camelbak, Deuter, Zooron, Decathlon, camelbak palos

Camel bag trail running: come sceglierle lo zaino migliore

Lo zaino da Trail running deve rispondere a requisiti di leggerezza e aderenza al torace per dare stabilità riducendo le inevitabili oscillazioni. Le aree di fissaggio vengono poste sul petto e in vita e sono costituite da appositi laccetti regolabili. Si suggerisce di privilegiare zaini con lacci facilmente regolabili così da selezionare la lunghezza più funzionale all’aderenza al corpo per evitare sfregature dannose per la pelle.

Esistono speciali  modelli più leggeri (detti “a Gilet”) che vengono indossati come dei comuni indumenti per idratarsi durante la corsa.

Brand consigliati : Camel Back, Ferrino, Adidas, Meru, Dynafit, Salomon, Asics, Lixada

 

Zaino camel bag da enduro

Esistono anche modelli speciali utilizzabili in moto e, in particolare, si sta diffondendo l’impiego tra gli appassionati di enduro.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi