Bacche di Goji e sport, guida definitiva

Bacche di Goji moda o superalimento?

Bacche di Goji alimento fitoterapico e ottimi integratore alimentare. Quali sono i benefici e di questo super alimento, guida definitiva

Bacche di Goji (fonte pixabay)

Bacche di Goji (fonte pixabay)

Bacche di Goji vengono definite alimenti (alimenti che permettono di svolgere una funzione preventiva di alcune patologie).

Il Goji (Lycium Barbarum) è arbusto rampicante perenne della famiglia delle solanacee proveniente dalla Mongolia interna. In Cina le bacche di questa pianta sono da oltre 2000 anni considerate un rimedio naturale per preservare la buona salute dell’organismo,

Le popolazioni della Cina del Nord e della Mongolia Interna sono tra le più longeve del mondo è spesso di attribuisce un valore alla loro dieta quotidiana è arricchita delle bacche di Goji che presentano dei potentissimi antiossidanti come Omega 3, Omega 6 e Germanio utile per proteggere l’organismo in caso di radiazioni e coadiuvante per artrite reumatoide, ipertensione ed allergie.

Ricchissimi di sostanze nutrienti quali vitamine C ed E e minerali queste bacche proteggono dai radicali liberi e dallo stress ossidativo e racchiudono i principali macro e micronutrienti

Bacche di Goji “Xing Dal”

La variante “Xing Dal” è la miglior qualità di bacche di Goji sul mercato. Questi frutti vengono raccolti in una regione della Mongolia nota col nome di Ningxia famosa per il passaggio del fiume Huang He che arricchisce il terreno di importanti minerali.

Questa qualità è lavorata artigianalmente e ciò permette di mantenere la vitalità del frutto e il valore assoluto dei suoi componenti.

Il Goji “Xing Dal” viene lavorata artigianalmente essiccandolo al sole (mantenendo la vitalità del frutto e il valore dei componenti)

Secondo il tasso Orac (ossia la scala del grado di capacità antiossidante)  le bacche di Goji rappresentano il livello più elevato , 25300 contro i 7700 del lampone nero e 13120 del cioccolato fondente.

L’altopiano su cui si sviluppa questa tipologia di Goji presenta elevate escursioni termiche (da +38,5°C a -15°C) che fa sì che le piante che sopravvivono in queste condizioni si arricchiscono di sostanze e principi attivi.

Bacche di Goji: Valori nutrizionali per 100 gr

Grassi
di cui Grassi saturi
5.7 g
1.1 g
Proteine 10.6 g
Carboidrati
di cui Zuccheri
21 g
17.3 g
Sodio 24 mg
Calcio 112.50 mg
Ferro 8.42 mg
Fibre 7.78 g
Vitamina C 306 mg
Tiamina (B1) 0.15 mg
Beta-Carotene 7.38 mg
Aminoacidi 8.48 mg
Polisaccaridi 46.5 mg

 

Per il suo elevato contenuto di zuccheri questi frutti essiccati andrebbero preferibilmente consumati al mattino in una quantità di circa 30-50 gr.

Le bacche di Goji vengono aggiunte alla prima colazione per migliorare il gusto di porridge, yogurt, macedonie o kefir.
Anche in caso di assunzione con Infusi, tè o bevande mantenendo un elevato tenore di zuccheri, dovrebbero essere consumate preferibilmente al mattino per evitare sbalzi glicemici serali.

Bacche di Goji: proprietà benefiche

  • elevata presenza di antiossidanti, in grado di proteggere dall’azione dei radicali liberi
  • attività anti infiammatoria
  • attività probiotica
  • rinvigorente del sistema immunitario
  • anti-age, preservare la vista e favorire l’equilibrio glicemico;
  • aiuta il mantenimento del livello di Testosterone
  • favoriscono la crescita e lo sviluppo di flora batterica benefica a livello intestinale;

Bacche di Goji: Effetti collaterali

Considerando l’elevato potere allergizzante delle bacche di Goji sembrerebbe opportuno valutare attentamente con il proprio medico l’eventuale uso di questi frutti. Nei bambini la dose consigliata è misurata in cucchiaini e non in cucchiai, da 1 a 3 al giorno.

Bacche di Goji e sport

Allo stato attuale non vi sono studi specifici sull’uso delle bacche e il miglioramento dell’attività sportiva ma la loro composizione chimica porta a sostenere che la loro capacità antiossidante e mioprotettiva può consentire di attribuire un ruolo di potenziale ruolo antifatica. Va sottolineato, poi, che la presenza di Il rame, fosforo e manganese aiutano a regolare il metabolismo energetico.

Le bacche di Goji presentano una elevata concentrazione di potassio e magnesio che possono consentire di aumentare la resistenza muscolare.

Poco importa quale sia l’attività praticata o il livello di abilità questo alimento funzionale può apportare nutrienti che migliorano il rendimento sportivo in allenamento, in palestra e sul campo da gioco.

Come coltivare le bacche di Goji

Le piante di Goji possono essere coltivate anche  in vaso senza timore del gelo o del freddo. Gli arbusti possono raggiungere anche i 2 metri con rami lunghi coperti di piccole foglie lanceolate.

La pianta di Goji necessita di qualche anno prima di cominciare a dare i propri frutti e si sviluppa con grande lentezza

È possibile reperire in commercio sia i semi che le piantine (sia in negozi online che nei vivai). Nel caso si voglia partire dal seme è preferibile seminare in primavera mentre è sempre possibile la semina indoor nel caso si voglia partire con la coltivazione nei mesi freddi. E’ possibile utilizzare anche i semi contenuti nelle bacche essiccate.

Nel caso di coltivazione in vaso, si suggerisce di ricoprire il con uno strato di palline di argilla al fine di mantenere il terreno umido.

La pianta gradisce l’esposizione al sole e un terreno sabbioso e ben drenato. La fioritura della pianta avviene tra i mesi di maggio (una potatura a fine maggio consente frutti più grandi) e di luglio e il raccolto delle bacche si effettua a completa maturazione dei frutti che di norma avviene a fine estate. Le bacche si possono mangiare fresche o essiccate e vanno raccolte con guanti (la pianta presenta fastidiose spine).

La collocazione delle piante al sole favorisce la maturazione dei frutti oltre che l’arricchimento delle bacche di sostanze benefiche. La pianta di Goji si può diffondere per talea.

Bacche di Goji contro il cancro?

Si tratterebbe di una “leggenda metropolitana” in quanto studi clinici già dal 2007, hanno dimostrato che questi frutti non hanno particolari doti o capacità di contrastare la malattia.

Bacche di Goji prodotto unico?

Posto che l’assunzione di bacche di Goji aiuta a migliorare il metabolismo e la qualità del sangue, oltre a contribuire a bruciare il grasso epatico va detto che altri piante comuni alle nostre latitudini hanno effetti similari: il kiwi, il ribes nero, i mirtilli o i frutti di Berberis e Lycium Barbarum possono essere una valida alternativa.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi