Come Aumentare i chilometri in bicicletta? Nove consigli utili

Come Aumentare i chilometri percorsi in bicicletta?

Come Aumentare i chilometri percorsi in bicicletta? Ecco nove suggerimenti semplici ma utili funzionali ai ciclisti meno esperti

Come aumentare i chilometri in bici

Come aumentare i chilometri in bici

Come Aumentare i chilometri percorsi in bicicletta? Lo sappiamo giri lunghi oltre a riempire l’ego, a migliorare la propria posizione su Strava consentono anche di raggiungere qualche meta che ci piacerebbe vedere durante le nostre uscite in bicicletta.

Non c’è nulla di più bello al termine di un’uscita in bicicletta di quel senso di realizzazione nell’aver percorso un tot di chilometri in più rispetto all’uscita precedente. Se siete dei “novizi” delle due ruote e non avete mai sfondato il muro delle due ore, questo articolo potrebbe aiutarti nel cammino verso l’aumento dei chilometri percorsi in bicicletta.

Pedalate di successo su lunga distanza spesso si riduce alla strategia e alla pianificazione, e non solo al fitness puro e semplice. Attenzione i miracoli non si fanno e tutto si basa sul vostro livello di resistenza, lavorare gradualmente per aumentare intensità e lunghezza delle vostre uscite è la cosa più saggia da fare ma alcuni accorgimenti posso aiutare nell’implementare il numero di chilometri percorsi per uscita.

Alex Stieda, ex corridore della 7-Eleven negli anni 80, sostiene “Supponi che la tua uscita nel weekend sia di due ore. Per un periodo di otto settimane, aggiungere circa mezz’ora per ogni giro; tra due mesi sarai pronto per un giro di un secolo”.

Spesso l’incrementi dei km percorsi è una faccenda mentale, quando siamo vicini a casa, quasi allo stremo, proviamo a inserire ancora 1, 2 o 3 chilometri. Attenzione non dobbiamo arrivare stremati al termine di ogni allenamento, sedute di recupero sono altrettanto importanti e psicologicamente “spezzano” l’impegnativa routine del “dover” compiere qualche pedalata in più.

  1. Pedale con intelligenza: per pedalare più a lungo è importante centellinare le forze, non ha senso sparare tutte le cartucce per poi trovarsi senza colpi in canna, il risultato sarebbe l’opposto del desiderato. Pedala con un rapporto più leggero e magari con una cadenza più alta. Pedalare senza andare in aerobico aiuta, è come in palestra fare dieci serie da dieci colpi o una serie da cento colpi.
  2. Aumentare il chilometraggio vuol dire consumare di più ed è quindi fondamentale idratarsi in modo appropriato ed alimentarsi. Per idratarsi è fondamentale l’acqua, in commercio ci sono tanti prodotti, Sali ed integratori ma tutto gira attorno all’acqua. Bevi poco e spesso sino a consumare anche più di una borraccia all’ora. Mangiare qualche boccone di cibo ogni 15 minuti può aiutare a evitare inutili e pericolose crisi di fame.
  3. Attenzione al vento! Il vento è un amico dei ciclisti ma può essere un nemico “mortale”. Se quando esci hai il vento alle spalle farai meno fatica e arriverai più lontano. Occhio però che devi tornare a casa e l’amico può diventare il nemico numero uno!
  4. Attenzione ai problemi meccanici. Maggiori chilometri significa maggior tempo in strada e maggior tempo in strada vuol dire incremento delle probabilità di problemi meccanici. Più ti allontani da casa e più devi essere attrezzato: kit per forature, attrezzi e il tuo smartphone possono evitarti problemi.
  5. Dividi il percorso in tre blocchi. Vuoi fare 60km? Allora dividi l’uscita in tre blocchi: i primi 20 km fai girare le gambe, scaldati e prendi il ritmo, il secondo blocca pedala a fondo sentendo il lavoro. Nell’ultimo blocco non massacrarti e se hai degli zuccheri assumili così da compiere il giro senza andare in crisi.
  6. Ricordati di fare qualche mossa di streaching. Collo, spalle e schiena soffrono sempre un po’ quando si pedala. Prendimi qualche momento per rilassare il tuo corpo: Su un tratto di strada libero stira il corpo e se non sei stabile in sella fermati, cinque minuti di pausa non ti faranno certo più male di una inopinata caduta.
  7. Cambiare periodicamente le posizioni delle mani, e riduci la tensione sulle braccia, attento se senti formicolii, prendilo come un segno che la tua posizione va modificata meglio ancora se riesci a prevenirne l’insorgenza.
  8. Ogni tanto alzati e abbassa un pedale tirando per una ventina di secondi 0il polpaccio prima con una e poi con l’altra gamba.
  9. Goditi il percorso. Non stai facendo una tappa al Giro o al Tour. La bicicletta, soprattutto per un neofita deve essere piacere.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi