Appuntamento a Belleville cartone animato sul ciclismo

Appuntamento a Belleville di Sylvain Chomet

Appuntamento a Belleville è un film di animazione del 2003 che narra la storia di Champion un bimbo che avvera il sogno di correre il Tour de France

Appuntamento a Belleville

Appuntamento a Belleville

Appuntamento a Belleville ( titolo originale Les Triplettes de Belleville) è un film d’animazione franco-belga-canadese del 2003, presentato fuori concorso durante la 56esima edizione del Festival di Cannes. Il film ha goduto di particolare interesse da parte della critica in quanto la maggior parte della storia è raccontata con lo stile della Pantomima e quindi catalogato dagli amanti del genere come “old style”.

Il cartone animato inizia con la sequenza di un trio di cantanti anni trenta, (Violette, Blanche e Rose) dette “leTriplettes” per poi passare sulla figura di Madame Souza, una anziana signora che si occupa del nipote Champion che educa ed alleva da sola.

Quando la donna regala al piccolo una triciclo questo si appassiona talmente tanto alle due ruote da arrivare a prender parte al Tour de France.

Raggiunto il suo sogno di essere al via della Grande Boucle la peripezia di Champion ha inizio. Il giovane è infatti vittima, assieme ad altri due corridori, di un rapimento durante la corsa stessa. Portato nella città di Belleville, che altro non è che una mescolanza tra Parigi, Montreal e New York, viene preso in ostaggio da una banda di gangster intenzionata ad inserirlo in una rete di scommesse clandestine legate alle corse ciclistiche.

Champion e i suoi due sfortunati colleghi vengono obbligati a pedalare su una macchinario che simula una gara ciclistica. Madame Souza venuta a conoscenza degli accadimenti, sfruttando mezzi di fortuna, raggiunge Belleville per cercare il nipote scomparso. Giunta a Belleville la donna incontra Le Triplettes, invecchiate e decrepite ma ancora attive e sveglie e con l’aiuto del bizzarro terzetto riesce a trovare il nipote e a liberarlo dagli aguzzini.

Fuggono tutti con l’intero macchinario, spinto da solo due dei ciclisti e una delle “Triplette”, e riescono a sgominare i cattivi che li inseguono, e finalmente a lasciare la città.

Appuntamento a Belleville: le particolarità

Il film animato presenta diverse e piacevoli citazioni. E’ anzitutto palese il riferimento allo stile delle Sit-Com e alla produzione cinematografica del regista Jacques Tati tanto che in una scena le Triplettes guardano in tv il film  Giorno di festa del regista transalpino.

Nel disegno dei veicoli c’è una forte ispirazione del design Citroën e il furgone su cui, durante le tappe  del Tour de France, si muove  Madame Souza è sicuramente un Citroën HY.

Osservando il volto di Champion è molto facile identificare che altro non è che una caricatura del campionissimo Fausto Coppi e, invece, il vincitore del Tour ha il viso del “cannibale” Eddy Merckx

Nell’episodio numero 14 della ventiduesima stagione dei Simpsons, Appuntamento a Belleville viene citato durante la premiazione del Golden Globe.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi