Andy Rihs morto a 75 anni, aveva fondato la Phonak

Andy Rihs morto a 75 anni il proprietario della BMC

Andy Rihs morto a 75 anni, aveva fondato la Phonak ed era proprietario della marca di biciclette BMC, da qualche tempo era entrato nella proprietà del team calcistico Young Boys

Andy Rihs e Cadel Evans

Andy Rihs e Cadel Evans

Andy Rihs morto a 75 anni è stato un grande manager del mondo delle due ruote. Imprenditore zurighese è stato dirigente e fondatore della Phonak, sciolta poi nel 2006 a seguito dello scandalo doping che aveva travolto Floyd Landis al Tour de France.

Nato il 2 novembre del 1942 a Stoccarda (Germania), Andy Rihs ha seguito una formazione commerciale. Nel 1966 rilevò, assieme ad un tecnico suo amico, la società di apparecchi acustici del padre che era andata in fallimento nacque la Phonak che nei decenni successivi divenne la più grande impresa produttrice di apparecchi acustici a livello mondiale

Dopo l’avventura alla Phonak è diventato proprietario dell’azienda produttrice di biciclette BMC diventando oltre che fornitore anche sponsor dell’omonimo team. Tanti sono stati i successi del sodalizio statunitense su cui spiccano il Tour de France 2011 con Cadel Evans, la Paris-Roubaix 2017 con Greg Van Avermaet

Grazie proprio finanziamenti offerti da Andy Rihs la federazione svizzera ha potuto costruire nel 2013 a Grenchen un velodromo assolutamente all’avanguardia, teatro di record del mondo dell’ora e di campionati europei. Negli ultimi anni si era è dedicato, assieme al fratello Hans-Ueli, tramite una holding, anche nella proprietà dello Young Boys.
La notizia è stata resa pubblica anche dallo team: “Andy non era solo il proprietario e sponsor principale del BMC Racing Team, ma anche un amico che amava la vita e amava condividere quella gioia. Con lui se ne va un imprenditore anche visionario, un appassionato sportivo, un ciclista appassionato e un grande sostenitore dello sport. La sua generosità, il suo senso dell’umorismo e la sua risata contagiosa hanno accompagnato l’intera storia del BMC Racing Team. Il nostro dolore è indescrivibile, ma porteremo avanti i suoi valori”.
Proprio i noti problemi di salute di Andy Rihs sono stati una delle cause che hanno portato la BMC alla decisione di concludere a fine 2018 il suo impegno di sponsorizzazione del team presieduto da Jim Ochowiz.

Condividilo sui tuoi socialShare on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi