Altopack Eppela scandalo doping: arresti

Altopack Eppela blitz antidoping della polizia di Lucca

Altopack Eppela blitz antidoping della polizia di Lucca a seguito dell’indagine nata dopo il decesso di Linas Rumsas.

Altopack Eppela

Altopack Eppela

Altopack Eppela, una delle maggiori squadre di ciclismo dilettantistico italiano è al centro di uno scandalo doping. Secondo quanto riportato da La Stampa sarebbe stati un blitz della polizia di Lucca che avebbe portato all’arresto del proprietario del team e dell’ex direttore sportivo oltre che un farmacista, che riforniva la squadra di farmaci vietati dalla normativa sul doping.

L’indagine è scattata a seguito del decesso di Linas Rumsas, promessa del ciclismo e figlio di Raimondas, ex atleta lituano di fama internazionale in forza alla Altopack Eppela. Il giovane, 21 anni, è morto improvvisamente il 2 maggio scorso.

Sarebbero numerose le perquisizioni svolte a Lucca e in altre aree della Toscana. Parrebbe sia stato perquisito anche lo studio legale di un avvocato del foro lucchese.

Secondo quanto riportato dal Corriere lo scorso settembre Altopack Eppela era solita trascorrere lunghi periodi in ritiro in un casale ad Altopascio, nel Lucchese ,a poche centinaia di metri dall’abitazione dei Rumsas, dove venivano eseguite le partiche dopanti.

A seguito di alcuni appostamenti era stato ritrovata una “quantità importante” di flaconi di soluzione fisiologica tra i rifiuti. Gli investigatori perquisirono le stanze dei corridori, la casa dello sponsor, quella dei Rumsas e l’auto di Raimondas jr, fratello maggiore di Linas (squalificato di recente per 4 anni per doping)

All’interno di abitazioni e uffici, gli agenti della Mobile trovarono siringhe e aghi da flebo, insulina, disintossicanti epatici, ormoni per stimolare la gravidanza, antidolorifici ospedalieri, antianemici, sonniferi e molte fiale senza etichetta il tutto senza la presenza di idonee prescrizioni mediche.

Il capo della procura di Lucca Pietro Suchan: “Qui non si parla soltanto di doping ma di un’associazione a delinquere con valenza criminale dietro cui si celava un utilizzo di quantità inimmaginabili di sostanze dopanti, pericolose e potenzialmente letali. Qui c’è gente, ci sono genitori e allenatori che scherzano con la vita e la salute di ragazzi giovanissimi”.

Altopack Eppela: il post della Polizia di Stato

Operazione antidoping a Lucca arresti e perquisizioni e a dirigenza squadra del ciclismo dilettantistico italiano
Gli atleti venivano incoraggiati dal presidente della squadra a doparsi indagini avviate dopo morte di RUMSAS Linas giovane promessa del ciclismo

Condividilo sui tuoi socialShare on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi