Alberto Cecchin dice addio al ciclismo

Alberto Cecchin abbandona le due ruote

Alberto Cecchin non rientra più nei piani della Wilier Selle Italia. «Mi spiace sia finita così, a 28 anni avrei continuato»

Alberto Cecchin

Alberto Cecchin

Alberto Cecchin abbandona il ciclismo, il passista veloce di Lamen sta per gettare la spugna sulla sua attività professionistica. La sua ex squadra, la Wilier Selle Italia, ha stabilito che le sue performance non rientrano più nei piani del team nonostante qualche buon piazzamento nel 2017.

Molte squadre stanno contraendo gli organici e sono molti i corridori italiani attualmente in cerca di contratto.

“Lo scorso anno firmai all’ultimo momento con la Wilier, quest’anno nessuno ha bussato alla porta. Mi spiacerebbe lasciare il professionismo ma il filo sta per spezzarsi” ha dichiarato Alberto Cecchin al Corriere delle Alpi “ho solo 28 anni e avrei continuato volentieri la mia esperienza. Purtroppo temo di essere costretto a smettere e mi ferisce molto la cosa, non solo per me ma anche per mio padre e mio nonno che hanno sempre creduto in me tramandandomi questa passione”.

Alberto Cecchin: qualche proposta?

Secondo le parole di Alberto qualche team Continental si sarebbe fatto avanti (in particolare una squadra inglese e una malese) ma “avrebbe avuto un senso se avessi vent’anni e mi stessi affacciando al mondo del professionismo. A 28 anni no. Meglio voltare pagina e attrezzarsi per il futuro”.

Troppo particolare il mondo delle Continental con poche corse e tanta permanenza all’estero tanto da scoraggiare il proseguimento agonistico del feltrino.

“Mi resteranno nel cuore tante corse il particolare la vittoria nella quarta tappa della Flèche du Sud e al Giro di Lussemburgo oppure la terza tappa del Giro di Turchia del 2016 quando mi precedette solo un fenomeno come André Greipel”.

Ad Alberto Cecchin vanno i tanti in bocca al lupo della nostra redazione.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi