Vincenzo Nibali non diffamò Danilo Di Luca

Vincenzo Nibali e la pronuncia della Cassazione

Vincenzo Nibali

Nibali vs DI Luca

Vincenzo Nibali nel 2014 ebbe una diatriba verbale con l’ex compagno di squadra Danilo Di Luca che rilasciò una intervista per il programma televisivo “Le Iene” in cui dichiarava che arrivare tra i primi dieci in un grande giro a tappe era impossibile senza l’utilizzo di sostanze vietate. A queste parole seguirono, appunto, quelle dello squalo dello stretto che, durante una intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport” disse: “per me Danilo è alla frutta, non sa più cosa inventarsi per guadagnare quattro spiccioli. Mi dispiace dire questo, è stato un grande compagno di squadra, ma in questi ultimi tempi mi viene solo da pensare male che è diventato un po’ “cerebroleso”.

Il Killer di Spoltore si sentì diffamato dalle parole dell’ex compagno di team e presentò una denuncia per diffamazione. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Lodi aveva prontamente archiviato il caso ma Di Luca presentò ricorso con la conseguente riapertura del procedimento.
Questa settimana è arrivata la pronuncia della Corte di Cassazione che ha stabilito che Vincenzo Nibali non diffamò Danilo Di Luca.

 

 

Pirrone medaglia d’oro, Paternoster bronzo

pirrone medaglia

Elena e Letizia scatenate sul podio

Pirrone medaglia d’oro fa doppietta in questo mondiale

Pirrone medaglia d’oro! No, non è un copia e incolla della notizia di due giorni fa ma è il fantastico double messo in scena dall’atleta bolzanina che oggi a Bergen ha bissato la medaglia conquistata nella crono individuale andando a dominare la prova su strada Under 23. A completare la festa italiana ecco che arriva anche il bronzo di Letizia Paternoster

Elena ha fatto rispettare il pronostico che vedeva le nostre atlete come grandi favorite, vincendo la gara con un’azione da vera atleta di razza: partita a 28 chilometri dal traguardo, nel tratto più duro della prova, è riuscita a mantenere un margine che le ha permesso di tagliare la linea d’arrivo con le braccia levate.

Al secondo posto del podio c’è la danese Emma Cecilie Jorgensen, mentre al terzo posto arriva Letizia Paternoster, che dopo aver corso per l’ultimo tratto di gara con la mansione di “stopper”, trova la forza di conquistare a sua volta un meritatissimo alloro mondiale.

“Al traguardo sono giunta con i crampi e non so bene nemmeno io come ho fatto, avevo tanta paura di perdere ma alla fine sono riuscita a compiere questa impresa di cui sono felicissima” ha dichiarato la Pirrone al traguardo.

Benoit Cosnefroy vince l’oro under 23

Benoit Cosnefroy trionfa nella prova in linea

Benoit Cosnefroy

Benoit Cosnefroy

Benoit Cosnefroy si aggiudica la prova in linea della categoria under 23 ai Campionati del Mondo 2017 di Bergen conclusasi con uno sprint a due che ha visto il francese precedere Lennard Kämna.

E’ stato Kämna a rompere gli indugi a circa 14 chilometri dall’arrivo, il tedesco è riuscito ad allungare sul gruppo, riprendere i fuggitivi e proseguire nella sua favolosa azione. Dopo l’ultimo strappo, in discesa, è partito Benoît Cosnefroy che con un’azione poderosa si è riportato sul tedesco ai meno sette chilometri al traguardo. I due sono passati sotto l’arco dell’ultimo chilometro con otto secondi di margine sul gruppo che a quel punto era lanciato per riprendere i fuggitivi.

I due di testa hanno stretto i denti per mantenere un piccolo margine sufficiente per giocarsi la vittoria in un volata ristretta che ha premiato Cosnefroy. Il gruppo è giunto alle loro spalle di soli tre secondi regolato dal danese Michael Carbel, che ha così conquistato il bronzo.

Bella prova per  l’azzurro Vincenzo Albanese, protagonista negli ultimi due giri del percorso che va a conquistare il quinto posto. Seguono il francese Damien Touze, il tedesco Max Kanter, il polacco Michal Paluta, l’irlandese Mark Downey e il norvegese Anders Skaarseth.

 

Oscar Gatto incidente in allenamento

Oscar Gatto caduto in allenamento ha picchiato il volto sull’asfalto

Oscar Gatto

Oscar Gatto in ospedale

Oscar Gatto è stato involontario protagonista di una giornata da dimenticare. Ieri mentre il corridore dell’Astana si stava allenando assieme ad alcuni amici e colleghi in Costa Azzurra, in vista delle gare di fine stagione, è stato vittima di una bruttissima e pericolosissima caduta. Il trentaduenne veneto è scivolato e ha perso il controllo della bicicletta andando a sbattere violentemente il viso sull’asfalto.

Trasportato all’Ospedale Princesse Grace di Montecarlo  per i controlli del caso, Gatto è stato sottoposto ad una serie di aggiornamenti che hanno dato, fortunatamente, esiti positivi. Gli esami hanno fortunatamente escluso fatture ma sul corpo del corridore sono evidenti tante contusioni e ferite, la prognosi ha prescritto una settimana di riposo ma è molto probabile che per Oscar si chiuda qui la stagione 2017 con tanta paura ma nulla di rotto.