Victor Campenaerts firma con la Lotto Soudal

Victor Campenaerts passa alla Lotto Soudal

Victor Campenaerts

Victor Campenaerts

Victor Campenaerts, passista belga classe 1991, dopo due stagioni nella Team LottoNL-Jumbo e dopo essersi laureato campione europeo a cronometro ha infatti con la Lotto Soudal. Per Campenaerts si tratta praticamente di un ritorno in quato nella stagione 2013 aveva  militato nella formazione Under23 della Lotto, quell’anno Victor vinse il Campionato Europeo di categoria a Brno per poi passare professionista con la Topsport Vlaanderen.

Questa stagione per Campenaerts è stata assolutamente soddisfacente in quanto, oltre al titolo europeo, ha vinto  la cronometro della Ruta del Sol ed è stato secondo al Campionato Nazionale nella prova contro il tempo.
Victor è diventato famoso nel nostro paese quando, durante lo scorso Giro d’Italia nel corso della cronometro di Montefalco per aver chiesto un’appuntamento ad una ragazza con un messaggio scritto sul petto.

 

 

Mikkel Bjerg vince la crono Mondiale

Mikkel Bjerg conqusita la cronometro under 23

Mikkel Bjerg

Mikkel Bjerg

Mikkel Bjerg si aggiudica la  cronometro dei Campionati del Mondo su strada della categoria under 23 facendo registrare il tempo di 47’06” alla media di 47.380 km/h sui 37,2 km del tracciato di Bergen. Seconda piazza per  lo statunitense Brandon McNulty, lontano ben 1’05” mentre terzo, a 1’16”. è giunto il francese Corentin Ermenault.

Buona prova per il nostro Edoardo Affini, nostro ospite in una recente intervista, che chiude all’ottavo posto con il tempo di 48’41” a 1’35” dal vincitore, più in difficoltà è apparso il ragusano Paolo Baccio che si è classificato tredicesimo con il tempo di 50’26”.

Da segnalare un incidente meccanico che ha tolto dalla corsa lo statunitense Neilson Powless che si trovava in seconda posizione quando è stato vittima di un salto di catena che lo ha portato a sbandare finendo contro una transenna, cadendo e dovendosi accontentare del nono posto all’arrivo.

Il pizzaiolo Zamparella sforna il trionfo

Il pizzaiolo Zamparella dal forno al trionfo

Il pizzaiolo Zamparella

Il pizzaiolo Zamparella

Il pizzaiolo Zamparella bette il nazionale Diego Ulissi. Abbiamo parlato del risultato a sorpresa del 14esimo Memoria Marco Pantani. E’ stata una gara davvero gagliarda quella del portacolori della Amore & Vita -Selle SMP che si è sciroppato 145 km di fuga coronata con una tanto bella quanto insperata vittoria. Una settimana prima, in Canada, Diego Ulissi si prendeva la soddisfazione di battere in volata niente meno che il Campione del Mondo Peter Sagan e il Campione Olimpico Greg Van Avermaet. E mentre al di là dell’Oceano Atlantico il buon Diego alzava le braccia al cielo cosa faceva Marzo Zamparella?

Udite, udite, Marco Zamparella sfornava pizze! Si avete capito bene sfornava pizze. Una storia stupenda che ci fa piacere raccontare. Il mondo del ciclismo ha le sue luci ma anche le zone meno note. E il corridore classe 1987 all’arrivo ha raccontato la sua storia: “Non posso vivere solo col ciclismo e quindi oltre alle corse, quelle alle quali la nostra squadra riesce a partecipare, tiro avanti facendo le pizze a San Miniato” ha detto il toscano a fine corsa.

Bravo Marco, l’altro Marco dall’alto, sarà fiero della tua energia!

 

Trionfo Italia a Bergen oro e argento nella crono juniores

Trionfo Italia a Bergen Pirrone e Vigilia oro e argento

Trionfo Italia a Bergen

Trionfo Italia a Bergen: Pirrone e Vigilia

Trionfo Italia a Bergen, il mondiale non poteva iniziare in modo migliore per i nostri colori. Nella cronometro individuale delle ragazze juniores, arriva una fantastica doppietta tricolore grazie ad Elena Pirrone e  Alessia Vigilia.

Profetica la nostra intervista ad Elena in cui, incalzata dalla redazione, aveva dichiarato il Mondiale di Bergen come l’obiettivo della sua stagione

I risultati di questi ultimi mesi lo avevano già fatto capire, le nostre ragazze sono le numero uno al mondo ma la pressione di un Campionato Mondiale era da considerare come un ipotetico ostacolo verso le loro ambizioni. Ostacolo superato con lode visto che due terzi del podio sono stati azzurri.

A salire sul gradino più alto del podio è Elena Pirrone, già un anno fa protagonista in quel di Doha: 23’19″72 il tempo impiegato dall’azzurra alla ottima media di 41.408 km/h. Alle sue spalle l’amica e rivale Alessia Vigilia distaccata si sei secondi. A conquistare la medaglia di bronzo è stata l’australiana Madeleine Fasnacht, lontanissima come tutte le altre

Nono posto per l’italiana Letizia Paternoster, autentica fuoriclasse della strada come della pista che  questa volta ha un po’ faticato nel trovare il giusto ritmo.

GP d’Isbergues 2017, successo di Cosnefroy

GP d’Isbergues 2017, vittoria di Benoit Cosnefroy

GP d’Isbergues 2017

Benoit Cosnefroy festeggia la vittoria

GP d’Isbergues 2017, svoltosi in  concomitanza del Campionato Mondiale di Bergen 2017, è stato vinto da Benoit Cosnefroy della Ag2R La Mondiale. La corsa che si svolge nella regione del Nord – Passo di Calais, valida per la Coppa di Francia, si è spesso risolta con una volata finale mentre il tentativo partito nelle battute iniziali della corsa questa volta è andato a buon fine.

La fuga di giornata comprende, oltre al vincitore, anche Pierre Goualt e Nicolas Baldo della HP BTP – Auber93, Alan Riou della Fortuneo – Oscaro e David Boucher della Pauwels Sauzen – Vastgoedservice. Gli unici a restare in testa fino alla fine sono Cosnefroy e Goualt che arrivano a giocarsi la volata ristretta in cui è il primo a tagliare il traguardo a braccia levate.