Tre Valli Varesine presentata la 97esima edizione

Presentata la 97° edizione della Tre Valli Varesine,  che chiude il Trittico Lombardo

Tre Valli Varesine

Tre Valli Varesine

Presentata questa mattina al 39° piano di Palazzo Regione Lombardia a Milano alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e dell’Assessore allo Sport Antonio Rossi, la 21° edizione del Trittico Regione Lombardia: manifestazione ciclistica internazionale che comprende le storiche corse in linea maschile di ciclismo su strada: 71° Coppa Agostoni (13/09/2017), 99° Coppa Bernocchi(14/09/2017) e a chiusura la 97° Tre Valli Varesine (03/10/2017).

Quest’anno si correrà martedì 3 ottobre, per le strade della Provincia di Varese, la 97° edizione della Tre Valli Varesine, gara entrata a pieno titolo nella storia del ciclismo italiano e internazionale organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda che nel suo palmares vanta due Campionati del Mondo nel 1951 e Varese 2008 e l’organizzazione del prossimo Campionato del Mondo di Gran Fondo: 2018 UCI GRAN FONDO WORLD CHAMPIONSHIPS.

 La corsa regina partirà per il secondo anno consecutivo dalla Città di Saronno visto il grande successo riscosso nella scorsa edizione e, percorrendo circa 200 chilometri, abbraccerà l’intera provincia da Sud a Nord arrivando nel cuore di Varese con traguardo in via Sacco davanti ai Giardini Estensidove ha sede il palazzo comunale. La Tre Valli è una gara categoria 1.HC del calendario europeo UCI (l’organizzazione mondiale che coordina l’attività agonistica internazionale di ciclismo).

 Il tracciato prevede un primo tratto in linea che corre lungo la strada provinciale Varesina e costeggia due laghi quello di Varese e quello di Comabbio. La corsa poi attraverserà gli affascinanti boschi del Parco del Campo dei Fiori per concludersi con 9 giri del famoso circuito cittadino di Varese.

 A conferma che la Tre Valli Varesine è una gara dal respiro internazionale e che il tracciato piace ai professionisti provenienti da tutto il Mondo prenderanno parte alla gara:

12 squadre della categoria UCI World Team: Team Sky, Astana Pro Team, Bora-Hansgrohe, Trek-Segafredo, Team Dimension Data, Movistar Team, AG2R La Mondiale, UAE Team Emirates, Cannondale-DRAPAC, Bahrain-Merida, FDJ, Orica-Scott e, ovviamente la Nazionale Italiana guidata da Davide Cassani.
7 squadre dell’UCI Professional Team: Androni Giocattoli, Bardiani-CSF, Wilier Triestina, Nippo-Vini Fantini, Caja Rural-Seguros RGA, Israel Cycling Academy, Gazprom-Rusvelo.
4 squadre dell’UCI Continental Team: Sangemini-MG.K.VIS, Uni Euro Trevigiani-Hemus 1896, D’Amico Utensilnord, Amore&Vita-Selle SMP.

Gli organizzatori confermano con orgoglio che tutte le gare del Trittico saranno seguire dalla diretta televisiva di RAI e dalla differita di Eurosport in oltre 70 Paesi del Mondo.

Oltre ad un grande appuntamento sportivo ed un evento storico entrato a pieno titolo nel cuore dei cittadini, la Tre Valli Varesine ha un grande valore culturale di promozione del territorio. Le bellezze della provincia di Varese saranno trasmesse in Mondo visione.

 A rendere possibile l’organizzazione di questo grande evento, l’appuntamento sportivo più importante di tutto il varesotto, contribuiscono in maniera significativa, facendo squadra, Istituzioni pubbliche come, in primis, Regione Lombardia, la Provincia di Varese, il Comune di Saronno e il Comune di Varese e la Camera di Commercio di Varese.

Andrew Talansky annuncia il ritiro

Andrew Talansky della Cannondale – Drapac  appende la bicicletta al chiodo

Andrew Talansky

Andrew Talansky

Andrew Talansky ha deciso di smettere con il ciclismo professionistico, dopo sette stagione alla Cannondale – Drapac ha deciso di ritirarsi a soli 28 anni. Il forte corridore di Manhattan aveva una proposta di contratto anche per la prossima stagione ma attraverso un post sui social network ha comunicato la propria decisione.

Ancora da capire il futuro del vincitore del Giro del Delfinato 2014, che ha spiegato come “ci sarà un nuovo inizio per lui seguendo la sua passione”, senza però aggiungere ulteriori dettagli per ora. Un peccato in quanto il corridore poteva ancora offrire qualche anno ad alto livello, non sono noti i motivi della scelta ma Talansky ha tenuto a sottolineare come la sua avventura da professionista abbia per lui rappresentato la realizzazione di un sogno.

 

Vuelta a Espana 2017, Froome vede rosso!

Vuelta a Espana 2017, Froome che colpo nella crono

Vuelta a Espana 2017

Chris Froome durante la prova odierna

Vuelta a Espana 2017, Froome domina la cronometro individuale di 40.2 km dal Circuito Automobilistico di Navarra a Logroño e mette le mani sulla Vuelta a Espana 2017, il nostro Vincenzo Nibali limita i danni. Nel puro stile del Kenyano bianco la partenza è controllata, per poi dare tutto nel finale: Chris chiude con il tempo di 47 minuti netti e rifila 29″ al secondo classificato, l’ottimo olandese Wilco Keldermann (Team Sunweb), in piena lotta per il podio.

Otitma prova per Vincenzo Nibali che chiude in terza posizione:  lo Squalo lascia per strada solo 57 secondi, ora il distacco dal leader della generale è di due minuti ma visto il tracciato della prova odierna potevano anche essere molti di più. Il tempo del siciliano è paragonabile a quello del russo Ilnur Zakarin e dello spagnolo Alberto Contador che ontinua a scalare posizioni, il Pistolero, ed è ora quinto in generale.

Gli altri big prendono tutti bastonate da Chris Froome: Miguel Angel Lopez ( perde due minuti e mezzo, il nostro Fabio Aru tre minuti, Louis Meintjes della UAE Team Emirates tre e mezzo e il colombiano Esteban Chaves, arrivato stremato, accumula oltre quattro minuti di gap.

“Era una cronometro vera dove era essenziale fare tantissima velocità. C’era tantissimo vento laterale e non era semplice, continuava a spostarmi e non era facile mantenere la velocità” ha dichiarato Vincenzo Nibali al traguardo.  Felice Froome che però mantiene i piedi per terra: “Dalla ammiraglia  non mi davano molte notizie e non sapevo bene la situazione. A metà tappa ho capito che non stavo andando bene e mi sono preoccupato, fortunatamente negli ultimi 6 chilometri mi sono reso conto di essere in lotta per la vittoria di tappa. E’ stata una grande prova ma la corsa è ancora molto lunga”.

S

GP Montréal 2017 presentazione

GP Montréal 2017 presentazione della corsa

GP Montréal 2017

GP Montréal 2017

GP Montréal 2017, gara WorldTour canadese, gemella del Gp del Quebec si disputerà domenica 10 settembre. Il campione uscente è Greg Van Avermaet che succede a im Wellens (2015), Simon Gerrans (2014) e Peter Sagan (2013). Poche soddisfazioni per i nostri colori in questa gara con Simone Ponzi e Moreno Moser, secondi rispettivamente nel 2012 e nel 2013, e Diego Ulissi, terzo nella scorsa annata.

GP Montréal 2017: il percorso

La corsa si svolge naturalmene a  Montréal, nella regione del Quebec e comprende un circuito di 12.3 km da percorrere per 17 volte, per un totale di 205.70 km e un dislivello complessivo di 3893 metri.

Lo start verrà dato nel celebre Avenue Park, uno dei viali più caratteristici della metropoli canadese ed è subito bagarre con la Côte Camilien-Houde (1800 metri con pendenza media dell’8%). A seguire ecco la Côte de la Polytechnique (780 metri al 6% di pendenza media), la cui vetta è posta a 5.6 km all’arrivo. Infine c’è la stessa Côte de la Polytechnique scalata in senso contrario, con gli ultimi 560 metri al 4% di pendenza media.

 

GP Montréal 2017: La Starting List

Le diciotto squadre WorldTour, la Professional Israel Cycling Academy e la nazionale canadese compongono la startlist del GP Montréal 2017.

Attenzione a: Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Greg Van Avermaet (Bmc), Michael Matthews e Tom Dumoulin (Sunweb), Oliver Naesen e Alexis Vuillermoz (Ag2R La Mondiale), Rigoberto Uran e Sep Vanmarcke (Cannondale-Drapac), Tony Gallopin e Tim Wellens (Lotto Soudal), Jose Herrada (Movistar), Michael Albasini e Roman Kreuziger (Orica-Scott), Sergio Henao (Team Sky).

Tra gli italiani si segnalano: Alberto Bettiol (Cannondale-Drapac), Fabio Felline(Trek-Segafredo), Diego Ulissi e Valerio Conti (UAE Team Emirates), Enrico Gasparotto e Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), Enrico Battaglin (LottoNL-Jumbo), Oscar Gatto e Moreno Moser (Astana), Gianluca Brambilla (Quick Step Floors).

GP Montréal 2017: in TV

Diretta tv su Eurosport 2 dalle ore 20.

Caleb Ewan bis al Tour of Britain

Caleb Ewan conquista la seconda vittoria al Giro di Gran Bretagna

Caleb Ewan

La vittoria di Caleb Ewan

Caleb Ewan, dopo il successo nella frazione inaugurale, ha centrato il successo anche oggi sul traguardo di Scunthorpe. L’australiano della Orica-Scott ha preceduto anche in questo caso Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), mentre terzo in questa occasione è giunto il Campione europeo Alexander Kristoff (Katusha – Alpecin).

Sesto piazza  per Andrea Pasqualon, migliore degli italiani nella giornata odierna, che ha preceduto Elia Viviani mentre Daniele Bennati si è piazzato in nona posizione.  Tanta pioggia e freddo nella tappa odierna caratterizzata dal tentativo di Ian Bibby (JLT Condor), Matthew Holmes (Madison Genesis), Harry Tanfield (BIKE Channel Canyon), Graham Briggs (JLT Condor) e Peter William (ONE Pro Cycling) che provano ad andare in fuga dopo soli cinque chilometri.

I battistrada guadagnano fino ad oltre i 4 minuti di margine ma  Orica e Sky tengono i fuggitivi a “bagnomaria” fino ai meno nove chilometri dall’arrivo momento in cui il ricongiungimento si perfeziona. Inevitabile a quel punto la volata nonostante il tentativo di Philippe Gilbert della QuickStep – Floors,

 

 

Ag2r Mondiale esclusa dalla Vuelta la seconda ammiraglia

Ag2r Mondiale esclusa la seconda ammiraglia dalla Vuelta a España 2017

Ag2r Mondiale Esclusa

Una ammiraglia della Ag2r Mondiale

Ne abbiamo parlato questa mattina dell’esclusione di Alexandre Geniez e Nico Denz dalla Vuelta a España 2017 motivata dal team per la mancanza di sportività del gesto. Ora a distanza di poche ore è arrivata la prevedibile decisione dell’organizzazione di escludere la seconda ammiraglia del team transalpino

Non è dunque bastata la sospensione volontaria dei corridori ai commissari UCI, che hanno dunque deciso di applicare il regolamento fino in fondo, mandando anche a casa la seconda ammiraglia della Ag2r La Mondial.

Ag2r La Mondiale Denz e Geniez esclusi

Ag2r La Mondiale manda a casa dalla Vuelta a España 2017 due suoi corridori.

Ag2r La Mondiale

Il “traino” dell’Ag2r La Mondiale

Nella giornata di ieri sono circolare sui social immagini di un caso di traino che ha fatto molto discutere. Alcuen immagini infatti mostravano alcuni corridore che venivano trainati dalla ammiraglia Ag2r La Mondiale per un periodo decisamente prolungato. L’episodio è avvenuto evidentemente lontano da commissari UCI, ma queste riprese potrebbero portare alla squalifica del guidatore dell’auto in questione.

La formazione transalpina ha deciso di prendere provvedimenti nei confronti di Alexandre Geniez e Nico Denz, che devono dunque lasciare oggi la corsa. Secondo quanto si legge in un comunicato “la squadra porge le sincere scuse agli organizzatori e al pubblico per il comportamento antisportivo dei suoi corridori, contrario ai propri valori ed etica”.

Nessun provvedimento invece nei confronti del conducente della vettura, che a sua volta dovrebbe invece essere sospeso, almeno da regolamento.

 

Mapei Sport in Portogallo

Mapei Sport in Portogallo: progetto giovani

Mapei Sport

Mapei Sport

Mapei Sport in Portogallo, la federazione Lusitana ha scelto il Centro Mapei di Olgiate Olona per avviare una collaborazione iniziata lo scorso ottobre. Già lo scorso dicembre una delegazione Mapei si era recata in Portogallo per incontrare il presidente della federazione, Delmio Pereira, e il coordinatore generale della Nazionale e coach della pista Gabriel Mendes e Amandio Santos.

La collaborazione si è concretizzata nel supporto al gruppo Under 23 a cui gli esperti del Mapei hanno fornito importante supporto tecnico per la preparazione degli allenamenti e il monitoraggio dell’attività agonistica. Il centro in collaborazione con l’Università di Scienze dello Sport svilupperà protocolli di test e valutazione attraverso il confronto sulle strumentazioni impiegate.